Asking For It by Louise O’Neill

Standard

Read this post in English

Emma O’Donovan è la ragazza che nessuno vorrebbe come amica: bella, gelosa della ricchezza delle amiche, manipolatrice e sempre desiderosa di essere al centro dell’attenzione.

E’ l’estate dei diciotto anni per Emma e le sue amiche, e quindi feste, alcol, il pensiero dell’ultimo anno e l’aspettativa per quello che riserverà dopo il futuro.

Una mattina Emma si risveglia sulla soglia di casa dopo un party, non ricorda cosa è successo la notte prima, ma le amiche iniziano a escluderla, e Emma capirà ben presto che le reazioni sono dovute alle foto della serata che la ritraggono incosciente mentre fa sesso con alcuni ragazzi.

E’ un caso di stupro? Emma in un primo momento dichiara di essere stata consenziente, per poi ritrattare – Emma non ricorda, e il peso psicologico di quello che è avvenuto inizia a farsi sentire. Emma non è mai stata morigerata: tutti sanno che è di costumi liberi, che ama vestirsi in modo provocante e che vuole sempre l’attenzione su di sè. Insomma, se l’è cercata: avrebbe dovuto vestirsi in altro modo, comportarsi in altro modo e non le sarebbe successo nulla.

Louise O’Neill in Asking For It (#notaskingforit) affronta nel romanzo quello che è fonte di polemiche ricorrenti: in uno stupro dove sta la colpa? E c’è forse meno colpa se la vittima aveva una minigonna o un vestito scollato? (Perchè insomma, gli istinti si conoscono, era praticamente un invito). La bravura della scrittrice per me in questo caso sta nell’aver costruito una protagonista “negativa” come Emma e di averla circondata di amicizie apparentemente positive (ma i veri amici si vedono nel momento del bisogno, e nessuno vorrebbe mai per amici quelli di Emma) fino poi al ribaltamento delle parti.

Trovo la scrittura dell’autrice incisiva, e apprezzo la sua scelta di affrontare storie difficili, come in Only Ever Yours.

_______

* Asking For It by Louise O’Neill ★★★★☆

*Ho letto questo libro in Inglese

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s