Il GGG by Roald Dahl

Standard

Read this post in english


Il GGG è un romanzo che ho letto da ragazzina, ma ho colto l’occasione di rileggerlo in questo periodo, questa volta in lingua originale.

E’ un romanzo delizioso, che non perde il suo fascino a vent’anni dalla prima lettura. Protagonisti il Grande Gigante Gentile, dal linguaggio arruffato e capace di procurare sogni meravigliosi ai bambini addormentati e Sofia, bambina che nell’ora più oscura della notte incontrerà il GGG.

Di giganti buoni esiste però solo lui, gli altri nove giganti sono mostri desiderosi di carne umana di cui cibarsi: il GGG e Sofia dovranno elaborare un piano per renderli inoffensivi.

Il romanzo è ricco di invenzioni e meraviglie (e poi ci sono le illustrazioni di Quentin Blake), e, come in altri romanzi dell’autore, propone anche aspetti maligni e di vero orrore: i giganti qui sono creature spietate e Sofia rischia veramente di essere mangiata.

La narrazione è scorrevole e divertente, sia per gli impicci del GGG nel dire una parola per l’altra e nell’inventarne di varie (chiaro o scuro?), sia per i continui giochi di parole e significato. Trovo doveroso rendere omaggio anche alla traduzione italiana, impeccabile, e capace di trasporre con abilità i discorsi sconclusionati del GGG ed i nomi dei giganti: l’Inghiotticicciaviva resterà per sempre un simbolo di malvagità della mia infanzia.


* Il GGG by Roald Dahl ★★★★★

*Ho letto questo libro in italiano & inglese

Il tema della perdita in tre (ottimi) libri

Standard

Read this post in English

La perdita di un genitore, di un amico o di qualcuno che ci è caro è sempre difficile da accettare: ogni persona potrà affrontarla in mille modi differenti.
Continuando a leggere troverete le recensioni di tre libri (due romanzi e una graphic novel) che si occupano di questo tema senza banalizzarlo, ognuno con scelte narrative e creative differenti.

I romanzi:
“Promettimi che ci sarai” di Carol Rifka Brunt
“Sette minuti dopo la mezzanotte” di Patrick Ness

La graphic novel:
“I kill giants”

Continue reading