The Private Eye by Brian K. Vaughan

Standard

Read this post in english


Un bel giorno il cloud si è bucato e i segreti di tutti sono diventati di dominio pubblico.

La generazione successiva non conosce Internet, le identità segrete sono garantite anche da maschere e travestimenti; le forze di polizia sono in realtà giornalisti che combattono i paparazzi.

Un investigatore privato viene ingaggiato da una ragazza che però viene trovata morta il giorno dopo, e si troverà invischiato in un intrigo dalle implicazioni catastrofiche per la società.

Le tematiche da cui l’autore prende spunto sono attuali (l’uso della rete, l’anonimato, la privacy,..),  e la storia fa indirettamente riflettere sulla poca consapevolezza che abbiamo oggi rispetto al tanto che concediamo al web e a quanto è effettivamente riservato (Remember when, on the Internet, nobody knew who you were?).

La storia ha un bel ritmo, personaggi interessanti e una ambientazione ben costruita, da tempo un fumetto non mi coinvolgeva così. Il volume raccoglie la serie nel suo complesso (10 episodi)


* The Private Eye by Brian K. Vaughan ★★★★☆

*Ho letto questo libro in italiano

The Private Eye by Brian K. Vaughan

Standard

Leggi questo articolo in italiano


One day the cloud ripped and everybody’s secrets were secrets no more.

The generation following this event uses Internet no more, secret identities are legal and helped by masks and disguises. The police force is now the press.

A private investigator is hired by a girl who is found dead one day later. The P.I. life changes as he is involved in an intrigue with potential catastrophic consequences.

The themes behind the story are current news (the use of the web, anonymity, privacy issues,..), the story is useful to think about how few awareness we have about the much we concede to the web and what is actually private (Remember when, on the Internet, nobody knew who you were?).

The book has a nice rhythm, interesting characters and a well-built setting, honestly it was some time since a comic engaged me as much. The book collects the whole series of 10 episodes.


* The Private Eye by Brian K. Vaughan ★★★★☆

*I read this book in italian

[ARC] Something More Than Night by Ian Tregillis

Standard

Leggi questo articolo in Italiano

Being a hard-boiled and Philip Marlowe’s novel fan my interest was drawn by this novel, that unfortunately appears to be far less interesting.

Molly, human and half angel, and Bayliss, a fallen angel, have to investigate about the death of the angel Gabriel, Jericho trumpet keeper, now disappeared.

Bayliss is exactly like Marlowe, so much to have built-in his piece of heaven a setting like the ones that can be fount in the novels by Raymond Chandler.

This way of taking inspiration from the hard-boiled genre works only in part: in this novel there is too much, lots of descriptions, dialogues and situations are almost fanservice and unuseful to the plot.

A second element that to me does not work are the angels: cherubin, seraphim, Pleroma, METATRON (that resembles the transformers) etc.., a lot of imagined things, hard to picture (how magisterium, pleroma and heaven fits) that for the most did not engage me in reading further, maybe I’m not the angel type.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.

_______

* Something more than night by Ian Tregillis ★★☆☆☆½

*I read this book in English

[ARC] Più nero della notte by Ian Tregillis

Standard

Read this post in English

Da buona fan del genere hard-boiled e dei romanzi con protagonista Philip Marlow sono stata attirata dalla trama di questo romanzo, che però si è rivelato ben meno interessante del previsto.

Molly, umana e mezzo angelo, e Bayliss, angelo caduto, si trovano ad indagare sulla morte di Gabriel, angelo custode della tromba di Gerico, ora scomparsa.

Bayliss ricalca esattamente i modi di Marlowe, tanto da ricostruire nel suo pezzo di paradiso un’ambientazione analoga a quelle che si possono incontrare nei romanzi di Raymond Chandler.

Il riprendere il genere hard-boiled funziona e non funziona: in questo romanzo è veramente eccessivo, buona parte di descrizioni, dialoghi e situazioni sono al limite del fanservice e pochissimo utili alla trama.

Un secondo elemento che per me non funziona sono gli angeli: cherubini, serafini, il Pleroma, METATRON (che ricorda tanto i transformers) etc.., una marea di roba inventata, difficile da immaginarsi (come si incastrano magisteri, pleroma e paradiso) e che per la maggior parte non mi ha coinvolto, sarà che non sono il tipo da angeli.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

* Più nero della notte by Ian Tregillis ★★☆☆☆½

*Ho letto questo libro in Inglese