[ARC] Corto Maltese: Under the Sign of Capricorn by Hugo Pratt

Standard

Questo è il primo volume di una serie dedicata a Corto Maltese, noto personaggio ideato da Hugo Pratt.

Gli episodi, come nota anche il titolo, sono tutti ambientati nell’area di Bahia, e quindi vicino al punto di passaggio del tropico del Capricorno.

Corto Maltese vivrà numerose avventure aiutando alcuni personaggi (il professor Steiner, il giovane Tristan e sua sorella Morgana): aiuterà i ribelli e andrà anche alla ricerca di tesori con una vecchia conoscenza, Rasputin.

Ho sempre apprezzato le avventure di Corto Maltese (Una ballata del mare salato più di tutte), e anche questa non fa eccezione; la traduzione mi pare buona, il risultato è scorrevole e la storia chiara.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

This is the first volume of a series about Corto Maltese, well-known character created by Hugo Pratt.

The episodes, as the title itself points out, are set in the Bahia area, near the Tropic of the Capricorn.

Corto Maltese is the protagonist of numerous adventures during which he helps various characters ( professor Steiner, Tristan and his sister Morgana) but also the rebels and he seeks for a lost treasure with an old acquaintance, Rasputin.

I always liked the story about Corto Maltese (the one I like the most is Ballad of the Salt Sea), and this is no different; the translation is good, the story is easy to follow and to understand.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.

_______

Corto Maltese: Under the Sign of Capricorn by Hugo Pratt ★★★★

Ubik by Philip K. Dick

Standard

I am Ubik. Before the universe was, I am. I made the suns. I made the worlds. I created the lives and the places they inhabit; I move them here, I put them there. They go as I say, then do as I tell them. I am the word and my name is never spoken, the name which no one knows. I am called Ubik, but that is not my name. I am. I shall always be.

Continue reading

[ARC] The Squidder by Ben Templesmith

Standard

La storia è ambientata in un mondo post apocalittico conquistato anni prima dagli squid, alieni tentacolari e Lovecraftiani.

Durante la prima invasione i militari avevano creato un programma di modificazione fisica per creare guerrieri resistenti, gli squidder, che potessero annientare gli invasori. Solo uno di questi uomini è sopravvissuto e vive come mercenario nel mondo ormai controllato degli squid.

Il suo incontro con una sacerdotessa squid, umana rapita da bambina per diventare ponte tra le due razze, segnerà una nuova possibilità per le sorti del pianeta.

La storia riunisce elementi visti altrove (rimandi Lovecraftiani, progetti per creare superuomini, l’unico onesto combattente che lotta contro un mondo corrotto) e ne viene fuori una graphic novel gradevole e ricca di azione, anche se dalla trama a tratti un po’ confusa.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

The story is set in a post apocalyptic world, conquered years ago by the squid, an alien race with Lovecraftian features and tentacles.

During the first alien invasion the military created a body enhancement program to create strong warriors, the squidder, with the aim to kill the invaders. Only one of these men survived, and now he lives as a mercenary in the world now under the squid domain.

His encounter with a squid priestess, a human taken by the squid when she was a child and modified to be a medium between the two races, is the turning point for the whole humanity.

The graphic novel takes known elements (Lovecraft elements, projects to build superhuman beings, the last hero who saves humanity from a corrupted world) to produce a nice, action fast paced story with a plot that sometimes is quite confusing.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.

_______

The Squidder by Ben Templesmith ★★★☆

[ARC] The Queen’s Shadow: A Story about How Animals See by Cybèle Young

Standard

L’ombra della regina è sparita durante un momento di buio in un temporale, chi sarà il colpevole degli animali presenti alla cena?

Spetta al detective regale, una stopamonda (e su quanto siano sorprendenti questi animali rimando a questo pezzo su The Oatmeal), l’onere di indagare sul mistero: ogni animale aiuterà dicendo cosa ha visto durante il calo di tensione.

Ogni testimonianza è corredata da una spiegazione (testuale e con immagini) del modo (ampiezza, colori, luci e ombre) in cui un animale percepisce lo spazio intorno a sè che mostra come il senso della vista sia funzione dell’ambiente in cui viviamo e sia perfettamente modulato sulle necessità del singolo animale.

E’ un libro molto interessante e ricco di informazioni, non adatto a bambini piccoli che troverebbero alcune spiegazioni piuttosto complesse.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

A colorful mantis shrimp

The Queen’s shadow is disappeared during a blackout in a thunderstorm, who is the thief among the animals attending the party?

The mantis shrimp (concerning the awesomeness of this animal I suggest to read this comic from The Oatmeal), the royal detective, has to make light on this mystery: each animal will help by describing what did he see during the blackout.

Each description is paired with an explanation (with text and images) of the way (sight amplitude, lights and shadows, colours) each animal perceive the space around it, and show how the eyesight is functional to the environment and to the need of each species.

It’s a very interesting book, rich in details, maybe not suited for little children who may find the explanation too much complex.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.

_______

The Queen’s Shadow: A Story about How Animals See by Cybèle Young ★★★☆

[ARC] Vox by Matteo De Longis

Standard

Vox è una raccolta di immagini e grafiche dell’autore che rimandano al tema della musica; non è quindi una graphic novel ma un art book.

Le immagini – definite, coloratissime e decisamente ben costruite – rimandano a strumenti e accessori musicali (il titolo stesso è un rimando a una nota marca di amplificatori) e hanno generalmente come protagoniste ragazze affascinanti e sensuali.

Il formato del libro in carta è quello di un disco in vinile, e sicuramente è più spettacolare della versione digitale che ho sotto mano io.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

Vox is a collection of images and graphics made by the author that are related to music; it’s not a graphic novel but an art book.

The images – defined, colorful and well constructed – are about musical instruments and accessories (the title itself reminds to an amplifier brand) and the main characters are fascinating and sensual girls.

The hardcover format is like a vinyl disk, and it’s surely more spectacular than the digital edition I am reviewing.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.

_______

 Vox by Matteo De Longis ★★★★

[ARC] [Series] The paper magician trilogy (#1 & 2) by Charlie N. Holmberg

Standard

Ceony Twill ha ottenuto il diploma alla scuola di magia, ora, per diventare effettivamente una maga, deve concludere il periodo di tirocinio presso un mago esperto. Ogni mago è legato a uno specifico materiale e solo con quello è in grado di produrre incantamenti; il mago viene legato al materiale con un rito dedicato e non potrà mai distruggere il legame.

A Ceony viene assegnata la carta, visto l’esiguo numero di maghi del settore, e l’imposizione deprime la ragazza che avrebbe preferito essere legata ad altri materiali.

Il mago designato all’istruzione di Ceony è Emery Tane, giovane e brillante; il rapporto tra i due sarà solo all’inizio conflittuale – vista la riluttanza della ragazza allo studio della magia della carta. Il ritorno improvviso dell’ex moglie del mago, Lira, dedicata alla magia nera, sarà momento di cambiamento anche per Ceony che si troverà a cercare un modo per salvare Emery.

La serie è iniziata con i migliori presupposti: l’idea di avere scuole di magia legate ai diversi materiali è interessante e con potenzialità, si scosta infatti dall’impostazione della magia dei romanzi più famosi (ricorda alla lontana il meccanismo di sintonia con un particolare metallo di Mistborn). L’esistenza di una scuola della carta è un’altra idea buona e che viene all’inizio sviluppata in modo interessante integrando le diverse modalità di lavorazione della carta (origami, …) e rendendoli incantesimi anche potenti.

Purtroppo i romanzi sono dedicati per grande parte agli struggimenti d’amore di Ceony per Emery (il primo in modo contenuto, il secondo per gran parte) e né i personaggi né il wordlbuild sono costruiti in modo accurato e approfondito: i personaggi (Ceony a parte) hanno ben poco spessore e la storia manca di complessità.

Sono romanzi gradevoli ma si può trovare di meglio, le copertine invece le ho trovate deliziose.

Il terzo volume, The Master Magician, verrà pubblicato nel 2015.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

Ceony Twill graduated at the magic school, and now she needs only to conclude her apprenticeship to become an expert magician. Each magician can do magic with only the one material he is bound with, once the bound is made it’s impossible to destroy it and to bound the magician to another material.

Ceony is then told her material will be paper, for the low number of magician operating with that medium, and this imposition depress the girl, who strived for other and more powerful materials.

The magician designed to be Ceony’s teacher is Emery Tane, young and skilled; the relation between them will be conflictual only at the beginning, for Ceony being reluctanct at learning paper magic. When Emery’s ex wife, Lira, a magician operating with black magic (an excisioner), is the turning point in Ceony’s life, who will have to find a way to save Emery.

The series premises were good: the idea of having magical schools bound to different materiali s interesting and uncommon, it’s quite different from the standar magical set in the most famous novels (it’s somewhat similar to the relation with metals in the Mistborn series). The existence of a paper school is a very good idea that is at the beginning well-built by describing the various modality to interact with paper (origami, …) and creating enchantments.

Unfortunately the novels are mostly focused on the love relation between Ceony and Emery (in the first book discretely, in the second one mostly) and nor the characters nor the worldbuild are well crafted and described: the characters (except Ceony) do not have substance and the story lacks in complexity.

These novels are however nice, but there are for sure better choices, instead I found the covers very nice.

The third book, The Master Magician, will be published in 2015.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.

_______

The paper magician by Charlie N. Holmberg ★★☆☆☆
The glass magician by Charlie N. Holmberg ★★☆☆☆

[ARC] Henni by Miss Lasko-Gross

Standard

La storia di Henni è ambientata in un mondo fantastico popolato da uomini gatto; durante l’infanzia della ragazza il padre è stato arrestato a causa delle sue idee, Henni è cresciuta così con la madre – molto integralista dal punto di vista sociale e religioso – e con la sorella minore.

Raggiunta la maturità per Henni viene il momento di essere data in moglie a un uomo scelto tramite riti religiosi; la società infatti è molto legata a miti e imposizioni, e il potere è accentrato in mani maschili.

Scoprendo che in realtà il rito è manovrato dai sacerdoti Henni sfida le regole imposte e fugge, venendo in contatto così con civiltà differenti, ma accumunate da una rigidità dei costumi.

Henni è una graphic novel interessante che tratta il tema della crescita, della religione e delle imposizioni sociali in modo arguto. La pecca per me sta nel disegno, i personaggi sono molto simili tra loro e lo stile non mi ha fatto impazzire.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

Henni’s story is set in a fantastic world where people are cat-men; during her childhood her father was arrested for his ideals, Henni then grew up with her mother – a religious and social foundamentalist – and with her smaller sister.

Once grown up Henni has to marry one of the man of the village, the husband is chosen by a religious rythe; the society Henni lives in believes in myths and religious impositions, and the power is in the hand of males and priests.

Henni discovers how the rythe is manipulated by the priests and decides to walk a forbidden path and then to run away; she then discovers other societies, different from her one but similar for impositions and rules.

Henni is an interesting graphic novel that deals about the coming of age, religion and society with a clever plot. The thing I did not like much is the drawing: the characters are quite alike and I did not particularly like the image style.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.

_______

Henni by Miss Lasko-Gross ★★★☆