[ARC] La generazione by Flavia Biondi

Standard

Read this post in english


Matteo, a causa di disaccordi con il compagno, decide di lasciare Milano e tornare a casa. Non a casa del padre però, che forse non gli ha mai perdonato l’essere omosessuale. Matteo si trasferisce allora a casa della nonna che vive con le tre zie e con la cugina, in attesa di un figlio.

Matteo dovrà imparare a tornare in famiglia, e questo cambiamento gli porterà nuove responsabilità, dovendosi occupare della nonna invalida e delle faccende di casa.

La generazione è un libro commovente e coinvolgente, ma allo stesso tempo leggero; Matteo riscoprirà sè stesso, ma anche il passato della sua famiglia e le difficoltà affrontate dalla generazione precedente.

Questo libro è stata una piacevole scoperta, sia sotto l’aspetto narrativo che su quello delle illustrazioni, una lettura decisamente consigliata.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.


* La generazione by Flavia Biondi ★★★★☆

*Ho letto questo libro in inglese

[ARC] Le ragazze by Emma Cline

Standard

Read this post in english


Le ragazze segna l’ersordio di Emma Cline, ed è un romanzo convincente e ben riuscito. La storia gravita intorno a Evie Boyd, adolescente nell’estate del 1969 in California.

Il romanzo è ambientato in due momenti diversi: tutto inizia con Evie adulta che ricorda l’estate della sua adolescenza in cui ha incontrato Suzanne e il gruppo di Russell.

Evie è un’adolescente afflitta dal grande dilemma dell’adolescenza: non si sente parte di nessun gruppo, ha una sola amica, Connie, e vorrebbe essere notata dai suoi coetanei; il divorzio dei genitori e la madre concentrata su nuovi spasimanti – e una nuova vita, più new-age – contribuiscono ad aumentare il senso di solitudine di Evie.

Un giorno Evie incontra Suzanne, ragazza dal fascino magnetico e che per Evie appartiene al gruppo di quelle ragazze superiori, gruppo a cui non riesce mai ad appartenere. Questa volta però Evie viene notata, e Suzanne la introduce alla vita del ranch, una sorta di comune capitanata da Russell, predicatore di un nuovo ordine sociale, e aspirante musicista.

Evie si sente attratta da questo nuovo modo di vivere, anche perché sente di appartenere al gruppo come mai le è capitato. Il romanzo è diviso in tre parti, e all’inizio di ognuna abbiamo a che fare con la Evie adulta, ormai tormentata e segnata dai ricordi del passato: l’evidenza dei risvolti criminali del gruppo di Russell, il coinvolgimento di Suzanne e il pensiero di poter essere trascinata dal gruppo se si fosse trovata con loro durante gli omicidi sono un peso insostenibile.

La trama si rifà agli avvenimenti legati alla famiglia di Charles Manson, avvenuti proprio in quegli anni e in quei luoghi, ma l’elemento su cui ruota il romanzo non è la follia del gruppo, ma il sentirsi o meno appartenenti ad esso. Il titolo stesso riassume la visione di Evie, adolescente e adulta: le ragazze si distinguono dallo sfondo, e Evie, mai totalmente integrata in nessun gruppo, le guarda da lontano e vorrebbe essere con loro.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.


* Le ragazze by Emma Cline ★★★★☆½

*Ho letto questo libro in inglese

Una stanza piena di sogni by Ruta Sepetys

Standard

Read this post in English

1950, Josie vive nel quartiere francese di New Orleans in una piccola stanza sopra la libreria. Josie è anche figlia di una delle prostitute che lavorano per Willy, donna determinata e molto ben disposta verso Josie che lavora per lei aiutandola a tenere in ordine le stanze del bordello.

A differenza della madre, interessata solo a uomini facoltosi, al potere e al denaro, Josie è sveglia e ha l’obiettivo di ritagliarsi un posto dignitoso nel mondo.

L’incontro con un turista nella libreria e con una ragazza di buona famiglia segneranno l’inizio del cambiamento per Josie che si troverà a riflettere su che strada prendere: abbandonare il quartiere per un’università che non può permettersi o restare, in balia della madre accusata di omicidio e delle sue cattive conoscenze.

Ruta Sepetys in Out of the easy racconta la storia di una ragazza normale che deve decidere cosa fare della sua vita; il romanzo è molto scorrevole e ho trovato convincenti i personaggi, a partire da Josie, legata a un mondo in cui fatica ad appartenere ma comunque ignara di alcuni suoi aspetti, tanto da dover compiere un percorso personale per riunire indizi e scoprire la verità sulle persone intorno a lei.

_______

* Out of the Easy by Ruta Sepetys ★★★★☆½

*Ho letto questo libro in Inglese

[ARC]s by Becca Price

Standard

Becca Price è un’autrice di libri e racconti per bambini di cui ho già parlato nel blog (vedi Dragon and dreams, Fairies and Fireflies, The Snarls e l’intervista all’autrice). Mi sono accorta in questi giorni di avere ancora due suoi libri per bambini da leggere e recensire: Heart of Rock e Bridge of Seven Stones.

_______

Becca Price is an author of children books I already talked about in the blog (see Dragon and dreams, Fairies and Fireflies, The Snarls and the interview to the author). I recently noticed that I had other two of her books to read and review: Heart of Rock e Bridge of Seven Stones.

Continue reading

La tristezza degli angeli by Jón Kalman Stefánsson

Standard

La tristezza degli angeli è il secondo capitolo di una trilogia Islandese con protagonista un Ragazzo, non meglio nominato, ambientata nell’Islanda dell’ottocento.

Nel primo volume – Paradiso e Inferno – il Ragazzo è costretto ad affrontare la morte di un amico ed il viaggio per restituire il volume del “Paradiso Perduto” al suo proprietario, un ex capitano ora cieco. Il romanzo chiudeva con una nuova prospettiva di vita per il protagonista, accolto ed impiegato nella locanda del paese.

Questo volume lo vede invece costretto a partire per nuove avventure con Jens, il postino, che accetta il compito di consegnare la posta in una zona coperta da un altro uomo, purtroppo malato. Jens ed il Ragazzo si troveranno ad affrontare l’inverno islandese ed a lottare per sopravvivere: Jens ha il terrore delle barche mentre il Ragazzo non è abituato a lunghe camminate nelle bufere. Durante il viaggio gli sporadici incontri permettono di comprendere le caratteristiche e le difficoltà di una vita in condizioni estreme che impediscono anche il contatto tra fattorie vicine per il perdurare dell’inverno.

Il romanzo affronta i temi della morte e le relazioni tra personaggi molto differenti ponendo sempre il peso sull’importanza delle parole e della scrittura, una lettura molto interessante anche se sicuramente non un page-turner.

_______

La tristezza degli angeli by Jón Kalman Stefánsson ★★

Blankets by Craig Thompson

Standard

Read this post in English

Blankets è il racconto autobiografico dell’autore sotto forma di fumetto in cui parla del passaggio dall’infanzia all’adolescenza, del rapporto con i familiari e di una prima storia d’amore.

Craig nasce e cresce in una famiglia profondamente cattolica in Minnesota? e le sue esperienze di vita gravitano fortemente intorno alla Chiesa ed alla religione, un esempio sono i campi estivi organizzati.

Ci viene raccontata la storia di un bambino prima e poi adolescente diverso dagli altri, che ama disegnare ed è preso di mira da varie categorie di bulli ben amalgamati nella società in cui vivono. Da adolescente incontra Raina, una ragazza conosciuta in un campo invernale, con cui trascorre un paio di settimane in estate durante il divorzio dei genitori di lei.

Le coperte che danno il titolo alla graphic novel sono quelle condivise con il fratello con cui Craig dormiva quando erano bambini (su un letto che si trasformava in una barca a proteggerli dagli squali per terra nei loro giochi) e quella cucita da Raina.

Nel complesso la storia è quasi banale: un ragazzo cresce fino a diventare adulto e ricorda alcuni momenti chiave della sua vita, ma va sicuramente apprezzata la scelta dell’autore ad aprirsi e raccontare la propria adolescenza.

Le parti che ho trovato più “fastidiose” sono quelle dedicate alla religione: trovo sempre incredibile come possano essere estremizzati insegnamenti e comportamenti sulla base di presunte direttive imposte dalle scritture.

_______

* Blankets by Craig Thompson ★★★☆☆½

*Ho letto questo libro in Italiano

Paradiso e inferno by Jón Kalman Stefánsson

Standard

Paradiso e inferno è il primo romanzo di una trilogia in cui l’autore racconta la crescita interiore del Ragazzo, uno dei protagonisti del romanzo, costretto ad affrontare la perdita del suo migliore amico, Bárður, durante un’uscita per la pesca del merluzzo.Intorno a questa tragedia si muovono diversi personaggi, ognuno con le proprie difficoltà e problemi: il capitano ormai cieco che ama leggere, la locandiera infamata dal resto del villaggio, i pescatori che sperano di non essere inghiottiti dal mare.

A fare da sfondo a queste vite un’Islanda ottocentesca, dalla natura prorompente, da una parte il mare Artico implacabile, dall’altra le montagne innevate e lunghissimi tragitti per andare da un villaggio all’altro, per spostarsi tra i fiordi.

La scrittura evocativa trasforma l’avventura del Ragazzo che vuole restituire “Paradiso perduto”, preso in prestito da Bárður, in un viaggio dentro sè stessi, sul significato della vita, dell’amicizia e delle parole, appiglio che può risollevare l’uomo dal freddo inverno.

Un romanzo molto bello, sicuramente seguirò il percorso del Ragazzo – così indefinito nel suo essere senza nome – nei romanzi successivi.

_______

Paradiso e inferno by Jón Kalman Stefánsson ★★

OT. L’Islanda è stupenda, un paesaggio in continuo mutamento, dai ghiacci ostili, il mare freddo ma anche distese verdi e fiorite.

Iceberg a Jökulsárlón

 

Marjane Satrapi – graphic novels

Standard

Read this post in English

“Il regime aveva capito che una persona che usciva di casa domandandosi:

avrò i pantaloni abbastanza lunghi?

Sarà a posto il foulard?

Si noterà che sono un po’ truccata?

Mi frusteranno?

Non si chiedeva più:

dov’è andata a finire la mia libertà di pensiero?

Potrò mai esprimermi liberamente?

Vale la pena continuare a vivere?

Cosa fanno ai prigionieri politici?”

 

Marjane Satrapi è l’autrice della famosa graphic novel Persepolis in cui si racconta parlando del suo paese d’origine e dei cambiamenti politici e religiosi avvenuti nelle varie rivoluzioni culturali.

I lavori di questa autrice (sotto oltre a Persepolis c’è il mio commento relativo a Taglia e Cuci, una visione solo femminile di amore, sesso e matrimonio) sono capaci di portarci in un’altra cultura, di raccontarci la Storia e di descriverci il disagio di chi sceglie di non assoggettarsi alla massa ma di continuare a sostenere il proprio pensiero ed i propri ideali.

Continue reading

Il blu è un colore caldo by Julie Maroh

Standard

Read this post in English

Il fumetto, a cui è ispirato il film La vita di Adele, racconta l’intensa storia d’amore tra Clémentine e Emma, la ragazza dai capelli blu.

Non è una lettura innocua, di intrattenimento: l’autrice non a caso riassume in un paio di pagine i momenti felici delle due ragazze lasciando ampio spazio per parlare delle difficoltà incontrate e superate.

E’ un amore difficile non tanto perchè omosessuale (il fumetto ci ricorda infatti quanto l’amore si universale e non possa sottostare a categorie), quanto per il fatto che le due saranno costrette ad affrontare e accettare quello che sono e quello di cui hanno paura e quello che il loro amore suscita nelle altre persone – perchè il giudizio incombe qualunque cosa facciamo.

La storia è molto bella e commovente, strutturalmente il fumetto si appoggia più alle immagini che alle parole per comunicare al lettore: le immagini del passato sono come delicati acquerelli sui toni dei grigi e dei marroni in cui fa capo il blu a scaldare i ricordi di Clémentine.

E’ una graphic novel significativa e molto curata.

_______

* Il blu è un colore caldo by Julie Maroh ★★★★☆½

*Ho letto questo libro in Italiano