unastoria by Gipi

Standard

Primo libro che leggo di questo autore e sono combattuta su cosa ne penso.

Partiamo dalla grafica: stupenda, soprattutto le tavole a colori con l’acquerello che riesce ad enfatizzare il contenuto emozionale che la pagina vuole trasmettere, belli più di tutto i paesaggi.

Ho apprezzato molto anche l’alternanza di tecnica grafica per differenziare il reale (piatto e monocromatico) all’immaginativo ed al passato, a colori.

Delle due storie raccontate – che hanno come connessione Silvano Landi, di una diretto protagonista e narratore dell’altra – ho preferito quella ambientata durante la prima guerra mondiale mentre ho trovato più inconsistente l’altra.

Ci viene presentato un protagonista arrivato al tracollo emotivo, determinato da eventi precedenti, che si interfaccia con la sopracitata realtà monocromatica e tendenzialmente malvagia (i dottori senza scrupoli, …), come a voler bipolarizzare l’umanità: i sognatori buoni da una parte e i concreti cattivi dall’altra (considerazione espressa in altre recensioni lette e che dopo rimuginamento condivido).

_______

unastoria by Gipi ★★★★☆

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s