Now I Rise (The Conqueror’s Saga #2) by Kiersten White

Standard

Read this post in english


Now I rise è il seguito di Io sono buio, primo capitolo della saga del conquistatore.

Alla fine del primo volume avevamo lasciato Mehmed al potere, Radu al suo fianco pronto ad aiutarlo e Lada pronta alla conquista del trono della Valacchia.

Questo romanzo segue le sorti dei due fratelli, alternando le avventure di Lada con quelle di Radu; la prima è alla spasmodica ricerca di un modo per riconquistare il trono (tramite alleanze, inganni o tramite la semplice dimostrazione di forza), mentre il fratello viene inviato a Costantinopoli come spia per facilitare la conquista della città da parte del sultano Mehmed.

Il romanzo è più ricco di azione rispetto al precedente, infatti assistiamo a battaglie su entrambi i fronti, ma nel complesso l’ho trovato più lento del primo volume (che avevo molto apprezzato); Now I rise è in effetti un romanzo di transizione, e risulta più debole del volume precedente.

Il romanzo si riscatta nella conclusione che getta le basi per il prossimo (e conclusivo?) volume della serie.


* Now I Rise by Kiersten White ★★★☆☆

*Ho letto questo libro in inglese

Now I Rise (The Conqueror’s Saga #2) by Kiersten White

Standard

Leggi questo articolo in italiano


Now I rise follows And I darken, first installment of The Conqueror’s Saga.

At the end of the first book we left Mehmed sultan, Radu on his side and ready to help him and Lada aiming to the Wallachia throne.

This novel follows the adventure of both Lada an Radu; the former desperately in search of a way to gain the throne back (by means of alliances, deceptions or the mere display of force), while her brother is sent by Mehmed to Constantinople as spy to easy the conquest of the city by the sultan.

In this novel there is more action than in the previous one, we are shown battles on both the sides, but I found it overall slower than  the first book (that I really liked). Now I rise is a novel of transition, this is quite evident and it’s a shortcoming of the book.

The ending instead is quite strong and it provides the foundation for the third (and last?) book of the series.


* Now I Rise by Kiersten White ★★★☆☆

*I read this book in english

Questo Canto Selvaggio (Monsters of Verity #1) by Victoria Schwab

Standard

Read this post in english


Il mondo si è popolato di mostri, mostri che uccidono brutalmente, mostri subdoli e mostri che possono rubarti l’anima con le note di una canzone.

La città di Verity è divisa in due fazioni, da una parte gli Harker che hanno fatto patti con i mostri e dispensano salvezza in cambio di favori e denaro, dall’altra i Flynn, che invece cercano di sconfiggere i mostri e garantire una vita sicura ai cittadini.

Kate Harker e August Flynn sono gli eredi delle due fazioni, Kate vorrebbe essere crudele come il padre, August invece è un mostro e vorrebbe solo essere umano.

I due si incontrano a scuola e si trovano ben presto coinvolti in situazioni più grandi di loro: qualcuno sta cercando di porre fine alla tregua tra le due parti della città, e per farlo cosa meglio di sacrificare un erede e dare la colpa all’altro? Kate e August si trovano così a fuggire dalla città senza aver più nessuno di cui fidarsi.

Dell’autrice ho già letto e amato alla follia le serie fantasy per adulti (Shades of Magic e Vicious); Questo Canto Selvaggio è un romanzo YA che incrocia il fantasy e l’avventura, scorrevole e avvincente.


* Questo Canto Selvaggio by Victoria Schwab ★★★★☆

*Ho letto questo libro in inglese

This Savage Song (Monsters of Verity #1) by Victoria Schwab

Standard

Leggi questo articolo in italiano


The world is full of monsters, monsters that kill brutally, sly ones and monsters that can steal your soul with a song.

The city of Verity is divided in two factions: on one side the Harker’s that have made a pact with the monsters and provide safety for money and favours, on the other the Flynn’s, who try to kill the monsters and provide a safe life to people.

Kate Harker and August Flynn are the two heirs, Kate would like to be ruthless like her father, August instead is a monster and would only want to be human.

Kate and August meet at school, and soon they are involved in plots bigger than them: someone is trying to break the truce between the two parts of the city, and what’s better than kill an heir and blame the other one? Kate and August ends up running from the city without certainty on who is to trust of their families.

I already read and loved the Shades of Magic series and Vicious by the same author, both adult books, This Savage Song is a YA novel where fantasy and adventure meets, engaging and fast paced (maybe it’s not as good as Shades of Magic, but I dont’ complain).


* This Savage Song by Victoria Schwab ★★★★☆

*I read this book in english

La ragazza che leggeva nei cuori by Teri Brown

Standard

Read this post in english


Iniziamo con il sorvolare sul titolo Italiano, tanto ormai lo sappiamo che nelle case editrici si lavora alacremente per trovare il titolo più banale possibile e meno indicato al contesto.

New York, anni 20. Anna è una capace illusionista che fa da supporto allo show della madre, Marguerite Van Housen nota medium, che si divide tra spettacoli pubblici e sedute spiritiche private.

Anna è adolescente, vorrebbe più spazio nello spettacolo, vorrebbe conoscere il padre (che la madre le ha raccontato essere Houdini) e soprattutto vorrebbe comprendere perchè ha delle visioni del futuro.

Il romanzo è uno YA paranormale, piuttosto banale, peraltro. Il grosso del romanzo lo passiamo con Anna e i suoi film mentali relativi al padre, ai suoi poteri e ai due possibili interessi amorosi (quando si dice essere originali).

L’ambientazione, ma soprattutto i personaggi non reggono il confronto con una serie di stampo simile, sempre ambientata a New York e basata sul paranormale (The Diviners di Libba Bray).

Ho trovato il romanzo noioso e alcuni colpi di scena tremendamente prevedibili, di sicuro non proseguirò nella lettura della serie.


La ragazza che leggeva nei cuori by Teri Brown ★★☆☆☆

*Ho letto questo libro in inglese

Born of Illusions by Teri Brown

Standard

Leggi questo articolo in italiano


New York, the 20s. Anna is a skilled illusionist and she helps her mother, Marguerite Van Housen, a well-known medium, during public shows and private séances.

Anna is young, she would like to have more space in the show, to know her father (who appears to be Houdini, accordingly to her mother), but more than anything she would like to understand the meaning of the vision of the future she has.

The novel is a paranormal YA, and a not very original one. For the most of the time we follow Anna’s thoughts about her father, her powers and her two love interest (an extremely original idea).

The setting, but more than that the characters, are not up to the ones of another series, set  in New York with paranormal thematic (The Diviners by Libba Bray).

The novel appears quite boring to me, moreover some turn of events were quite expected, I will not go on with the other book of the series.


Born of Illusions by Teri Brown ★★☆☆☆

*I read this book in english

A Conjuring of Light (Shades of Magic #3) by V.E. Schwab

Standard

Leggi questo articolo in italiano


Third and last novel in the Shades of Magic series (the trilogy begins with A darker shade of magic and continues with A Gathering of Shadows), A Conjuring of Light throws the reader in the full of the action, since the previous novel ended when things began to be interesting. Kell was kidnapped and brought to White London, Lila was going after him and Holland was under the force of black power.

In this novel the city that needs to be saved is Red London, Kell’s home, since the creature born in Black London aims in owing all the magic flowing in the Red city.

Holland, free from the control of the evil power, Kell and Lila, the three Antari, are the only people who seem able to own enough power to face the enemy, that is taking control of the city in the meanwhile.

I avoid further details, not to spoil the story, and I come to my opinion: A conjuring of light is a beautiful novel, fast paced and compelling: there are no boring moments, the characters face adventure in various settings, and the worldbuild and character design is very well done. During the story the author takes time also to develop the characters, that interacts coherently to the premises set till now. I particularly enjoyed the decision to talk a bit more of Holland’s past, since he has been a character mostly driven by events (and I still love Lila, so bold and ironic).

I feared during the whole book to be disappointed by the ending, but it was as good as the rest the novel. I think Shades of Magic is a great series and I suggest it to the lovers of the genre, (moreover the USA books have wonderful covers), as well as other novels by Victoria Shwab, original and engaging readings.


*A Conjuring of Light by V.E. Schwab ★★★★★

*I read this book in english

A Conjuring of Light (Shades of Magic #3) by V.E. Schwab

Standard

Read this post in english


Terzo e ultimo romanzo della serie Shades of Magic (preceduto da A darker shade of magic e A Gathering of Shadows) http://wp.me/p3X6aw-VB http://wp.me/p3X6aw-VF, A Conjuring of Light entra diretto nell’azione, anche perchè il secondo romanzo si chiudeva bruscamente sul più bello: Kell rapito e portato in White London, Lila sulla scia per salvarlo e Holland annichilito dal potere oscuro.

In questo romanzo ad essere in pericolo è Red London, patria di Kell, infatti la creatura originata in Black London ambisce a impossessarsi della magia che ancora scorre in Red London.

Holland, liberato dal controllo del potere nero, Kell e Lila, i tre antari, sono gli unici che sembrano avere il potere necessario per contrastare il nemico, che intanto sta prendendo il controllo di parte della città.

Senza entrare ulteriormente nei dettagli, A conjuring of light è un romanzo bellissimo, scorrevole e coinvolgente: non ci sono momenti morti, anzi i protagonisti affrontano una serie di avventure in ambientazioni diverse, e la costruzione delle ambientazioni e dei personaggi è perfettamente riuscita. Nel corso del romanzo l’autrice approfondisce diversi lati del carattere dei protagonisti e comprimari, facendoli anche interagire tra loro in modo coerente alle premesse fatte fino ad ora. Ho particolarmente apprezzato il voler approfondire la figura di Holland, che fino a questo momento ci è sempre apparsa trascinata dagli eventi – e dalla volontà di altri personaggi (ma continuo ad adorare Lila, così spontanea e ironica).

Ho temuto per tutta la lettura – le pagine sono scivolate via senza che me ne accorgessi – di rimanere delusa dal finale, che invece è rimasto all’altezza del resto del romanzo. Non posso che consigliare agli amanti del genere la serie Shades of Magic (la serie USA ha delle copertine di cui vado pazza), così come altri romanzi di Victoria Shwab, originali e avvincenti.


*A Conjuring of Light by V.E. Schwab ★★★★★

*Ho letto questo libro in inglese

The Library at Mount Char by Scott Hawkins

Standard

Leggi questo articolo in italiano


Carolyn has grown up with her eleven siblings in the Library. Each of them has to master a catalogue: a series of books about a specific theme that they have to master, and become God-like. Carolyn for example speaks all the languages of the past, present and future world.

Their Father is now vanished, maybe someone killed him, but even more serious is the fact that none of them is able to go back to the Library, due to a mysterious magic they are not able to destroy.

So, Carolyn and her brother and sisters have to live as common Americans, but it’s ages since they lived like that, before Father came and took them to the Library.

The Library at Mount Char is a book I find truly engaging: the story, at the beginning mostly incomprehensible, becomes clear with the advancement of the plot, thanks also to some feedbacks. We see some weird things, evil, crazy gods in tutu, people who came back from the death, killer dogs, lions and some lucky humans who appear to be immune to the whole folly.

The novel, that made me think about American Gods, is hard to review because it will be so easy to spoiler, but it is hugely entertaining.


* The Library at Mount Char by Scott Hawkins ★★★★★

*I read this book in english

The Library at Mount Char by Scott Hawkins

Standard

Read this post in english


Carolyn è cresciuta con i suoi undici fratelli nella Biblioteca. A ognuno di loro è assegnato un catalogo: un insieme di libri da leggere e di cui apprendere tutti i segreti, per diventare maestri di una specialità, esseri quasi divini; Carolyn ad esempio parla tutte le lingue del mondo presente e passato.

Il Padre però ora sembra scomparso, forse qualcuno l’ha sconfitto, ma ancora più grave è il fatto che la Biblioteca è inaccessibile a causa di una magia che i dodici non riescono ad annullare. Carolyn e i fratelli sono costretti a vivere come Americani normali, anche se da tempo immemorabile non hanno più vissuto così, prima che arrivasse Padre e li portasse nella Biblioteca.

The Library at Mount Char è un libro assolutamente avvincente: la storia, all’inizio incomprensibile, diventa sempre più chiara più si avanza nel romanzo, anche grazie ad alcuni flashback. Ci si aprono scenari popolati da divinità folli in tutù, donne risorte dalla morte, cani assassini, leoni e alcuni esseri umani che inspiegabilmente sembrano essere immuni a questa follia.

Questo romanzo, che mi ha ricordato American Gods, è difficile da commentare, perchè appena ci si sbilancia un attimo si rischiano spoiler clamorosi, ma l’ho trovato di grande intrattenimento.


* The Library at Mount Char by Scott Hawkins ★★★★★

*Ho letto questo libro in inglese