È la medicina, bellezza! Perché è difficile parlare di salute by Daniela Ovadia, Silvia Bencivelli

Standard

Perchè è difficile parlare di salute? Silvia Bencivelli e Daniela Ovadia ci spiegano che è così per tanti motivi: perchè è un tema complesso per la persona comune, perchè i giornalisti cercano sempre la notizia sensazionale, perchè anche per gli scienziati a volte è difficile dipanare il vero dal falso, perchè i truffatori sono sempre dietro l’angolo, perchè i capitali in gioco sono tanti.

Ogni capitolo è dedicato a un tema specifico (il negazionismo, le medicine lifestyle, la chirurgia, …) che viene affrontato in modo scrupoloso presentando anche uno o più casi emblematici.

In definitiva una lettura molto interessante, più che mai oggi quando l’accesso a Internet consente a tutti un accesso a bufale di varia natura e dimensione: libri come questo ricordano che avere spirito critico è essenziale, anche se spesso in campo medico è difficile – soprattutto se i malati siamo noi o i nostri cari.


* È la medicina, bellezza! by Daniela Ovadia, Silvia Bencivelli ★★★★☆

[ARC] Slipping by Lauren Beukes

Standard

Read this post in english


Lauren Beukes, autrice di The Shining Girls, Moxyland e Zoo City, in questo volume raccoglie storie e saggi scritti nel corso degli anni.

La raccolta è eterogenea: alcuni racconti spiccano rispetto agli altri, e lasciano un ricordo molto vivido. In particolare la storia che dà il titolo alla raccolta ha contenuti molto forti, in un futuro non precisato le multinazionali sponsorizzano le atlete e pagano le modifiche fisiche apportate per ottimizzarle; alla protagonista sono stati rimossi buona parte degli organi interni, ad altre atlete sono stati impiantati arti simili a zampe e così via.

In diversi racconti incontriamo personaggi femminili costretti ad adattarsi alle logiche dello sfruttamento o a rispondere con forza a un mondo che vede le donne come figure deboli (come Thozama in Smileys che difende la sua indipendenza dal soldato che vuole proteggerla a pagamento).

Molte delle ambientazioni sono spinte all’estremo (il fantascientifico e terribile The Green) fino ad arrivare all’assurdo e al meta racconto (Unathi Battles the Black Hariballs, racconto in salsa mecha che non mi è piaciuto particolarmente).

I saggi costituiscono la parte finale del libro e affrontano il tema della violenza sulle donne (All the Pretty Corpses, in cui l’autrice spiega cosa l’ha spinta a scrivere The Shining Girls), un altro sulle condizioni di vita nelle periferie delle città in Africa (Inner City, legato alle ricerche fatte per scrivere Zoo City), e l’ultimo, On Beauty, è una bellissima lettera alla figlia sul tema della bellezza per ricordare che la bellezza non è solo dettata da – estremi – standard fisici, ma è anche interiore: gentilezza, intelligebnza, spirito.

Nel complesso è una raccolta interessante, non tutti i testi sono allo stesso livello, ma alcune delle storie rimangono impresse e fanno riflettere.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.


* Slipping by Lauren Beukes ★★★☆☆½

*Ho letto questo libro in inglese