La compagnia dei Celestini by Stefano Benni

Standard

La compagnia dei celestini l’ho letto per la prima volta almeno dieci anni fa, poi sciagura volle che lo prestassi ad un’amica (ora non più tale) e che il libro sparisse così dalla mia libreria.

E si potrebbe aprire una lunga e sofferente parentesi sul perchè la gente ritiene il libro oggetto da non restituirsi, ma sorvoliamo.

Ai tempi mi era piaciuto perchè l’autore parlava in modo differente dagli autori dei classici e faceva divertire con situazioni assurde, a rileggerlo oggi alcune parti le trovo troppo. Troppo descrittive, troppo stressata la ricerca della risata, dell’assurdo, del non convenzionale.

Quello che è vero però è che il contenuto del romanzo, nonostante siano passati anni, sia sempre valido: e questo deve far riflettere, perchè è segno che il nostro Paese persevera nel peggiorare.

Continue reading