Romanzi per l’estate #2

Standard

Read this post in English

Secondo post dedicato ai romanzi per l’estate (il primo, quello dedicato ai romanzi senza impegno lo trovate qui). Premesso che di estate ad oggi ne ho vista ben poca, il genere migliore per il periodo per me è il giallo, dotato anche di un potere rinfrescante nei confronti della calura estiva.

Sempre validi i grandi classici, Agatha Christie per prima con alcuni piccoli capolavori (sotto trovate le brevi recensioni di Dieci piccoli indiani e Omicidio sull’Orient Express), ottimi anche i moderni commissari di Camilleri (qui la recensione dell’ultimo Montalbano, La piramide di fango) e di De Giovanni, autore di due serie distinte, la prima con il commissario Ricciardi ed una fantastica Napoli d’epoca (qui, qui e qui le recensioni) e la seconda con I bastardi di Pizzofalcone, un gruppo di poliziotti che si muovono invece nella Napoli moderna (recensioni qui).

Molto belli per il protagonista assolutamente particolare (il commissario Adamsberg) i romanzi di Fred Vargas che commenterò prossimamente, consiglio anche i romanzi di Don Winslow (tutti, qui le recensioni di Le belve e I re del mondo), non sono gialli di stampo classico ma sono decisamente appassionanti ed abbracciano temi molto moderni.

Il panorama italiano è poi popolato da commissari più o meno tradizionali di cui parlerò prossimamente.

Per i ragazzi invece consiglio il bellissimo Il testamento Westing, un grande gioco intorno al decesso di un ricco uomo d’affari (recensione sotto).

Dieci piccoli indiani by Agatha Christie

Questo è uno dei romanzi della Christie che vale sicuramente la pena di leggere.
Non ci sono nè Poirot nè Miss Marple, solo dieci invitati a passare una settimana su un’isola.

Il romanzo è uno dei più famosi esempi di delitti a camera chiusa (o in questo caso a isola chiusa); l’avevo letto da bambina e quindi conoscevo già il meccanismo risolutivo, ma durante la rilettura non sono riuscita a individuare comunque il colpevole: And then there were none è un enigma difficile da risolvere.

Assassinio sull’Orient Express by Agatha Christie

The impossible could not have happened, therefore the impossible must be possible in spite of appearances.

Il più famoso omicidio su un treno e uno dei titoli più noti con protagonista Poirot.
Il romanzo è pura indagine: c’è l’omicidio, ci sono le prove e le testimonianze e c’è una conclusione spettacolare (l’avevo già letto ma per fortuna l’avevo dimenticata).

Il lettore per molti aspetti può sfidare Poirot, anche se molti dettagli dipendono da una conoscenza della società dell’epoca.
Questi come nessun altro sono gialli di puro ragionamento ed è un piacere seguire Poirot nelle sue elucubrazioni fino alla soluzione.

Il testamento Westing by Ellen Raskin

Gli abitanti di Sunset Towers si ritrovano tutti possibili eredi della fortuna di Sam Westing, a patto di riuscire a risolvere il gioco organizzato per loro.
Bellissimo il gioco e bellissime le coppie partecipanti; la scrittice ci mostra come si possa ricavare sempre qualcosa di positivo dalle collaborazioni più inaspettate.

Come dice anche la prefazione non è uno YA classico, è più dedicato agli adulti che vogliono riscoprire la loro parte giovane; è un romanzo studiato nei minimi dettagli in cui ogni parola è pesata per far sorridere e riflettere.
I personaggi sono tutti ben caratterizzati e particolari, come è ben delineata la loro evoluzione nel corso della storia.

_______

* Dieci piccoli indiani by Agatha Christie ★★★★☆
* Assassinio sull’Orient Express
by Agatha Christie ★★★★☆
* Il testamento Westing
by Ellen Raskin ★★★★★

* Ho letto questo libro in Inglese

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s