[ARC] The Girl in the Tower (The Winternight Trilogy #2) by Katherine Arden

Standard

Leggi questo articolo in italiano


Second installment of the Winternight Trilogy, The girl in the tower story begins a few months after the ending of The bear and the nightingale.

Vasya left her village: despite having fought to save it from the darkness, the villagers say she is a witch, and Vasya struggles for new adventures, so she decides to go and discover the world.

The medieval Russia reserves only a few choices for a woman: nuns of mothers and wives, so Vasya disguises herself as a boy when approaching the villages and cities. In the areas near the capital, the boy Vasya meets the prince and his warriors, and among them her brother  Sasha, who left the village to become a priest.

In the meanwhile, some villages are devastated by bandits’ raids, and all the girls are kidnapped to be sold as slaves, and a dark menace impends on the city of Moscow.

Vasya will end up fighting for the city, her family and her freedom, helped by the folklore spirits and by the frost demon, Morozko.

As in the previous novel, the setting is build up with precision, both folklore and historical elements help in improving the setting and the plot. Here we meet again some characters of The bear and the nightingale, but grown up and changed accordingly to their own story. The plot is engaging and fast paced, a perfect follow-up of the first novel of the series. Now I’m waiting for the last book.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.


* The Girl in the Tower by Katherine Arden ★★★★★

*I read this book in english

Advertisements

[ARC] The Girl in the Tower (The Winternight Trilogy #2) by Katherine Arden

Standard

Read this post in english


Secondo volume della Winternight Trilogy, The girl in the tower riprende la storia a pochi mesi dalla conclusione di The bear and the nightingale.

Vasya ha lasciato il villaggio di origine: nonostante abbia lottato per salvarlo dall’oscurità, gli abitanti la additano come strega, e sempre più il villaggio periferico sta stretto all’intrepida protagonista, che decide di andare a scoprire il mondo.

La Russia medievale però riserva alle donne poche opzioni, suore oppure mogli e madri, quindi Vasya deve travestirsi da uomo quando inizia ad avvicinare centri abitati più grandi. Ed è nelle aree intorno alla capitale che Vasya incontra il principe e i suoi fidati cavalieri, tra cui il fratello Sasha, che aveva lasciato il villaggio per farsi prete.

Nel frattempo, diversi villaggi nei paraggi sono preda di razzie di briganti che rapiscono le bambine per venderle come schiave, e una oscura minaccia incombe sulla città di Mosca.

Vasya si troverà a lottare per la città, per la sua famiglia e per la propria libertà, aiutata dagli spiriti del folklore e dal demone della morte e dell’inverno, Morozko.

Come nel precedente romanzo l’ambientazione è costruita con attenzione, e gli elementi storici folkloristici contribuiscono ad arricchire la trama. In questo volume ri-incontriamo molti protagonisti di The bear and the nightingale, ma cresciuti e cambiati coerentemente con la storia narrata, che risulta molto avvincente e incalzante, un perfetto proseguimento del primo romanzo della serie, ora aspetto l’ultimo volume.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.


* The Girl in the Tower by Katherine Arden ★★★★★

*Ho letto questo libro in inglese

[ARC] The Power of Moments by Chip & Dan Heath

Standard

Leggi questo articolo in italiano


The premise of The power of moments is that some episodes of our lives have more power than others: we remember them for a long time, we become more aware of ourselves or we are able to reach unexpected objectives.

Chip and Dan Heath try in this book to define the best recipe to build meaningful events for other people (e.g. employees, students, clients,..) by analyzing four main characteristics: elevation (from normal), insight, pride and connection (with other people).

Every chapter contain some examples and a final case that summarizes all the key elements presented in the book, useful to explain also how to apply the theory to real life situations.

I found more interesting the first two chapters, and on the long run the book did bore me a little; however I think it is an interesting book because it provides useful hints to build successful experiences for people.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.


* The Power of Moments by Chip & Dan Heath ★★★☆☆1/2

*I read this book in english

[ARC] The Power of Moments by Chip & Dan Heath

Standard

Read this post in english


La premessa alla base di The power of moments è che alcuni eventi hanno maggiore impatto sulla nostra vita: alcuni li ricordiamo più a lungo, altri sono momenti di svolta in cui diventiamo più consapevoli o in cui raggiungiamo degli obiettivi che ci siamo posti.

Chip e Dan Heath cercano quindi in questo testo di ricostruire la ricetta per creare eventi che abbiano impatto sulla vita delle altre persone (dipendenti, studenti, clienti, …), e approfondiscono quattro caratteristiche principali di questi eventi: si differenziano dal quotidiano, fanno acquisire consapevolezza, orgoglio e migliorano la connessione con gli altri.

Ogni capitolo presenta alcuni esempi e un caso riassuntivo finale che tocca tutti gli elementi chiave descritti, utile per far capire come la teoria possa essere applicata anche in situazioni reali.

Onestamente ho trovato più interessanti i capitoli iniziali, e alla lunga il testo mi ha un po’ annoiata, consiglierei comunque la lettura perchè fornisce spunti di riflessione utili per costruire esperienze di successo.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.


* The Power of Moments by Chip & Dan Heath ★★★☆☆1/2

*Ho letto questo libro in inglese

[ARC] Murder, Magic, and What We Wore by Kelly Jones

Standard

Read this post in english


Londra, 1818. In breve tempo a Annis viene comunicato che il padre è morto e che tutti i soldi sono spariti. L’unica possibilità per la ragazza e la zia con cui vive è di abbandonare la costosa Londra a favore di un appartamento in campagna e di trovare un lavoro.

Annis però scopre di avere la magica capacità di cucire glamours, ovvero di rendere gli abiti capaci di mascherare totalmente chi li indossa, anche dando un’apparenza diversa.

La ragazza vorrebbe mettere il suo talento a disposizione delle spie inglesi, anche perché è convinta che suo padre fosse anche lui una spia; inizialmente non considerata, si inventa una seconda vita come Madame Martine, modista.

Il romanzo ha delle potenzialità che però a mio avviso sono poco sfruttate come l’idea di unire magia e spionaggio, peccato che Annis per la maggior parte del tempo non riesca a mettere in pratica il suo talento. La protagonista ha grande determinazione, ma dal romanzo emerge solo il suo carattere ingenuo, mentre altri personaggi appaiono decisamente più avvezzi all’azione e allo spionaggio. Alla lunga questa lettura mi ha annoiato, peccato perchè mi aspettavo qualcosa di più.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.


* Murder, Magic, and What We Wore by Kelly Jones ★★☆☆☆½

*Ho letto questo libro in inglese

[ARC] Murder, Magic, and What We Wore by Kelly Jones

Standard

Leggi questo articolo in italiano


London, 1818. In a short time Annis has notice of her father’s death and that all the money are gone. The only chance for the girl and her aunt is to leave their London house, to move to the country and to look for work.

Annis discovers to have a magic skill: she can sew glamours, so the dress she creates are able to totally disguise the people wearing them.

She wants to use her talent to help the english spies, also because she is convinced her father was a spy himself. Since at the beginning nobody gives her credit, she impersonates Madame Martine, dressmaker.

The novel has a good potential, but they could have been better exploited, like the idea to mix magic and spionage. Unfortunately, Annis spends most of the time in getting hold of her talent. She has great determination, but the main feature that emerges from the novel it’s her naivete, while minor characters take all the action. In the end I found it boring, because I expected something more.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.


* Murder, Magic, and What We Wore by Kelly Jones ★★☆☆☆½

*I read this book in english

[ARC] from Kids Can Press – 6

Standard

Leggi questo articolo in italiano


In this post there are comments about a few titles by Kids Can Press that are going to be published between August and October 2017. Books are listed following publication date.

  • Plume by Isabelle Simler
  • The Tiny Tale of Little Pea by Davide Cali
  • Engineered! by Shannon Hunt
  • Shelter by Céline Claire

Continue reading