La passione di Artemisia by Susan Vreeland

Standard

Giuditta che decapita Oloferne – Artemisia Gentileschi (from wikipedia)

La prima volta che ho sentito parlare di Artemisia Gentileschi è stato al liceo, lezione di storia dell’arte. La pittrice mi è stata assegnata per un approfondimento tematico, e da quel momento non ho mai smesso di apprezzare le sue opere che ho avuto occasione di ammirare in un paio di visite (una agli Uffizi, una ad una mostra dedicata a Milano).

Sono stata quindi molto felice di leggere un romanzo dedicato alla sua storia – per il GdL del gruppo YA – che si è rivelato essere anche un’ottima ricostruzione storica ed estremamente godibile dal punto di vista narrativo.

_______

The first time I heard about Artemisia Gentileschi was in high school, art history lesson. The painter was assigned me for a thematic analysis, and since that time I appreciated her works of art that I was also able to look at in a couple of occasions (during my visit to the Uffizi museum and in an art exhibition in Milan).

I was very happy to read – for the YA group GdL – a novel centered on her figure. The novel in the end turned out to be a good historical reconstruction and extremely likeable from the narrative point of view.

La passione di Artemisia

Artemisia Gentileschi, pittrice e figlia di Orazio Gentileschi.

Il romanzo si apre su uno dei momenti più drammatici della vita della pittrice, il processo in cui Agostino Tassi è accusato di averla violentata. Abbiamo da subito un assaggio della condizione della donna nell’epoca (1600): il pubblico avverso alla giovane, equiparata a una prostituta, i metodi dell’inquisizione per valutare la veridicità della sua testimonianza e una generale ostilità degli uomini di legge.

Susan Vreeland ci descrive il punto di vista di Artemisia e la sua storia: il processo a Roma, gli anni di Firenze e l’accademia, il matrimonio e la maternità, i succesivi spostamenti a Genova, Venezia e Napoli e il rapporto con il padre e altri conoscenti (tra cui Galileo Galiei).

Susanna e i Vecchioni (from Wikipedia)

L’autrice riesce a caratterizzare bene il ritratto della pittrice: Artemisia quando si guarda intorno vede le sfumature, le luci e le ombre, ha un occhio tecnico, l’immaginazione proiettata alla resa del quadro e pone la pittura al centro della sua vita. Dal lato umano invece dal romanzo esce una donna che con difficoltà concede la sua fiducia – tradita più volte anche dallo stesso padre, ma l’impressione generale è che questo aspetto avrebbe potuto essere maggiormente approfondito (con il rischio di sconfinare troppo nella finzione).

La storia di Artemisia si riflette nella sua produzione artistica e il romanzo evidenzia con precisione questa correlazione dando anche una chiave di lettura per molti elementi presenti nei dipinti (la scelta di determinati colori e tessuti, etc.).

Al romanzo manca qualcosina per essere definitivamente coinvolgente, però è una lettura molto scorrevole e contribuisce a dar luce a una figura spesso trascurata nella storia dell’arte (n.b. a livello di scuola superiore, non conosco il dettaglio di approfondimento in corsi universitari).

_______

The passion of Artemisia

Artemisia Gentileschi, painter and Orazio Gentileschi daughter.

The novel begins with one of the most dramatic moment of the painter’s life, the trial where Agostino Tassi was accused to have raped her. We have so a hint of the women condition during that time (1600): most of the people against her, Artemisia compared to a whore, the inquisition methods to evaluate if a woman told the truth and a general hostility of judges and lawyers.

Susan Vreeland describes Artemisia point of view and her story: the trial in Rome, the years in Florence and the Accademia, her marriage and the maternity, the years in Genoa, Venice and Naples and her relation with her father and other acquaintances (Galileo Galilei among them).

 

Autoritratto come allegoria della Pittura (from Wikipedia)

 

The author is able to describe the painter side of Artemisia: when she is looking around she sees shades, lights and shadows, she has a technical approach, her imagination is always projected to the composition and she ultimately he act of painting is what is most important to her. Concerning the human side the novel describes a woman who finds difficult to trust other people – she was betrayed also by her father various times, but the overall impression is a lack of depth of this side of her personality (the opposite risk was to digress too much from reality towards fiction).

Artemisia story mirrors her artistic production and the novel points out very well this correlation and also provides a key to read some elements in her paintings (the choices of colors and textures,…).

The novel lacks something to be actually engaging, but it’s very fluid and helps to shed light on a figure sometimes neglected in the history of art (I’m talking about high school courses, I do not know about the university ones)

_______

The passion of Artemisia by Susan Vreeland ★★★★☆

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s