[ARC] Red Rising by Pierce Brown

Standard

Read this post in English

Come si dice, siamo seduti sulle spalle di giganti.

Lasciando da parte i Giganti, è evidente che quanto è stato scritto prima tenderà ad influenzare quello che è stato scritto dopo: in questo romanzo molti elementi mi hanno ricordato altro (letture e film) e questo fatto, insieme ad una struttura non sempre riuscita, ha fatto titubare la mia opinione complessiva (riportata di seguito).

Red rising by Pierce Brown

Siamo in un futuro in cui la Terra ha colonizzato i pianeti intorno a sè; su Marte minatori instancabili (detti Red per il colore che li accomuna) lavorano per rendere abitabile il pianeta; tra loro Darrow è uno dei più coraggiosi, disposto a tutto pur di far vincere alla sua squadra provviste aggiuntive (assegnate in funzione della qualità del materiale estratto).

Peccato che Marte è in realtà abitabile da anni e che i Red ne sono ignari: sul pianeta si è già instaurtata la gerarchia dei colori, i dorati in cima e i rossi ultimi di tutti.

Per una serie di avvenimenti Darrow avrà la possibilità di diventare un dorato e di competere per apprendistati importanti che gli consentiranno di far sorgere la ribellione tra la sua gente.

Cosa funziona e cosa no in questo romanzo?

La prima parte – che introduce ai Red ed al loro modo di vivere – è abbastanza brusca (ci sono diversti termini “tecnici” che possono risultare poco chiari), ma nel complesso l’ho trovata gradevole; uno degli episodi migliori è quello in stile Gattaca, in cui Darrow è costretto a notevoli interventi chirurgici per assomigliare ad un Gold ed infiltrarsi nella società.

Da metà romanzo in poi Darrow viene catapultato nella scuola di vita dei Gold: dodici castelli da difendere ognuno da una squadra, un solo vincitore e ogni progresso monitorato dai Proctor (responsabili delle squadre) e dalle televisioni. Ecco,  questa parte, che è un incrocio tra gli Hunger Games, cattura la badiera e Civilization, è decisamente troppo lunga (e spesso noiosa); si risolleva solo sul finale quando Darrow (capace, ma parecchio fortunato) modifica il paradigma del gioco.

Nel complesso il titolo non c’entra con la trama: non aspettatevi ribellioni dei Red perchè in questo romanzo non le vedrete, magari nei seguiti ci sarà speranza di vederle, al massimo qui si tratta della scalata di Darrow che da ultimo anello della catena alimentare risale per mescolarsi tra i predatori.

Heinlein aveva raccontato della ribellione della colonia lunare in molte meno pagine e in modo più originale con “La luna è una severa maestra“.

Un ultimo commento sulla scelta del linguaggio: sembra che maggiore sia la classe sociale maggiore sia la probabilità di vedere scritte parole in latino; dalla visione di Spartacus trovo il mix inglese moderno – latino abbastanza fastidioso ed inutilmente anacronistico.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

* Red Rising by Pierce Brown ★★☆☆☆½

*Ho letto questo libro in Inglese

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s