Due retelling riusciti male

Standard

Read this post in English

I retelling sono quei romanzi in cui si prende qualcosa di già scritto e lo si racconta di nuovo cambiandone contesto o evoluzione della storia; è molto frequente trovare retelling di fiabe (le più note le conosce chiunque).

Non è detto che questo processo alla Frankenstein riesca sempre, quanto le Fiabe Sfatate di Antonia Romagnoli mi hanno divertito, tanto alcuni retelling risultano stucchevoli o poco elaborati, quasi bastasse il richiamo alla fiaba originale per soddisfare il lettore.

Di seguito ripropongo i commenti scritti relativamente a due retelling per me poco riusciti:

  • Ash di Malinda Lo che richiama Cenerentola
  • Beastly di Alex Flinn ispirato alla Bella e la Bestia

Ash by Malinda Lo

Ash, retelling di Cenerentola, mantiene alcune caratteristiche della fiaba orginale e ne modifica altre.
La protagonista ha matrigna e le due sorellastre (forse non tutte e due cattive però), la magia che l’aiuterà a raggiungere il ballo sarà quella delle fate e richiederà un compenso, e al ballo andrà non per incontrare il principe ma la cacciatrice del Re. Il romanzo aveva tutte le premesse per una visione nuova di una fiaba classica, inserendo anche il tema lgbt nella trama, purtroppo il tema mi è parso trattato in modo abbastanza superficiale e frammentario.
L’amore tra Ash e Keisa è poco motivato dai brevi incontri tra le due e il compenso dovuto a Sidhean, apparentemente gravoso, si risolve senza particolari difficoltà.
Sicuramente un romanzo scorrevole, poteva però essere molto più interessante di quello che si è rivelato.

Beastly by Alex Flinn

“Beastly” è un retelling ubbidiente de “La Bella e la Bestia”; prende la storia che tutti conosciamo e poco cambia se non l’ambientazione e l’inserimento di forse un paio di trovate originali (il forum di supporto è un esempio).
A rifletterci “La bella e la bestia” non è altro che un esempio della sindrome di Stoccolma, e in Beastly ben poco cambia mancando una motivazione plausibile per questo amore nascente – costellato peraltro di pensieri e espressioni di una sdolcinatezza quasi stucchevole.
I personaggi sono dei cliché: lui bello e stupendo ma perfettamente stronzo, lei forse bruttina (ma forse no agli occhi di lui, anzi no, è bella), povera ma ansiosa di riscatto; insomma niente di eccezionale dal mio punto di vista.

Da questo ne hanno tratto un film altrettando tremendo.

_______

* Ash by Malinda Lo – ★★☆☆☆½
* Beastly
by Alex Finn – ★★☆☆☆

*Ho letto questo libro in Inglese

One thought on “Due retelling riusciti male

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s