L’orda del vento by Alain Damasio

Standard

Questo è un romanzo del tutto particolare, per costruzione, scrittura e metodo di narrazione.
Le pagine scorrono al contrario e la storia è vissuta attraverso il punto di vista dei 23 componenti della 34° onda del vento (o di controvento, termine forse più appropriato); ogni componente è distinto da un simbolo particolare ed è solo quello a farci capire chi stiamo ascoltanto.

Non tutti i componenti hanno lo stesso peso, le voci più frequenti sono quelle dello scriba, Sov, dell’aeromastra, del tracciatore e di Pietro il principe.

L’obiettivo dell’orda, come delle 33 precedenti, è quello di raggiungere l’estrama vetta e comprendere le nove forme del vento che soffia implacabile.

Ogni punto di vista è diverso e la scrittura asseconda la personalità del narratore, Pietro è concreto, Sov si addentra in descrizioni Golgoth, sempre votato al proseguire, è violento e egoista e così per ogni narratore.
Un difetto è la prosa che a tratti si fa troppo enfatica, in ogni caso è un fantasy atipico, originale e quasi filosofico.

_______

L’orda del vento by Alain Damasio ★★★★☆

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s