Ritorno all’allomanzia: “La legge delle lande”

Standard

Read this post in English

Ogni tanto capita di leggere una serie seguita poi da un altro romanzo / racconto / novella ambientato nello stesso universo e in quei casi, se la serie è piaciuta, sembra di tornare a casa, è il caso di “La legge delle lande” di Brandon Sanderson

La legge delle lande

La legge delle lande è un romanzo (ma che dà l’impressione di voler diventare qualcosa di più) ambientato nell’universo della serie Mistborn. Sono passati centinaia di anni dalla conclusione della serie originale e si possono apprezzare i cambiamenti e le evoluzioni rispetto alla serie originale; intanto l’evoluzione tecnologica: vediamo far capolino l’elettricità ed esistono le armi da fuoco (più o meno adatte a combattere i misting). I poteri derivati dai metalli, che siano allomantici o ferrochemici non possono infatti mancare nel romanzo, anche se di mistborn non se ne ha più traccia e sempre minori in numero sono i mistings.

Il romanzo si differenzia da quelli che l’hanno preceduto per la presenza di una componente di azione preponderante rispetto ad altro, mentre nella serie era data importanza all’interpretazioni di testi e profezie e a situazioni di tensione più psicologica e politica (ovviamente non in presenza di Vin, elemento sempre dinamico) qui si ha poco tempo per le riflessioni ma si entra nel vivo dell’azione dopo poco; la conclusione a mio avviso avrebbe dovuto essere meno affrettata per dare la possibilità al lettore di fare ipotesi sui mandanti di rapimenti e rapine.

Qualche accenno alla religione e altri dettagli rimandano agli eventi del passato (che il lettore della serie conosce meglio dei protagonisti per i quali il passato è ormai quasi leggendario), ma il vero colpo di scena è dato dagli incontri sul finale che lasciano stupiti e desiderosi del seguito.

_______

* La legge delle lande by Brandon Sanderson ★★★★☆

*Ho letto questo libro in Inglese

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s