Moominland & Tove Jansson

Standard

Image from Wikipedia

Non tutti i troll sono esseri malvagi e sgradevoli, questo ci insegna Tove Jansson, scrittrice finlandese e creatrice di un mondo meraviglioso, la valle dei Moomin.

I Moomin sono troll gentili, simili a ippopotami e dalla pelliccia morbida e vellutata, abitanti della valle insieme ad altre creature fantastiche. La scrittrice ha dato vita a diverse storie per bambini con questi personaggi, a cui ci si affeziona facilmente.

Proseguendo vi parlo di due avventure, una estiva e una – la mia preferita in assoluto – invernale.

_______

Not every troll is evil and ugly, this is what Tove Jansson tells us, by creating a series of stories set in a wonderful world, the Moomin valley.

The Moomin are gentle trolls, similar to hippopotamus and with a soft, velvet skin, that lives in the valley with other fantastic creatures. She wrote different children stories with these characters, that are very likeable.

In this post I talk about two adventures, a summer and a winter one (the latter is my favourite).

Moominsummer madness

Edito in Italia come Magia di Mezz’estate. E’ estate, il piccolo Moomin sta aspettando il ritorno di Tabacco nella valle, ma un’inaspettata inondazione costringerà la famiglia ad abbandonare la casa per trovare rifugio in una strana struttura.

Nel rifugio di fortuna le pareti non sono pareti, i vestiti sono costumi e una misteriosa figura li osserva nell’ombra. Nel frattempo anche Tabacco avrà le sue avventure contro il Custode dei Giardini.

E’ una storia divertente e i protagonisti spiccano per la loro ingenuità e la loro capacità di vedere il bello anche in situazioni difficili.

_______

It’s summer, and troll Moomin is waiting for Snufkin to come back in the valley, but an unexpected flood forces the family and their friends to leave the house and find shelter in a strange building.

In the shelter, where walls are not walls, and dresses are costumes, a mysterious presence observes them. In the meanwhile Snufkin lives an adventure against the Park Keeper

It’s a funny story and the characters are nice for being naive and able to smile also in unexpected situations.

Moominland midwinter

Questo di tutti i romanzi della serie è decisamente quello che preferisco.

In questo romanzo il troll Mumin si risveglia dal letargo nel bel mezzo dell’inverno senza riuscire più a riaddormentarsi.

Non gli resterà che affrontare l’unica stagione dell’anno che non conosce, l’inverno, e le strane e schive creature che lo popolano; avrà come guida solo Too-ticky che vive in inverno nel capanno sul pontile.

Mentre la piccola Mi, anche lei sveglia dal letargo, riesce a capire subito come divertirsi in questa stagione sconosciuta, il piccolo Mumin si troverà diviso tra nostalgia per la famiglia (tutti ancora addormentati) e i tentativi per comprendere quello che lo circonda.

E’ un libro in cui il freddo nordico, bellissimo e misterioso, fa da padrone, con la neve, le bufere, i laghetti ghiacciati, l’aurora boreale e il Grande Gelo.

E’ un bel romanzo perchè è meno denso di personaggi (rispetto agli altri della serie) e ha un ritmo lento e riflessivo, e le creature invernali descritte da Tove Jansson hanno ritmi diversi da quelle estive o primaverili e sono in generale molto pacate e flemmatiche (ad eccezione di alcuni Emuli), i paesaggi invernali hanno una magia tutta loro e le Mamme Mumin sono sempre fantastiche.

_______

Among the whole set of books this is the one I love the most.

In this novel Moomintroll wakes up from hibernation in the middle of winter without being able to get to sleep again.

He will have to face the only season he does not know, winter, and the strange and shy creatures that live during it; his only guidance will be Too-ticky, who lives in the cabin by the sea during winter.

While Little Mi, who wake up, too, is able to grasp how to have fun in this strange season, Moomintroll will be tormented by ne for his family (they being in hibernation) and unsure about what happens around him.

This is a book where the nordic cold, beautiful and mysterious, is everywhere, with snow, storms, iced lakes, aurora borealis and the Great Cold.

It’s a good novel because there are few characters (with respect to the other books) and it’s rhythm is slow and contemplative. The winter creatures described by Tove Jansson are different from the summer or spring ones and generally are placid and phlegmatic (with the exception of some Hemulus), the winter landscapes have a certain magic, and Moominmama is wonderful.

_______

Moominsummer madness by Tove Jansson ★★★★☆
Moominland midwinter
by Tove Jansson ★★★★★

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s