The Beast’s Garden by Kate Forsyth

Standard

Leggi questo articolo in italiano


Wrote by Kate Forsyth I read The Wild Girl, that I still remember despite the time passed from the reading time and that I absolutely suggest as a beautiful and hard read. Considering these premises I had great expectations for The Beast’s Garden, retelling of The Springing Lark set in a nazism setting.

Ava is from German origins, one of her sisters work as a secretary in the SS offices, but overall her family is against Hitler’s doing. Family friends are the Feidlers, of hebrew origin; Rupert in particular is a friend of Ava, sharing her love for music.

During a night of raids Ava is able to help her friends thanks to the intervention of Leo von Löwenstein, a German officer met by chance and fascinated by Ava’s beauty and character.

This way it begins the relation between Ava and Leo, and soon it becomes a marriage. The times are hard and Ada finds hard to trust completely her husband, him belonging to the army. In the meanwhile Ada starts to help Jutta, Rupert’s sister, in her undercover operation to help the last Jew in Berlin.

The novel is overall nice and the narrative style very pleasing, but I think that the plot is quite weak: in general it’s hard for non-European authors to deal with the theme of nazism and the implications related to WWII, in this case some events are plot driven and they have a few meaning in the overall story (e.g. when Ava meets Leo’s mother and grandfather). On the other hand the main character often behave quite silly, in particular taking into account the historical setting: Ada is bold, she does not reflects on her words and this despite being part of undercover operations.

The choice of the author to retell the story of The Springing Lark is quite interesting because the fairy tale is less known than others, but the output is not convincing, and the main problems are related to the love story between Ava and Leo that begins as love at first sight.

It’s possible that my tepid comment is function of the high expectation I had, but the author got me used to better stories.


* The Beast’s Garden by Kate Forsyth ★★★☆☆

*I read this book in english

Advertisements

The Beast’s Garden by Kate Forsyth

Standard

Read this post in english


Di Kate Forsyth avevo letto The Wild Girl, il cui ricordo non mi ha ancora abbandonato dopo la lettura, e che consiglio assolutamente. Viste queste premesse era grande l’aspettativa per The Beast’s Garden, retelling in ambientazione nazista di The Springing Lark, una fiaba che ricorda La Bella e la Bestia.

Ava è di famiglia tedesca, una delle sorelle lavora come segretaria negli uffici delle SS, ma nel complesso la famiglia non appoggia l’operato di Hitler. Amici di famiglia sono gli Feidlers, ebrei di origine; Rupert in particolare è legato da una stretta amicizia con Ada, accumunati dall’amore per la musica.

Durante una notte di rastrellamenti Ada ha modo di aiutare la famiglia amica grazie all’aiuto di Leo von Löwenstein, ufficiale tedesco incontrato per caso e rimasto affascinato dal carattere e dalla bellezza di Ada.

Inizia così la conoscenza, che ben presto diviene relazione e matrimonio tra Ada e Leo. I tempi sono difficili e la ragazza diffida spesso del marito, comunque legato all’esercito tedesco. Nel frattempo Ada si riavvicina a Jutta, sorella di Rupert, impegnata in operazioni clandestine di supporto agli ebrei rimasti a Berlino.

Il romanzo è complessivamente gradevole e lo stile narrativo è molto piacevole, ma ritengo la trama poco riuscita: in generale è difficile per autori non europei affrontare il tema del nazismo e le problematiche legate alla Seconda Guerra Mondiale, in questo caso da una parte alcuni eventi sono esclusivamente funzionali alla trama e hanno veramente poco peso all’interno del romanzo (come l’incontro di Ada con la madre e il nonno di Leo), dall’altra diversi atteggiamenti della protagonista risultano veramente anacronistici rispetto al periodo storico del romanzo: Ada è avventata, spavalda e non si cura di quello che dice, e questo nonostante sia spesso artefice di azioni clandestine di disturbo.

La scelta dell’autrice di propendere per la riscrittura di The Springing Lark è sicuramente interessante perchè va a riprendere una fiaba meno conosciuta, purtroppo però la resa non è così convincente, in particolare per quanto riguarda l’amore tra Ada e Leo, che sembra a tutti gli effetti nascere come un colpo di fulmine.

Probabilmente il mio tiepido giudizio è anche funzione delle alte aspettative che avevo, purtroppo però l’autrice mi ha abituato troppo bene con il precedente romanzo.


* The Beast’s Garden by Kate Forsyth ★★★☆☆

*Ho letto questo libro in inglese

The Wild Girl by Kate Forsyth

Standard

Read this post in English

Wilhelm e Jacob Grimm, by Elisabeth Maria Anna Jerichau-Baumann

I fratelli Grimm sono noti per aver raccolto fiabe e racconti popolari tramandati oralmente in diverse raccolte, modificate ed adattate nel corso degli anni.

 

Le edizioni delle loro raccolte sono molto differenti per il loro contenuto: mentre la prima edizione riporta racconti violenti e crudi, le successive sono state riviste e modificate in modo da rendere le fiabe più adatte ai bambini e meno un lavoro filologico, alcuni esempi ben noti sono il fatto che in Biancaneve originariamente la regina cattiva era la madre stessa della fanciulla, Raperonzolo diventa madre di due gemelli e così via.

Tutte queste fiabe non sono state raccolte durante viaggi nella Germania, ma sono state raccontate ai fratelli da ragazze di buona famiglia a cui madri e governanti le raccontavano quando erano bambine. Il romanzo di Kate Forsyth dà voce ad un personaggio chiave della storia dei fratelli Grimm ma in ombra rispetto ai due fratelli: Dortchen Wild, prima vicina di casa e poi moglie di Wilhelm Grimm e voce narrante di diverse fiabe.

Continue reading

The Wild Girl by Kate Forsyth

Standard

Leggi questo articolo in Italiano

Wilhelm e Jacob Grimm, by Elisabeth Maria Anna Jerichau-Baumann

The Grimm brothers are famous for having collected fairy tales and popular tales, always told by voice, in written edition that was updated and modified during their lives.

The editions of their collections are in fact very different: the first edition contains cruel and violent tales, for the following the tales were modified to make them more suitable to children and less a philological work. Some examples are the fact that snow-white evil queen was in origin the girl’s mother, that Rapunzel gave birth to a couple of twins and so on.

All the fairy tales were not collected during travels in Germany, but they were told to the Grimm brothers by well-educated women who heard them from their mother or household. The novel by Kate Forsyth gives voice to a key person of the Grimm history, but in the shadow of the two brothers: Dortchen Wild, before neighbour and then wife to Wilhelm Grimm and voice of various fairy tales.

Continue reading