Horns by Joe Hill

Standard

mistNeil Gaiman – Sandman

Continue reading

Advertisements

The Ordinary Princess by M.M. Kaye

Standard

Read this post in english


Grande gioia nel regno di Phantasmorania per la nascita della settima principessa, Amethyst Alexandra Augusta Araminta Adelaide Aurelia Anne, ancora più bella delle sei biondissime sorelle dalla carnagione perfetta e gli occhi azzurro cielo.

Tradizione impone per la settima nata la partecipazione di fate madrine al battesimo (nessuna esclusione o dimenticanza per evitare spiacevoli contrattempi): la principessina riceve quindi preziosi doni come coraggio, salute, spirito, l’ultima fata, la più anziana, sceglie però un dono inusuale, l’ordinarietà.

E Amethyst diventa così una ben più ordinaria Amy, prima bambina e poi ragazza assolutamente normale, con capelli e occhi castani, lentiggini, desiderosa di divertimenti e annoiata dalle attività delle principesse classiche.

Attività come il matrimonio con principi ricchi, boriosi e assolutamente noiosi agli occhi di Amy che, per evitare matrimoni forzati, fuggirà dal palazzo e scoprirà il valore del lavoro e la bellezza di una vita semplice. Da buona fiaba che si rispetti questa principessa ordinaria riuscirà anche a trovare il principe più adatto a lei, senza bisogno di ricorrere a incontri combinati o, ancora peggio, a draghi.

Ho trovato il libro delizioso, una reinvenzione delle storie di principi e principesse classiche in cui, grazie ad una anziana e paludosa fata, si impara come tutti siano speciali a loro modo, senza bisogno di essere biondi, bellissimi e straordinari.


* The Ordinary Princess by M.M. Kaye ★★★★☆½

*Ho letto questo libro in inglese

[ARC] Henry and the Incredibly Incorrigible, Inconveniently Intelligent Smart Human by Lynn Messina

Standard

Read this post in English

Henry è un giovane robot che ha appena superato il suo tredicesimo upgrade, uno dei più critici, che l’ha reso particolarmente emotivo.

L’entrata nella sua famiglia di un essere umano – una delle attrezzature casalinghe tecnologicamente più evolute – cambierà la sua vita, anche perchè l’umano si mostra molto più intelligente di tutti gli altri esseri umani alle dipendenze di robot.

L’autrice ha creato con grande abilità un mondo in cui i robot sono l’essere senziente dominante mentre gli esseri umani – perlopiù sciocchi e poco efficienti – sono frutto di una nuova tecnologia (due mesi per realizzare un essere umano operativo) e vengono forniti ai robot con tanto di manuale di istruzioni.

In fin dei conti il romanzo ci parla di crescita, di amicizia e di come è essere un ragazzo – spesso incompreso – circondato da adulti che pensano sempre di aver ragione, però proprio l’espediente di ribaltare il rapporto robot / umani rende il tutto più nuovo e divertente.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

* Henry and the Incredibly Incorrigible, Inconveniently Intelligent Smart Human by Lynn Messina ★★★☆☆ 

*Ho letto questo libro in Inglese