[ARC] There Was an Old Sailor & A Fish Named Glub

Standard

Read this post in English

There Was an Old Sailor by Claire Saxby

Filastrocca illustrata con protagonista il vecchio marinaio che incautamente mangia un krill: sarà costretto a mangiare ben altri animali per andare a riparare all’errore appena fatto.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

 

A Fish Named Glub by Dan Bar-el

Il piccolo pesce Glub si trova in un acquario e inizia a porsi delle domande sulla sua provenienza e sulle sue capacità.

Grazie alla famiglia che l’ha accolto avrà la possibilità di dare risposta a queste domande.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

* There Was an Old Sailor by Claire Saxby ★★★☆☆½
* A Fish Named Glub
by Dan Bar-el ★★★★☆

*Ho letto questo libro in Inglese

Miss Charity by Marie-Aude Murail

Standard

Charity è una bambina, poi ragazza e donna, diversa rispetto a come la vuole la società dell’epoca: lei non ama i vestiti e il canto ma desidera imparare le scienze e si circonda degli animali più disparati (topi, conigli, rospi, corvi…).

Charity non è una rivoluzionaria, ma solo una ragazza che vuole veder realizzate le proprie aspirazioni.

Intorno a Charity, che vive quasi in un mondo alternativo, vediamo svilupparsi la società di fine ‘800; dai genitori poco espansivi, le cugine vezzose che ambiscono a matrimoni convenienti, fino ai sobborghi della città. La protagonista non è una ragazzina derelitta, ha la fortuna di avere amici sinceramente affezionati, genitori silenziosi ma abbastanza permissivi, ma soprattutto ha la Volontà di perseguire le proprie inclinazioni senza farsi scoraggiare da insuccessi e contesto sociale.
Insomma Charity è un personaggio ottimamente riuscito: buona e intraprendente senza risultare stucchevole (alla Pollyanna) o eccessiva, il suo desiderio di aiutare gli altri si scontra con problemi concreti dell’epoca.

Il romanzo è molto scorrevole, una nota particolare rispetto ai dialoghi che sono presentati come in un testo teatrale, il che riprende anche un aspetto del romanzo stesso. Questa modalità contribuisce ad amplificare l’ironia di alcune scene, in effetti.

L’autrice omaggia diversi autori, ma più di tutti Beatrix Potter, a cui non ha preso in prestito solo il coniglio; la vita di Charity, sebbene diversa, richiama quella della scrittrice / illustratrice.

Insomma, non posso che consigliare di leggerlo, essendo l’unica pecca dell’edizione Italiana l’assenza delle illustrazioni che fanno capolino in quella Francese.

_______

Miss Charity by Marie-Aude Murail ★★★★★