La costola di Adamo (Rocco Schiavone #2) by Antonio Manzini

Standard

La costola di Adamo è la seconda indagine del vicequestore Rocco Schiavone, trasferito da Roma ad Aosta e nostalgico della capitale.

In questo romanzo una donna viene trovata morta in camera, e tutto fa pensare al suicidio. Alcuni particolari però stridono nella ricostruzione, e Schiavone inizia a sospettare una situazione più complessa.

Dal punto di vista dell’indagine ho preferito il primo romanzo (Pista Nera), però questa serie è gradevole nel suo complesso, a partire dal protagonista fino ai personaggi comprimari, comunque caratterizzati.

Di Rocco Schiavone vediamo una serie di lati negativi (la tendenza all’illecito, i modi poco consoni di indagine, …) che però sono poi compensati da aspetti divertenti del suo carattere come la classifica delle rotture di coglioni, dal sesto al decimo grado: l’omicidio sul groppone, o i sadici ordini a Deruta e D’Intino, sottoposti odiati per l’inettitudine.

Confermo l’impressione del primo romanzo: una serie gradevole anche se non particolarmente impegnativa e impegnata, un’ottimo momento di svago.


La costola di Adamo by Antonio Manzini ★★★☆☆

Advertisements

Pista nera (Rocco Schiavone #1) by Antonio Manzini

Standard

Antonio Manzini ha dato vita a un nuovo commissario (padron, vicequestore), che con il Montalbano nazionale è accomunato da casa editrice (Sellerio) e dalla trasposizione in serie tv.

Rocco Schiavone è un poliziotto dalla moralità ambigua, trasferito da Roma ad Aosta per via dei modi poco consoni con cui tratta i delinquenti e ha tre grandi amici che bazzicano più dall’altro lato della legge.

Schiavone è anche un poliziotto capace di risolvere i casi, come dimostra anche in questo primo romanzo Pista Nera, ambientato nell’inverno Valdostano proprio su una pista da sci.

In questo primo romanzo incontriamo anche altre figure che saranno ricorrenti in quelli successivi: il poliziotto Pierron, il medico legale, il giudice e il vicequestore. Nel romanzo si accenna anche alla situazione sentimentale di Rocco, e vediamo i primi riferimenti alla moglie Marina.

Nel complesso è un romanzo gradevole, e personalmente non sono stata infastidita da questo protagonista sempre un po’ sopra le righe.


Pista nera by Antonio Manzini ★★★☆☆

I gialli classici di Agatha Christie

Standard

Read this post in english


Il tema del mese di Luglio del gruppo YA e Dintorni era gialli classici di ieri e oggi, quindi ho pensato di prendere in mano qualche romanzo della giallista classica per antonomasia, Agatha Christie.

Impossibile non conoscere i suoi romanzi più famosi (come Dieci Piccoli Indiani e Assassinio sull’Orient Express), e i personaggi che ha creato, come Miss Marple o il celebre investigatore belga Hercule Poirot.

L’esplorazione mi ha spinto verso romanzi che non conoscevo, tutti ottime opzioni di lettura per l’estate:

  • C’era una volta
  • Tragedia in tre atti
  • Il ritratto di Elsa Greer

Continue reading

Jolly Foul Play (Wells and Wong #4) by Robin Stevens

Standard

Read this post in english


Daisy e Hazel sono tornate a Deepdean per il nuovo anno scolastico, che si rivela drammatico a causa della nuova ragazza responsabile dell’ordine delle altre studentesse (head girl), Elizabeth Hurst, spietata collezionista di segreti che si fa aiutare da cinque prefetti altrettanto crudeli nei confronti delle studentesse.

Nella notte di Guy Fawkes, dopo i fuochi d’artificio a cui assisteva tutta la scuola, Elizabeth viene trovata morta. Tutto fa pensare a un incidente, ma la Detective Society intuisce che si tratta ancora una volta di un omicidio; a volte per mantenere i propri segreti si è disposti a tutto.

L’indagine si dipana tra la ricerca di indizi e ritrovamenti di fogli di un quaderno che indicano i segreti delle collegiali: questa volta Daisy e Hazel si fanno aiutare dalle compagne di stanza, allargando così la società che prima contava solo le due protagoniste.

Jolly Foul Play è il quarto romanzo della serie A murder most unladylike mystery (citata anche come Wells & Wong) ed è godibile come i tre precedenti. Ho apprezzato la scelta di far evolvere il gruppo includendo altre ragazze e dando quindi spazio a nuovi personaggi. In questo romanzo c’è anche qualche screzio tra Daisy e Hazel che contribuisce a rendere la storia più realistica – sono pur sempre due bambine – ed è conseguenza dell’evoluzione del carattere delle due – stanno pur sempre crescendo.

Sullo sfondo fa capolino anche Alexander, conosciuto nel terzo volume (First Class Murder), e ora amico di penna di Hazel, e tutto dà l’impressione che nei prossimi volumi conosceremo anche la controparte maschile di Daisy.

Il commento ai primi due volumi lo trovate qui.


Jolly Foul Play by Robin Stevens ★★★★☆

*Ho letto questo libro in inglese

Cuccioli per i Bastardi di Pizzofalcone by Maurizio de Giovanni

Standard

Quinto romanzo che annovera tra i personaggi l’ispettore Lojacono e quarto dedicato alla squadra dei Bastardi di Pizzofalcone (considerando i cinque, il commento ai primi tre lo trovate qui, al quarto qui)

In questa occasione i Bastardi si adopereranno in indagini legate a cuccioli: piccoli cuccioli randagi che scompaiono e una bimba appena nata trovata in un cassonetto.

Se la prima indagine – sottobanco – coinvolgerà Aragona e Pisanielli, la seconda vedrà partecipe tutta la squadra, con particolare attenzione a Romano, scosso dal ritrovamento della bambina e attento all’evoluzione della sua salute.

I Bastardi indagano e risolvono, ma non si può certo dire che l’autore sia un altrettanto bravo risolutore di situazioni: le problematiche di ogni personaggio della squadra restano, e sempre più mi paiono personaggi di soap opera, incapaci di agire per sè stessi, a meno che gli si prospettino amare sorprese.

Lojacono continua a soffrire del morbo di Ricciardi, che ormai ho interpretato essere un incrocio tra l’indecisione infinita e il sospetto nei confronti di donne sicure e intraprendenti, sia a livello personale che lavorativo.

Il romanzo è scorrevole e ben scritto, ma onestamente quello che mi porta a leggerli è ormai l’affetto per i personaggi (in questo romanzo brilla Aragona) che l’attesa di una svolta significativa, su quelle ormai mi sto mettendo il cuore in pace.

________

Cuccioli per i Bastardi di Pizzofalcone by Maurizio De Giovanni ★★★☆☆

La giostra degli scambi by Andrea Camilleri

Standard

Niente da dire, ormai non è estate se non c’è Montalbano, anche se resta sempre vivo il rimpianto per le prime indagini, ben costruite e molto coinvolgenti.

Questo romanzo inizia con una mosca e continua con sparizioni e sequestri, in una storia abbastanza ben costruita, anche se rimane l’impressione di non essere pienamente convinti (delle vicende, della conclusione).

Non si può non notare un certo risollevamento dopo alcuni picchi negativi della serie, ma i fasti iniziali sono ben lontani, restano solo gli strafalcioni di Catarella, la precisione di Fazio, la passione per le donne di Augello e il dialetto siciliano sempre più presente.

_______

La giostra degli scambi by Andrea Camilleri ★★★☆☆

[Series] Miss Detective by Robin Stevens

Standard

Read this post in english


La serie Miss Detective di Robin Stevens è ambientata negli anni ’30 in Inghilterra (1934-35 i primi due romanzi della serie).

Le due protagoniste sono Daisy Wells e Hazel Wong, due ragazze di circa tredici anni, grandi amiche e entrambe alunne in un collegio femminile. Daisy è inglese, bionda, coraggiosa e incontenibile: ha sempre nuovi progetti in mente, ed è lei ad aver inventato la Wells and Wong detective society. Hazel è cinese (di Hong Kong per la precisione) ed è stato suo padre a volere che studiasse in Inghilterra; al contrario di Daisy è timida, timorosa e più riflessiva.

Continue reading