[ARC] The Mad Scientist’s Daughter by Cassandra Rose Clarke

Standard

Read this post in English

The Mad Scientist’s Daughter” di Cassandra Rose Clarke ha tra i suoi protagonisti un automa, il romanzo però è sconsigliato agli amanti della fantascienza (meglio dedicarsi a Isaac Asimov se si vuole leggere di robot) ma ha diversi aspetti che lo rendono estremamente godibile.

The Mad Scientist’s Daughter

Quando si parla di androidi, di robot, non posso non pensare al capostipite del genere, uno dei grandi maestri della fantascienza classica, Isaac Asimov.

Bisogna fare attenzione quando si tratta il tema, perchè molto è già stato scritto e varie tematiche morali, etiche e sociali già trattate. Dal punto di vista fantascientifico il romanzo è decisamente carente: la Terra ha superato una non meglio definita crisi energetica – che fa da pallido sfondo alla vicenda – e l’uso di automi è sempre più diffuso.

Il padre di Cat, scienziato, un giorno porta a casa Finn, androide dalle sembianze umane – diverso quindi dagli altri robot. La crescita della bambina sarà segnata dalla presenza dell’androide (ma anche da altri episodi importanti).
Per quanto concerne i robot si intravedono problemi e evoluzioni sullo sfondo: i movimenti per la conquista di libertà e diritti, la diffidenza da parte degli esseri umani […].

Tutti queste tematiche sono già state introdotte e trattate in racconti e romanzi (per citare solo Asimov possiamo ricordare Daneel e il ciclo dei robot, Robbie, l’uomo bicentenario e così via).
A considerare solo la componente fantascientifica il romanzo meriterebbe un voto negativo, invece si risolleva e spicca per uso del linguaggio e per la trama principale, ovvero l’evoluzione di Cat e del suo rapporto con Finn e con le persone che la circondano.

Il romanzo segue il punto di vista della protagonista, per questo infatti molti dettagli – potenzialmente da approfondire – risultano relegati a sfondo: Cat ha determinati interessi (lontani dal sociale e dalla cibernetica) e una spiccata introversione che sfocia nell’egoismo.
Uno degli aspetti meglio riusciti ad esempio è l’atmosfera quasi rarefatta del matrimonio che rende bene il senso di oppressione della ragazza.

Cat è un personaggio ben riuscito e credibile nella sua evoluzione: gelido a tratti ma vincolato dal giudizio di amici (non ama fumare ma si adeguerà) e dei genitori, soprattutto quello della madre. Il rapporto con il padre sembra quasi meno importante (lo scienziato è quasi sempre nel laboratorio a lavorare), ma sarà una delle componenti essenziali della storia, inoltre è evidente come Cat abbia ereditato dal padre ha l’atteggiamento verso gli automi.

La storia d’amore, struggente, è ben congeniata e non così prevedibile nella sua evoluzione; il romanzo presenta quindi alcune pecche (ed è quindi sconsigliato agli amanti della fantascienza – ne troveranno poca) ma ha nella componente emotiva – e nel linguaggio curato e evocativo che la supporta – i suoi punti di forza.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

* The mad scientist’s daughter by Cassandra Rose Clarke ★★★★☆

*Ho letto questo libro in Inglese

2 thoughts on “[ARC] The Mad Scientist’s Daughter by Cassandra Rose Clarke

  1. Oedipa_Drake

    Concordo sulla recensione: libro non adatto ai fantascientisti puri, e con vari difetti, ma l’autrice ha uno stile che sa davvero coinvolgere.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s