[Series] BarLume di Marco Malvaldi

Standard

Serie di romanzi pubblicati da Sellerio dell’autore Marco Malvaldi che ruotano intorno al BarLume, gestito dal barrista Massimo e frequentato da un simpatico gruppo di vecchietti.

Un’indagine in ogni romanzo, purtroppo in nessuno dei quattro (recensione disponibile sotto) l’autore è riuscito a realizzare un intreccio giallo convincente e non scontato.

I vecchietti rimangono simpatici ma non possono essere la base su cui si fonda l’intero intreccio.

La briscola in cinque

Giallo simpatico per i protagonisti e un po’ ingenuo per crimine e soluzione (che potrebbe risultare un po’ scontata).
Il gruppo di vecchietti però fa sorridere per i litigi, la parlata dialettale un po’ volgare e non politicamente corretta.
Spero che nei seguiti la soluzione del delitto sia un po’ meno ovvia.

Il gioco delle tre carte

I vecchietti sono simpaticissimi tra ricordi del tempo passato e i commenti sul tempo moderno.
Fatta questa premessa direi che come giallo tentenna ancora: un po’ sbrigativa la conclusione, a tratti un po’ tirata per i capelli, ma soprattutto è come se l’indagine fosse un qualcosa di secondario.
In primo piano la vita di Massimo, i problemi del bar e le sparate sulla situazione della ricerca in Italia, queste ultime riflettono umoristicamente – e si ride solo per non piangere – tutto quanto c’è di vero in questo campo; i convegni in cui i dottorandi schiavi si devono occupare di professori stranieri, le borse/assegni/dottorati fatti per sistemare un collaboratore, i professori decrepiti e chi più ne ha più ne metta.
Il problema è che il romanzo nasce come giallo, tutto il resto è apprezzabile però è fuori tema.

Il re dei giochi

Terzo giallo ambientato a Pineta; mi viene il sospetto che in questa serie di romanzi di Malvaldi il giallo non sia l’obiettivo, quanto un contorno alle storie dei quattro vecchietti e del loro barrista preferito.
Il giallo nasce dal pettegolezzo intorno a un incidente stradale e i vecchietti si metteranno in prima linea dal commissario Fusco per contribuire all’indagine.
Il romanzo è come sempre simpatico e i quattro anziani sono divertenti con le loro frecciatine in una parlata tutta toscana.
Un romanzo che scorre senza fatica, un ottimo passatempo per le vacanze.

La carta più alta

Una serie di eventi fanno riaprire un caso chiuso da anni. Massimo, il più noto barrista di Pineta, si ritroverà a ragionarci sopra in una stanza di ospedale, complice una radice e un piede mal posto – ah, la distrazione gioca proprio brutti scherzi.
I vecchietti ci sono sempre, unico conforto del povero malato, che però sarà assistito nella soluzione del caso anche da un simpatico giovane ortopedico.
Un altro giallo ambientato a Pineta; anche questo si fa leggere volentieri, quasi più per seguire le vicende degli anziani frequentatori del bar che per il delitto in sè.

_______

La briscola in cinque by Marco Malvaldi ★★★☆☆
Il gioco delle tre carte by Marco Malvaldi ★★★☆☆
Il re dei giochi by Marco Malvaldi ★★★☆☆
La carta più alta by Marco Malvaldi ★★★☆☆

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s