I cani di via Lincoln by Antonio Pagliaro

Standard

Palermo, una notte, mentre sta tornando a casa, una ragazza vede in via Lincoln, appesi a un lapione fuori dal ristorante Grande Pechino, diversi cani morti.

Alcune sere dopo viene denunciata una sparatoria nel ristorante, i carabinieri intervengono e trovano otto morti, e indagando scoprono nelle cantine del ristorantante indizi che fanno pensare a traffici complessi e collegamenti tra la mafia locale e quella cinese.

Impegnati nell’indagine sono il tenente dei Carabinieri Cascioferro, cinico e rassegnato, e il magistrato Elisa Rubicone, donna e fiorentina, quindi inadatta a comprendere i delicati equilibri che regolano la città.

La strage in Via Lincoln sarà solo il punto di partenza da cui scaturiranno altri momenti di violenza e vendetta, almeno finchè non verrà raggiunto un nuovo equilibrio.

Da una parte quindi i carabinieri che ingano, aiutati anche da un giornalista locale, e dall’altra la mafia, per cui la strage di via Lincoln è stata un’operazione avventata e mal gestita.

Il lettore segue da una parte i progressi dei carabinieri nell’indagine, dall’altra i meccanismi e le trame che regolano la criminalità locale e che la avvicinano alla politica e alle forze dell’ordine.

Il pregio del romanzo è di non creare eroi, ma raccontare persone realistiche, integrate in un sistema in cui non sempre si può ottenere giustizia, abituate alla violenza, stanche della violenza. L’immersione nel reale è anche data dal linguaggio, ricco di parlate dialettali (diverse però da quelle dei romanzi di Camilleri).


I cani di via Lincoln by Antonio Pagliaro ★★★☆

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s