[ARC] The Somnambulist and the Psychic Thief by Lisa Tuttle

Standard

Read this post in english


All’inizio del romanzo incontiamo Miss Lane, la protagonista, che abbandona un impiego e ne trova uno come assistente del detective Mr Jasper Jesperson.

I due faticano a trovare un impiego, finchè – un po’ per abilità e un po’ per fortuna – la loro assistenza viene richiesta dalla sorella del loro padrone di casa: il marito è soggetto a episodi di sonnambulismo e a nessuno è chiaro il motivo del comportamento improvviso.

Nello stesso periodo a Londra diversi medium scompaiono dalla scena mentre un nuovo talento si affaccia nel panorama degli esperti del paranormale.

The Somnambulist and the Psychic Thief è un giallo avventuroso ambientato nel pittoresco contesto dei medium / persone con poteri vari, è scorrevole ma non spicca per particolari elementi; il risultato dell’indagine è piuttosto scontato.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.


* The Somnambulist and the Psychic Thief by Lisa Tuttle ★★★☆☆

*Ho letto questo libro in inglese

[ARC] The Somnambulist and the Psychic Thief by Lisa Tuttle

Standard

Leggi questo articolo in Italiano


At the beginning of the novel we meet Miss Lane, the main character, while she leaves a work and begins another one as assistant to the detective Mr Jasper Jesperson.

They have problems in finding works, until their help is required – by lick and by their skill – by the sister of the owner of their apartment: her husband suffers of somnambulism and nobody is able to understand the reason of this unexpected behaviour.

In the same time in London some mediums disappear, while a new talent is becoming famous in the paranormal field.

The Somnambulist and the Psychic Thief is an adventurous crime story set in the peculiar world of mediums and paranormal, it’s a good read but it does not catch the reader curiosity, and the inquiry result is quite obvious.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.


* The Somnambulist and the Psychic Thief by Lisa Tuttle ★★★☆☆

*I read this book in english

Jolly Foul Play (Wells and Wong #4) by Robin Stevens

Standard

Leggi questo articolo in italiano


Daisy and Hazel are back to Deepdean for a new school year, that seems quite distressing for the new appointed head girl, Elizabeth Hurst, cruel collector of secrets, and for her five prefects, cruel as well towards the other students.

During Guy Fawkes’s night, after the bonfires all the students see together, Elizabeth is found dead. Everyone think it’s an incident, but the Detective Society guesses it’s again a murder; sometimes to keep her own secrets a girl may do anything.

The detecting is about finding clues and finding papers with written students secrets. This time Daisy and Hazel detect with the help of their room friends, engaging more people in the Detective Society that at the beginning was made only of the two of them.

Jolly Foul Play is the fourth installment in the A murder most unladylike mystery series (known also as Wells & Wong) and it’s nice as the preceding three. I liked the idea to involve more character in the story and the fact that Daisy and Hazel are growing up and sometimes they have a discussion.

In the background there is also a boy, Alexander, met in the third book (First Class Murder), and now Hazel’s pen friend, and it seems that in the next book we will also meet Daisy counterpart.

Here you can find the comment about the first two books of the series.


Jolly Foul Play by Robin Stevens ★★★★☆

*I read this book in english

Jolly Foul Play (Wells and Wong #4) by Robin Stevens

Standard

Read this post in english


Daisy e Hazel sono tornate a Deepdean per il nuovo anno scolastico, che si rivela drammatico a causa della nuova ragazza responsabile dell’ordine delle altre studentesse (head girl), Elizabeth Hurst, spietata collezionista di segreti che si fa aiutare da cinque prefetti altrettanto crudeli nei confronti delle studentesse.

Nella notte di Guy Fawkes, dopo i fuochi d’artificio a cui assisteva tutta la scuola, Elizabeth viene trovata morta. Tutto fa pensare a un incidente, ma la Detective Society intuisce che si tratta ancora una volta di un omicidio; a volte per mantenere i propri segreti si è disposti a tutto.

L’indagine si dipana tra la ricerca di indizi e ritrovamenti di fogli di un quaderno che indicano i segreti delle collegiali: questa volta Daisy e Hazel si fanno aiutare dalle compagne di stanza, allargando così la società che prima contava solo le due protagoniste.

Jolly Foul Play è il quarto romanzo della serie A murder most unladylike mystery (citata anche come Wells & Wong) ed è godibile come i tre precedenti. Ho apprezzato la scelta di far evolvere il gruppo includendo altre ragazze e dando quindi spazio a nuovi personaggi. In questo romanzo c’è anche qualche screzio tra Daisy e Hazel che contribuisce a rendere la storia più realistica – sono pur sempre due bambine – ed è conseguenza dell’evoluzione del carattere delle due – stanno pur sempre crescendo.

Sullo sfondo fa capolino anche Alexander, conosciuto nel terzo volume (First Class Murder), e ora amico di penna di Hazel, e tutto dà l’impressione che nei prossimi volumi conosceremo anche la controparte maschile di Daisy.

Il commento ai primi due volumi lo trovate qui.


Jolly Foul Play by Robin Stevens ★★★★☆

*Ho letto questo libro in inglese

[Series] Miss Detective by Robin Stevens

Standard

Read this post in english


La serie Miss Detective di Robin Stevens è ambientata negli anni ’30 in Inghilterra (1934-35 i primi due romanzi della serie).

Le due protagoniste sono Daisy Wells e Hazel Wong, due ragazze di circa tredici anni, grandi amiche e entrambe alunne in un collegio femminile. Daisy è inglese, bionda, coraggiosa e incontenibile: ha sempre nuovi progetti in mente, ed è lei ad aver inventato la Wells and Wong detective society. Hazel è cinese (di Hong Kong per la precisione) ed è stato suo padre a volere che studiasse in Inghilterra; al contrario di Daisy è timida, timorosa e più riflessiva.

Continue reading

[Series] Wells and Wong by Robin Stevens

Standard

Leggi questo articolo in italiano


The Wells & Wong series by Robin Stevens is set in the ’30 in England (the first two book in particular in 1934-35).

The two main characters are Daisy Wells and Hazel Wong, two girls about thirteen, great friends and both studying in a boarding school for girls. Daisy is english, blonde, bold and operative: she has always new project in mind, and she is the inventor of the Wells and Wong detective society. Hazel is chinese (from Hong Kong to be exact) and it was her father to desire her studying in England; she is just the opposite of Daisy, being shy, fearful and more reflexive.

Continue reading

[ARC] Jackaby by William Ritter

Standard

Abigail Rook, ragazza di buona famiglia fuggita di casa in cerca di avventure (sulla scia dello spirito paterno), approda nel New England e trova subito impiego come assistente di Jackaby, detective dell’occulto, esperto in crimini particolari e in grado di percepire tutto quello che di soprannaturale e paranormale lo circondi.

La città è proprio in quei giorni scossa dalla scoperta di un omicidio piuttosto anomalo a cui Jackaby decide prontamente di indagare. La trama da qui si dipana tra conflitti con la più tradizionale forza di polizia (che non crede a una parola dell’investigatore), alla scoperta di diverse creature soprannaturali e alla ricerca del vero colpevole.

Come struttura narrativa questo romanzo ricorda molto la serie di Lockwood & Co (ambientata in un’Inghilterra infestata da fantasmi e per ora composta da due romanzi: The screaming staircase e The whispering skull); anche qui la storia è narrata dal punto di vista dell’unico personaggio femminile, spalla dell’investigatore principale (caratterizzato dalla tendenza a nascondere le proprie scoperte o a comunicarle in modo criptico). Cito come termine di paragone la serie di Lockwood & Co perché abbastanza nota e recente, bisogna però ricordare che questo impianto risale anche a altri romanzi o serie (come quella di Sherlock Holmes ad esempio): un investigatore con un assistente, diversi punti di svolta nell’intreccio, trovate brillanti che il lettore può apprezzare solo in conclusione.

Nel complesso è un romanzo gradevole anche se non particolarmente originale.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

Abigail Rook, a well-bred girl who runs away from home in the seek of adventure (in the wake of her father’s past), she arrives in the New England and she is employed as Jackaby assistant, him being an occult detective, expert in peculiar crimes and able to perceive everything supernatural and paranormal is around him.

The day Abigail arrives in the city is discovered a strange murder that Jackaby chooses to investigate on. The plot from this point forward is about conflicts between Jackaby and the more traditional approach of the police (that does not believe a world of the detective), the discoveries of different strange creatures and the investigation to find the true culprit.

The narrative structure is very alike to the one of the Lockwood & Co series (set in an England where ghosts come to haunt the people and till now formed by two novels, The screaming staircase and The whispering skull); in both the novels the main point of view is the one of the only female character, assistant of the main detective (who tends to avoid explaining his discoveries or explain them in the most cryptic way). I’m referring to a comparison with the Lockwood & Co series since it’s new and known, however this narrative structure can be found also in other books (the novels about Sherlock Holmes for example):there is a detective with an assistant, there are some turning points in the plot and clever ideas that the reader may appreciate only in the end.

Jackaby overall is a nice novel, but not a particularly innovative one.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.

_______

Jackaby by William Ritter ★★★