Giallo banana by Giovanni Di Giamberardino & Costanza Durante

Standard

Vittorio Maria Canton di Sant’Andrea è un conte dalla nobiltà decaduta, ormai venduti i pochi beni di famiglia vive con la zia Magda e il maggiordomo Gelasio (i cui stipendi tardano ad essere pagati). Vittorio è grasso, amante della Settimana Enigmistica e infelice, la rivista di enigmi gli nega la pubblicazione dei suoi cruciverba (firmati con lo pseudonimo di Cher Lo Colmes), il suo fidanzato Pietro è lontano e nessuno lo invita alle feste nè lo aggiunge come amico su Facebook.

Durante una festa a tema rivoluzione Francese – in cui Vittorio non è invitato – Priscilla detta Polly, moglie del conte Caio, viene trovata impiccata: il verdetto è suicidio. Vittorio però non è convinto, e supportato dal fido maggiordomo si accinge a scoprire la verità su quello che per lui è un omicidio vero e proprio.

A essere onesti Giallo banana in quanto giallo è un po’ traballante e sicuramente inferiore a molti alti romanzi, però ha il pregio di ritrarre la società italiana nella sua più sconvolgente tristezza: il desiderio di apparire, il materialismo sfrenato, l’opulenza ignorante dei nostri VIP, conduttori, nobili, … Un secondo pregio è che gli scambi di battute tra Vittorio e i suoi improbabili comprimari mi hanno suscitato spesso una risata, cosa mai da sottovalutare quando si legge un romanzo.


* Giallo banana by Giovanni Di Giamberardino & Costanza Durante ★★★☆☆

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s