The Child Thief by Brom

Standard

Read this post in English

Peter Pan è un classico per ragazzi, di cui è ben più nota la versione cinematografica targata Disney; l’autore Brom ha ripreso la storia originale e ne ha realizzato un retelling dalle note cupe, molto diverso dall’immagine allegra del ragazzo che non voleva crescere.
L’autore ha preso spunto da alcune citazioni del testo originale di Barrie per realizzare la propria versione di Peter Pan: se lette attentamente e non diluite dal clima di gioco dell’Isola si intravedono temi inquietanti.

The boys on the island vary, of course, in numbers, according as they get killed and so on; and when they seem to be growing up, which is against the rules, Peter thins them out; but at this time there were six of them, counting the twins as two.

Nasce così “The child thief”, una versione originale e forse più credibile in cui crudeltà e disinteresse di Peter verso problemi altrui sono in primo piano.

The child thief by Brom

Nick, dopo la morte del padre, si è trasferito con la madre a Brooklyn; con il trasloco la sua vita è mutata: le minori disponibilità economiche hanno fatto sì che la madre affittasse alcune camere della casa in cui vivono ad alcuni ragazzi, scoprendo poi la loro vera natura di malviventi e spacciatori. Una sera Nick, in fuga da questa banda, incontra un ragazzo strano, dalle orecchie a punta, che lo aiuta a vendicarsi di alcuni inseguitori e lo invita a seguirlo dove non dovrà più pensare ai problemi che lo assillano.

Inizia così il viaggio di Nick verso un’isola fatata dove la sua vita sarà sempre in pericolo, ed incontrerà i Devils, tutti ragazzi rapiti da Peter ed accumunati da traumatici eventi passati, un’armata da battaglia pronta a scontrarsi con i Flesh-eaters, ovvero coloro che stanno distruggendo la magia dell’Isola.

Il romanzo alterna le vicende di Nick al racconto della vita di Peter e del suo incontro con Lady Modron, la signora delle acque che ha nascosto con la nebbia mortale l’isola al mondo degli uomini per evitarne ulteriori contaminazioni, e con altri personaggi fatati della mitologia Gallese.
Man mano che il momento della battaglia finale si avvicina Peter dovrà decidere quanto è disposto a perdere per salvare Lady Modron ed il sogno di Avalon.

Il romanzo riprende l’impianto generale della storia di Peter Pan modificandone in modo significativo diversi elementi, intanto introduce nella storia diversi elementi mitologici che contribuiscono ad arricchirla ed a motivare diverse scelte del protagonista, oltre che la vera motivazione per il rapimento dei bambini da parte di Peter.

La fuga dei bambini dal mondo reale ha una duplice faccia: il titolo stesso ci mostra il vero volto di Peter, ovvero di un rapitore di quei ragazzi con storie di abusi e violenza, desiderosi di lasciarsi alle spalle il passato per sempre: Peter offre loro il rifugio dell’isola ed una nuova famiglia, ma chiede qualcosa in cambio.

I personaggi sono un punto di forza del romanzo, a partire da Peter, ambivalente nel suo rapporto con i Devils con cui condivide un passato in cui è stato rifiutato sia da uomini e creature magiche, ma guidato da interessi personali per i quali non esita a mettere a repentaglio la vita degli altri bambini.
Nick ci offre una prospettiva differente rispetto agli altri Devils avendo maturato un rimpianto per la vita passata; è attraverso Nick che il lettore vede la violenza e la stranezza dell’isola come tali e non come elementi positivi.
L’analogo di Capitan Uncino offre invece una visione meno edulcorata degli adulti che faranno di fanatismo e violenza i punti cardine della loro presenza sull’Isola.

Il romanzo, oltre a raccontare una versione differente di una storia ben nota, affronta anche diverse tematiche come la violenza e gli abusi, la distruzione della natura da parte dell’uomo, il fanatismo e la difficoltà di comunicazione tra popoli differenti.

Ho trovato il romanzo molto avvincente ed interessante – in particolare per gli elementi mitologici inseriti – è più violento e crudo delle versioni che già conosciamo della storia, ma trovo che questi elementi contribuiscano a renderla più realistica; la parte conclusiva, decisamente inaspettata e ricca, è il coronamento di un ottima lettura.

Peter, Lady Modron, Sekeu

_______

* The child thief by Brom ★★★½

*Ho letto questo libro in Inglese

2 thoughts on “The Child Thief by Brom

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s