Gli omicidi dello zodiaco by Soji Shimada

Standard

Read this post in english


Giappone, 1936. In una stanza chiusa del suo studio viene ritrovato morto il pittore Heikichi Umezawa.

Nella stanza viene ritrovato anche un diario del pittore, e dalle pagini deliranti emerge la sua passione per l’astrologia e la determinazione nel creare Azoth, mistica divinità, attraverso la composizione di un corpo perfetto costituito da parti del corpo delle sue figlie.

Il diario è il delirio di un pazzo, ma qualche mese dopo la morte di Umezawa le figlie scompaiono e ne vengono ritrovati i corpi mutilati in diverse aree della nazione, nasce così il caso degli omicidi zodiacali di Tokio.

Quaranta anni dopo il caso è sempre irrisolto, e a trovare la soluzione si cimentano due amici, occasionali investigatori di un caso in cui ormai tutti i sospettati sono morti di vecchiaia.

Gli omicidi dello zodiaco è un giallo definito honkaku, ovvero focalizzato sugli indizi e in cui il lettore è invitato a risolvere il caso prima della rivoluzione finale (cosa che qui invita a fare anche l’autore, nelle sue intromissioni in un paio di capitoli).

Il giallo è di difficile soluzione (io almeno non ci sono riuscita), ma è molto brillante ed è interessante questa modalità in cui il lettore può essere parte attiva dell’indagine.


Gli omicidi dello zodiaco by Soji Shimada ★★★★☆

*Ho letto questo libro in inglese

Advertisements

2 thoughts on “Gli omicidi dello zodiaco by Soji Shimada

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s