[ARC] Miniatures by John Scalzi

Standard

Read this post in english


Il libro Miniatures: The Very Short Fiction of John Scalzi, come promette il titolo, raccoglie i racconti brevi di John Scalzi (noto per Old Man’s War, Redshirt, e altri romanzi e serie di fantascienza).

Diversi racconti sono centrati sul tema degli alieni che vivono tra noi con i loro usi e costumi, altri hanno come protagonisti computer e oggetti di uso quotidiano con una loro personalità.

Non sono una fan di John Scalzi, però questi racconti brevi sono decisamente ben realizzati e simpatici, una unione di fantascienza e umorismo (e gatti).

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.


* Miniatures by John Scalzi ★★★★

*Ho letto questo libro in inglese

Cargo by Matteo Galiazzo

Standard

Cargo di Matteo Galiazzo è un gran minestrone, e scrive bene chi definisce questo autore un affabulatore, visto il modo con cui riesce a coinvolgere il lettore in un turbine di storie parallele che riescono a incastrarsi l’una con l’altra.

In una storia i nomi dei personaggi sono storpiature di lettere greche, e Alfio, investigatore privato, è incaricato di seguire una studentessa dell’università; in un’altra storia uno studente di economia – un ragazzo normale – cerca di laurearsi, ma gli è impossibile trovare la nuova sede della facoltà.

E poi c’è un altro universo parallelo, questo decisamente diverso dal nostro – tanto da sembrare una parodia della fantascienza – in cui Umbriel (scrittore) incontra in prigione due detenuti affetti da una malattia particolare che sembrano essere collegati al rapimento dell’amata Europa.

E in un altro universo (in cui gli aggettivi finiscono in “errimo”) va in onda una strana intervista radiofonica.

E lentamente tutte le storie cominciano ad avere dei punti in comune, iniziano parallelismi e meccanismi a matrioska, il tutto immerso nel monologo dell’autore che parla degli argomenti più disparati, dall’economia alla fisica alla letteratura.

Cargo è un romanzo strano: è gradevole, scorre bene e anche le storie al suo interno riescono a coinvolgere il lettore, viene un po’ da chiedersi però quale sia il fine ultimo, quale il senso del romanzo (sempre se ci sia).


Cargo by Matteo Galiazzo ★★★☆☆

Lord of All Things by Andreas Eschbach

Standard

Il rapporto tra Hiroshi e Charlotte sembra voluto dal destino. Conosciutesi in Giappone da piccoli, lei figlia dell’ambasciatore francese, lui figlio di una lavandaia dell’ambasciata, diventano subito amici, attratti l’uno dall’altra. Lui da quella bambina capace di parlare subito una lingua sconosciuta, lei da quel bambino serio, capace di aggiustare le cose.

Il destino farà sì che Hiroshi e Charlotte incrocino i propri passi anche da adulti, avvicindandosi e allontanandosi, divisi dalle proprie scelte. Lei con un occhio sempre al passato, grazie alla sua abilità di vedere l’origine delle cose, lui con lo sguardo puntato a un futuro in cui la scienza colmerà il divario tra ricchi e poveri. Lei in balia di diversi amori, lui devoto all’unico amore della sua vita.

Lord of All Things è un meraviglioso romanzo in cui l’autore, tramite Hiroshi e Charlotte, parla delle ingiustizie sociali e delle potenzialità offerte dalla scienza, sfociando nel paranormale e nella fantascienza per spiegare il ruolo dell’uomo nell’universo e sulle nostre origini.

L’autore sceglie di non entrare eccessivamente nei tecnicismi, rendendo il romanzo appetibile a tutti i palati, e non ai soli affezionati della sci-fi, e coniuga diversi generi narrativi senza che la trama perda di coerenza.

E’ bella la costruzione della storia, ed è bella la storia di Hiroshi e Charlotte, che non manca di coinvolgere il lettore. Il risultato è un bellissimo romanzo difficile da dimenticare.

_______

The relation between Hiroshi and Charlotte seems to be meant. They met in Japan as children, she the daughter of the French ambassador, he son of a worker in the embassy laundry, and they become friends. He is attracted by that girl able to speak a foreign language easily, she by that serious boy, able to fix things.

The destiny makes Hiroshi and Charlotte paths cross also as adults, getting closer and further, divided by their own choices. She with a focus on the past, thanks to her ability to see the origin of things, he looking always to a future when science will be able to fill the gap between rich and poor. Charlotte and her many lovers, Hiroshi devoted to the a single person.

Lord of All Things is a wonderful novel where the author, by means of Hiroshi and Charlotte, speaks about social disparities and the potential of science, with paranormal and sci-fi elements to talk about the origin of humanity and it’s means.

The author choses to avoid technicalities, and this makes the novel suitable for any reader and not to the only sci-fi lovers. The novel also puts together some narrative genres without losing in coherence.

The overall novel is beautiful and hard to forget, and it is also nice the story of Hiroshi and Charlotte, able to engage the reader.

_______

Lord of All Things by Andreas Eschbach ★★★★★

[ARC] The Squidder by Ben Templesmith

Standard

La storia è ambientata in un mondo post apocalittico conquistato anni prima dagli squid, alieni tentacolari e Lovecraftiani.

Durante la prima invasione i militari avevano creato un programma di modificazione fisica per creare guerrieri resistenti, gli squidder, che potessero annientare gli invasori. Solo uno di questi uomini è sopravvissuto e vive come mercenario nel mondo ormai controllato degli squid.

Il suo incontro con una sacerdotessa squid, umana rapita da bambina per diventare ponte tra le due razze, segnerà una nuova possibilità per le sorti del pianeta.

La storia riunisce elementi visti altrove (rimandi Lovecraftiani, progetti per creare superuomini, l’unico onesto combattente che lotta contro un mondo corrotto) e ne viene fuori una graphic novel gradevole e ricca di azione, anche se dalla trama a tratti un po’ confusa.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

The story is set in a post apocalyptic world, conquered years ago by the squid, an alien race with Lovecraftian features and tentacles.

During the first alien invasion the military created a body enhancement program to create strong warriors, the squidder, with the aim to kill the invaders. Only one of these men survived, and now he lives as a mercenary in the world now under the squid domain.

His encounter with a squid priestess, a human taken by the squid when she was a child and modified to be a medium between the two races, is the turning point for the whole humanity.

The graphic novel takes known elements (Lovecraft elements, projects to build superhuman beings, the last hero who saves humanity from a corrupted world) to produce a nice, action fast paced story with a plot that sometimes is quite confusing.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.

_______

The Squidder by Ben Templesmith ★★★☆

[ARC] Glory: The Complete Saga by Joe Keatinge

Standard

Read this post in English

Glory (Gloriana Demeter) è un personaggio della Image Comics, una supereroina per metà amazzone e per metà demone che ha scelto di combattere con gli esseri umani.

Questa di Joe Keatinge è una terza versione della saga legata a questo personaggio che anche graficamente cambia rispetto alle precedenti diventando più muscolosa.
Personalmente il fumetto non mi ha coinvolto: ho trovato la storia piuttosto confusa e parziale e la grafica non mi ha colpito particolarmente (alcuni disegni risultano per me piuttosto approssimativi o poco curati).

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.

 

_______

* Glory: The Complete Saga by Joe Keatinge ★★☆☆☆

*Ho letto questo libro in Inglese

The Lives of Tao by Wesley Chu

Standard

Read this post in English

Roen è un programmatore fuori forma, abbastanza sfigato che punta a trovare compagnia – fallendo miseramente – nelle discoteche di Chicago.
Una notte il destino farà sì che nel suo corpo entri Tao, alieno incorporeo che ha la necessità di avere un ospite, pena la morte a causa delle condizioni rigide del clima terrestre.

Roen scoprirà quindi che la storia umana è stata profondamente segnata dalla razza aliena Quasing di cui Tao fa parte: gran parte delle personalità chiave di avvenimenti storici avevano al loro interno uno degli alieni come guida.

I Quasing sono divisi in due fazioni opposte rispetto al modo di trattare gli esseri umani. Roen diventerà quindi un agente per la fazione Prophus (i buoni), supportato dalla presenza di Tao.

Il romanzo è molto scorrevole ed avvicente, ogni capitolo è introdotto da un ricordo di Tao dei suoi precedenti ospiti notevoli e la presenza dell’alieno è visibile in divertenti scambi con il protagonista (in pratica avvengono in una sorta di comunicazione mentale).
La caratterizzazione dei personaggi è ben realizzata, in particolare si apprezza il cambiamento di atteggiamento di Roen e le sue riflessioni rispetto all’etica e morale connesse alle azioni Quasing.

_______

* The lives of Tao by Wesley Chu – ★★★★☆

*Ho letto questo libro in Inglese

La quinta onda by Rick Yancey

Standard

Read this post in English

Il pianeta Terra è minacciato da una invasione aliena: quattro ondate di distruzione per sterminare la popolazione e si avvicina il momento della quinta.
Il romanzo segue la devastazione con gli occhi di alcuni protagonisti, principalmente quelli di Cassie, con l’obiettivo di ritrovare il fratellino, ma anche con quelli di Evan, di Sammy e di Ben, di cui Cassie era invaghita durante le scuole.

L’ambiguità dell’invasione aliena è costruita bene, il lettore non sa mai se fidarsi dei diversi personaggi di contorno (saranno alieni? saranno solo traditori?) e ci sono anche diverse scene di azione incalzanti; purtroppo ha anche diversi difetti.
Cosa non mi ha convinto: in un paesaggio devastato in cui si muore a ogni passo e in cui – citando i protagonisti – “non devi fidarti di nessuno” tutti si fidano abbastanza tranquillamente di tutti; la protagonista Cassie che da timida adolescente muta in modalità Rambo, l’ingenuo fratellino Sammy (che mi ha irritato quanto il fratello di Mila in Mila & Shiro), la triste visione di un possibile triangolo amoroso nei seguiti (ma non se ne può fare a meno? E poi paragonano il romanzo a Ender’s Game – shame on them!) e le incongruenze nella trama (ma se il virus letale ha decimato gli umani perchè non ha decimato anche gli alieni nei corpi umani? In fondo gli alieni sono solo pura coscienza).
Quindi in fin dei conti interessante tenendo comunque conto che le riflessioni sulla condivisione di diverse razze aliene sono qualcosa di già visto in altri romanzi.

_______

* La quinta onda by Rick Yancey – ★★☆☆☆½

*Ho letto questo libro in Inglese

[ARC] Monsters! by Gustavo Duarte

Standard

Read this post in English

Questa graphic novel contiene 3 storie di Gustavo Duarte:

  • Co!
  • Birds
  • Monsters!

Tutti i racconti sono caratterizzati dalla totale assenza di dialogo, l’intera comunicazione della storia è basata sulle immagini che, fotogramma dopo fotogramma dipanano la trama.

Le immagini hanno colori tenui e tratti nitidissimi, mi è piaciuto molto lo stile delle illustrazioni, chiaro e ricco di dettagli.

Le storie sono tutte ottimamente sviluppate e molto divertenti, decisamente un libro che vale la pena leggere (o meglio, guardare).

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

* Monsters! by Gustavo Duarte ★★★★★

*Ho letto questo libro in Inglese

[ARC] Burning Paradise by Robert Charles Wilson

Standard

Read this post in English

In Burning Paradise la Terra – o almeno un certo gruppo di illuminati – affronta la minaccia aliena: la radiosfera in realtà è una gigantesca colonia extraterrestre che ragiona come un formicaio; nel 2007 gran parte degli scienziati che si stavano dedicando al suo studio sono stati sterminati dai simulacri, ovvero propaggini aliene dalla forma umana.

Anni dopo il massacro il romanzo segue due linee di narrazione: da una parte Cassie, suo fratello Thomas, Leo e Beth che fuggono dalla loro casa dopo aver avvistato un simulacro nelle vicinanze e dall’altra gli zii di Cassie, Nerissa ed Ethan, alla ricerca dei nipoti e dello scienziato più dedito allo studio della radiosfera.

Il romanzo ha un ritmo molto incalzante, purtroppo dal punto di vista della componente di fantascienza ho trovato diversi punti deboli; il fatto che nessuno scienziato si sia posto – dal 2007 al tempo della storia – il problema di capire come prendessero forma i simulacri (e se non si è digiuni di fantascienza un paio di idee sul meccanismo possono venire), non si capisce poi perchè la “guerra” tra due colonie aliene debba coinvolgere gli esseri umani.

Dal punto di vista dell’intreccio il finale è abbastanza prevedibile – appena si capisce come si sviluppino i simulacri viene da localizzare quelli in incognito – e poco coerente con le premesse fatte, sia per il carattere dei personaggi che per le modalità di comportamento della colonia.

E’ un gran rincorrersi con molta azione, però da un buon romanzo di fantascienza mi aspetto altri elementi.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

* Burning Paradise by Robert Charles Wilson ★★☆☆☆

*Ho letto questo libro in Inglese

Picnic sul ciglio della strada by Arkadij e Boris Strugackij

Standard

Read this post in English

Amo la fantascienza, eppure le ho dedicato fino ad ora ben poco spazio. Rimedio al volo con una recensione di un romanzo letto diversi mesi fa: Picnic sul ciglio della strada di Arkadij e Boris Strugackij.

Il romanzo è stato anche di ispirazione per il film Stalker (da cui è tratta l’immagine qui sopra), titolo utilizzato anche per alcune edizione italiane del romanzo (Urania).

Continue reading