[ARC] Twisted Dark #1 – 2 by Neil Gibson

Standard

Twisted Dark è una raccolta di racconti – più o meno brevi – dalle atmosfere cupe. I racconti via via contribuiscono a costruire un universo di storie interconnesse per la presenza di elementi o personaggi.

Ogni storia è illustrata da un diverso artista, e questo comporta una disomogeneità di stile complessiva: nelle graphic novel secondo me la trama è importante quanto la resa grafica, e in alcuni casi il trovare il disegno lontano dal mio gusto ha contribuito a non farmi piacere neanche il racconto.

Le storie sono caratterizzati o da temi cupi, o da finali a sorpresa che virano sull’assenza di lieto fine, ne ho apprezzate alcune, ma per la maggior parte non ho trovato la raccolta particolarmente innovativa.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

Twisted Dark is a collection of tales – from short stories to longer forms – with dark atmosphere. The tales contributes in building up a universe where stories are connected by elements or recurring characters.

Each story is illustrated by a different artist, and this makes the collection graphically non homogeneous: concerning graphic novels I think that the drawing are important as the plot, and here sometimes the imagery was quite far from my like corresponded in not liking the story.

The tales have dark and twisted themes, or surprise endings that are not happy. I liked some, but overall I think the collection is not particularly innovative.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.

_______

Twisted Dark volume 1 by Neil Gibson ★★☆☆☆½
Twisted Dark volume 2 by Neil Gibson ★★☆☆☆½

 

 

From Hell: Dall’Inferno by Alan Moore & Eddie Campbell

Standard

Read this post in English

Il mio rapporto con i lavori di Alan Moore è complesso, altalenante e in evoluzione. Considero Watchmen uno dei migliori fumetti sulla difficoltà nell’essere speciali, supereroi, e ne apprezzo la struttura grafica a simboli e rimandi ricorrenti.

Neonomicon invece non l’ho per nulla apprezzato per l’esagerazione della violenza anche rispetto alle atmosfere originali di Lovecraft.

From Hell non è sicuramente uno dei lavori che preferisco, e si colloca tra le due graphic novel che ho citato. Dalla sua ha una ricostruzione precisa degli eventi (di una delle versioni possibili, come viene anche spiegato in appendice) e delle zone di Londra protagoniste dell’orrore di Jack lo squartatore. Interessanti anche le visioni del mondo moderno da parte di uno dei personaggi, inaspettate sia per lui che per il lettore.

Di contro – e pesa molto in un libro interamente disegnato – le immagini con tratto abbozzato ed approssimativo, tanto che spesso i personaggi tendono a confondersi fino a creare estrema confusione nel lettore.

_______

* From Hell: dall’Inferno by Alan Moore & Eddie Campbell ★★☆☆½

*Ho letto questo libro in Inglese

[ARC] Pinocchio, Vampire Slayer by Dusty Higgins

Standard

Read this post in English

Questa graphic novel prende il via dal noto romanzo di Collodi (e non dalla sdolcinata versione Disney); nelle prime pagine un riassunto grafico della storia originale – senza censura delle parti più drammatiche – e poi si entra nel vivo dell’invenzione.

Dopo la riunione con Geppetto la città in cui vivono viene attaccata da malvagi vampiri che uccidono il falegname lasciando così Pinocchio nelle cure di Mastro Ciliegia e della fatina. Il legno di cui è fatto Pinocchio si scopre ben presto essere l’unico mezzo per sconfiggere i mostri, da cui scene epiche in cui il protagonista racconta bugie per poi utilizzare il naso come arma.

La narrazione procede spedita, riprendendo sia elementi del romanzo originale che nuovi senza lesinare in ironia, il vero peccato è il fatto che questa che ho tra le mani sia solo un’anteprima del volume completo.

A livello grafico è molto ben realizzata e curata con immagini in bianco, nero e grigi ed esperdienti differenti (simili a incisioni nel legno) per narrare di episodi passati.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.

_______

* Pinocchio, Vampire Slayer by Dusty Higgins ★★★½

*Ho letto questo libro in Inglese

Marjane Satrapi – graphic novels

Standard

Read this post in English

“Il regime aveva capito che una persona che usciva di casa domandandosi:

avrò i pantaloni abbastanza lunghi?

Sarà a posto il foulard?

Si noterà che sono un po’ truccata?

Mi frusteranno?

Non si chiedeva più:

dov’è andata a finire la mia libertà di pensiero?

Potrò mai esprimermi liberamente?

Vale la pena continuare a vivere?

Cosa fanno ai prigionieri politici?”

 

Marjane Satrapi è l’autrice della famosa graphic novel Persepolis in cui si racconta parlando del suo paese d’origine e dei cambiamenti politici e religiosi avvenuti nelle varie rivoluzioni culturali.

I lavori di questa autrice (sotto oltre a Persepolis c’è il mio commento relativo a Taglia e Cuci, una visione solo femminile di amore, sesso e matrimonio) sono capaci di portarci in un’altra cultura, di raccontarci la Storia e di descriverci il disagio di chi sceglie di non assoggettarsi alla massa ma di continuare a sostenere il proprio pensiero ed i propri ideali.

Continue reading

[ARC] Snapshot by Andy Diggle

Standard

Read this post in English

Jake è un ragazzo normale che lavora in un negozio di fumetti. Una mattina, mentre sta andando in bicicletta al lavoro, trova un cellulare in un parco e lo raccoglie.
Sfortunatamente si accorgerà ben presto dell’errore: il cellulare contiene foto di uomini assassinati e Jake, ritrova inseguito da personaggi senza scrupoli, dovrà fare di tutto per sopravvivere.

Una graphic novel avvincente, personalmente ho preferito la prima parte in cui Jake non sa bene a cosa credere (l’uomo è morto veramente?) a quella finale, molto più di azione che thriller.
Dal punto di vista grafico lo stile delle immagini mi è piaciuto, la scelta di lasciare solo il bianco e nero intensifica la drammaticità del racconto.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

* Snapshot by Andy Diggle – ★★☆☆☆

*Ho letto questo libro in Inglese

[ARC] Viscera: Epic Frail by Nathan Massengill

Standard

Read this post in English

Viscera, ultima donna libera della sua specie (più forte degli esseri umani e dotata di uno “scudo” – tipo barriera di forza), ha il desiderio di rimanere libera: le donne sono normalmente considerate un possesso degli uomini della sua razza.
Viscera concede così un appuntamento a chi voglia conquistarla, lei d’altro canto sarà costretta ad uccidere per mantenere il suo status.

Il messaggio dell’autore – indicato al termine del libro – è quello di aumentare la consapevolezza sulle violenze alle donne utilizzando un personaggio che sì, subisce violenza, ma non perde di vista il proprio obiettivo, ribaltando quindi la situazione.

Da una parte trovo lodevole l’iniziativa, dall’altra non penso che il messaggio emerga dalla storia; per quanto riguarda la componente grafica non mi è piaciuto lo stile delle immagini che mi ha lasciato l’impressione fossero poco curate.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

* Viscera by Nathan Massengill – ★★☆☆☆

*Ho letto questo libro in Inglese

L’ospite equivoco by Edward Gorey

Standard

Read this post in English

Di questo autore volevo leggere “The Gashlycrumb Tinies” che però non ho trovato in biblioteca, mi sono quindi accontentata de “L’ospite equivoco”.
Nel libro abbiamo quindi un poema a coppie di versi associato a un disegno rigorosamente in bianco e nero.
Il poema è un nonsense, così come l’ospite del racconto, il risultato finale (versi + immagine) è divertente anche grazie al contrasto tra il contenuto leggero ed i disegni cupi, quasi gotici.

_______

* L’ospite equivoco by Edward Gorey ★★★★☆

*Ho letto questo libro in Italiano

[Series] Sin City – Vol 1 – 4 by Frank Miller

Standard

Read this post in English

Pensando alle graphic novels – alla cui lettura mi dedico frequentemente – non posso non ricordare Sin City, serie cruda e bellissima che ho amato per storie e immagini.

Dato che i volumi sono 7 ho deciso di spezzare le recensioni in due post distinti; sotto troverete le mie recensioni ai primi quattro volumi, i restanti tre seguiranno.

L’edizione che posseggo io è una delle ultime ristampe (intorno al 2011) con copertina minimale – tanto da non sembrare neanche una copertina – nessun titolo e riferimento all’autore, ma si entra subito nel vivo con un’immagine.

Continue reading