[ARC] The Immortalists by Chloe Benjamin

Standard

Read this post in english


New York, fine anni ’60. I quattro fratelli Gold, un po’ per gioco, un po’ per dimostrare di essere coraggiosi, decidono di incontrare una sensitiva in grado di predire la data della loro morte.

Da questo momento del romanzo in avanti seguiamo la vita di Simon, Klara, Daniel e Varya singolarmente, in un continuo passaggio di testimone.

I quattro fanno scelte completamente opposte, e questo elemento della storia dà modo all’autrice di parlare di diversi stili di vita ed eventi storici: l’AIDS, la vita di artisti da strada, l’America post 11 settembre, l’utilizzo di animali nella ricerca, i disturbi ossessivo compulsivi.

Il tema che collega tutte queste vicende, e che fa poi da scheletro a tutto il romanzo, è l’opposizione tra destino e libero arbitrio: se i Gold non avessero visitato la sensitiva, sarebbe cambiato qualcosa nelle loro vite? Rispetto a questo tema la vita più interessante è quella di Klara, decisa a essere più potente di un ipotetico destino, sempre in bilico tra la realtà e l’illusione.

In sostanza The immortalist è un romanzo gradevole, in cui alcuni episodi spiccano anche perchè più focalizzati sul tema portante e meno “distratti” da altre tematiche.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.


* The Immortalists by Chloe Benjamin ★★★☆☆

*Ho letto questo libro in inglese

Advertisements

Tempo di spettri by Leo Perutz

Standard

Read this post in english


Vittorin, tornato in Vienna dopo la guerra in Russia, non è sereno. A turbarlo è il ricordo del comandante Seljukov, dal comportamento sprezzante che per superficialità aveva lasciato morire uno dei commilitoni.

Vittorin riprende il lavoro, ma con il solo obiettivo di guadagnare abbastanza per tornare in Russia e compiere la vendetta tanto desiderata.

Inizia così una caccia all’uomo, disperata e determinata: Vittorin vivrà molte avventure, ma niente riuscirà a scalfire la sua determinazione.

E mentre il protagonista rincorre Seljukov per tutta Europa, il destino sembra servirsi di questo viaggio per segnare la storia degli altri personaggi.

Tempo di spettri è un bel romanzo che inizia lento ma si riscatta nella parte conclusiva; purtroppo i vari riferimenti a battaglie e schieramenti rallentano la lettura a chi non conosce i dettagli


* Tempo di spettri by Leo Perutz ★★★☆☆

*Ho letto questo libro in italiano

Lord of All Things by Andreas Eschbach

Standard

Il rapporto tra Hiroshi e Charlotte sembra voluto dal destino. Conosciutesi in Giappone da piccoli, lei figlia dell’ambasciatore francese, lui figlio di una lavandaia dell’ambasciata, diventano subito amici, attratti l’uno dall’altra. Lui da quella bambina capace di parlare subito una lingua sconosciuta, lei da quel bambino serio, capace di aggiustare le cose.

Il destino farà sì che Hiroshi e Charlotte incrocino i propri passi anche da adulti, avvicindandosi e allontanandosi, divisi dalle proprie scelte. Lei con un occhio sempre al passato, grazie alla sua abilità di vedere l’origine delle cose, lui con lo sguardo puntato a un futuro in cui la scienza colmerà il divario tra ricchi e poveri. Lei in balia di diversi amori, lui devoto all’unico amore della sua vita.

Lord of All Things è un meraviglioso romanzo in cui l’autore, tramite Hiroshi e Charlotte, parla delle ingiustizie sociali e delle potenzialità offerte dalla scienza, sfociando nel paranormale e nella fantascienza per spiegare il ruolo dell’uomo nell’universo e sulle nostre origini.

L’autore sceglie di non entrare eccessivamente nei tecnicismi, rendendo il romanzo appetibile a tutti i palati, e non ai soli affezionati della sci-fi, e coniuga diversi generi narrativi senza che la trama perda di coerenza.

E’ bella la costruzione della storia, ed è bella la storia di Hiroshi e Charlotte, che non manca di coinvolgere il lettore. Il risultato è un bellissimo romanzo difficile da dimenticare.

_______

The relation between Hiroshi and Charlotte seems to be meant. They met in Japan as children, she the daughter of the French ambassador, he son of a worker in the embassy laundry, and they become friends. He is attracted by that girl able to speak a foreign language easily, she by that serious boy, able to fix things.

The destiny makes Hiroshi and Charlotte paths cross also as adults, getting closer and further, divided by their own choices. She with a focus on the past, thanks to her ability to see the origin of things, he looking always to a future when science will be able to fill the gap between rich and poor. Charlotte and her many lovers, Hiroshi devoted to the a single person.

Lord of All Things is a wonderful novel where the author, by means of Hiroshi and Charlotte, speaks about social disparities and the potential of science, with paranormal and sci-fi elements to talk about the origin of humanity and it’s means.

The author choses to avoid technicalities, and this makes the novel suitable for any reader and not to the only sci-fi lovers. The novel also puts together some narrative genres without losing in coherence.

The overall novel is beautiful and hard to forget, and it is also nice the story of Hiroshi and Charlotte, able to engage the reader.

_______

Lord of All Things by Andreas Eschbach ★★★★★