Fairyland #1-3 by Catherynne M. Valente

Standard

Read this post in English

Per questa serie, che al momento è al terzo volume (che ho appena finito di leggere) ma se ne prospettano altri, ho deciso di buttare via le singole recensioni fatte ai tempi della lettura dei singoli romanzi e preferire un discorso e commento più generale.

Sopra una delle illustrazioni che introducono ogni capitolo, stupendi disegni in bianco e nero fatti da Ana Juan.

I romanzi pubblicati ad oggi sono:
  • La bambina che fece il giro di Fairyland per salvare la fantasia
  • La bambina che perse la sua ombra per salvare la magia del mondo
  • The Girl Who Soared Over Fairyland and Cut the Moon in Two (non disponibile in italiano)

la protagonista è Settembre, bambina e poi ragazza, che vive a Omaha; a causa della guerra in corso il padre è al fronte e la madre impegnata a lavorare nelle fabbriche del paese.

A dodici anni Settembre scopre per la prima volta l’esistenza di Fairyland, magico luogo in cui incontrerà creature strane, amiche ed ostili: durante i suoi viaggi ad accompagnarla saranno A-through-L, un wyvern e Saturday, un marid (una sorta di genio dell’acqua).

I romanzi non possono dirsi avventure separate: conclusa una storia i suoi effetti si manifestano nel romanzo successivo, causando a Settembre situazioni da risolvere per riportare serenità a Fairyland.

Un aspetto molto interessante è il fatto che Settembre cresca tra un romanzo e l’altro, le sue reazioni ed i suoi comportamenti sono quindi anche influenzati dalla sua età e da quanto si sente “adulta”.

Tutti e tre i romanzi dispiegano una moltitudine di personaggi caratteristici, derivati sia dall’immaginazione sia da miti e leggende di vari popoli e culture; come in altri romanzi e racconti l’autrice qui dà prova di conoscere figure mitiche e magiche che inserisce in Fairyland. Questa componente “colta” va di pari passo con l’uso preciso e strabiliante del linguaggio di cui la Valente è capace e che si riflette anche nei nomi dei personaggi (Turing the Tyguerrotype).

I romanzi di questa autrice mi lasciano sempre affascinata per la bellezza della scrittura, ma molte volte – e questo è un caso – anche con il dubbio che si rischi di restare solo con questa sensazione (per banalizzare: scritto bene ma contenuto boh), considerazione già espressa nel mio commento a The Melancholy of Mechagirl.

Qui c’è tanto: personaggi, incontri, situazioni, scelte, ma mi sono trovata – quando ho iniziato a leggere il terzo libro – nel buio più totale; gran parte degli avvenimenti a cui si faceva riferimento li avevo rimossi, e sì che i romanzi mi erano molto piaciuti.

_______

 

* La bambina che fece il giro di Fairyland per salvare la fantasia by Catherynne M. Valente ★★★
* La bambina che perse la sua ombra per salvare la magia del mondo
by Catherynne M. Valente ★★★
* The Girl Who Soared Over Fairyland and Cut the Moon in Two
by Catherynne M. Valente ★★★

*Ho letto questo libro in Inglese

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s