[ARC] Smoke and mirrors (DI Stephens & Max Mephisto #2) by Elly Griffiths

Standard

Read this post in English

Abbiamo conosciuto Edgar Stephens e Max Mephisto durante l’indagine di omicidio che andava a scavare nel loro passato, raccontata nel romanzo The Zig-zag girl.

Li ritroviamo in questo romanzo, Smoke and Mirrors, secondo episodio della serie a loro dedicata, impegnati durante la scomparsa di due bambini. Edgar indaga sulla sparizione, supportato da due sottoposti, Emma e Bob, mentre Max recita nella pantomima Alladin, messa in scena a Brighton.

Come nel precedente romanzo, trovo che il giallo sia ben riuscito: avvincente e difficile da risolvere nonostante i numerosi indizi. Questa volta il filo conduttore non sono i trucchi da mago ma i racconti delle fiabe, che assumono i toni cupi che li caratterizzano nelle versioni originali.

Nell’indagine è sicuramente più protagonista Edgar, che divide la scena con Emma e Bob, maggiormente caratterizzati, mentre Max ha un ruolo più secondario nella trama ma primario come supporto all’amico.

Diversi elementi indicano come la serie avrà probabilmente altri romanzi all’attivo, e credo proprio che li leggerò.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.

_______

* Smoke and mirrors by Elly Griffiths ★★★★

*Ho letto questo libro in Inglese

Advertisements

[ARC] The Zig Zag Girl (DI Stephens & Max Mephisto #1) by Elly Griffiths

Standard

Read this post in English

La ragazza a zig-zag è un trucco da illusionisti: una ragazza entra in un armadio in cui il mago inserisce delle lame, tagliando la ragazza in tre pezzi, e poi, et voilà, basta ricomporla e farla uscire indenne. Applausi.

Un giorno però l’ispettore Edgar Stephens si vede recapitare una ragazza effettivamente segata in tre parti, e una serie di indizi lo portano a ricordare il gruppo dei Magic Men di cui aveva fatto parte durante la seconda guerra mondiale, un gruppo voluto dai servizi segreti per creare inganni nei confronti dei piloti tedeschi, di cui facevano parte anche alcuni maghi.

Edgar allora riprende contatti con Max Mephisto, inventore del trucco, per provare a rintracciare gli ex commilitoni e cercare una soluzione all’omicidio; questo ritorno al passato riporterà però a galla episodi e persone che Edgar ha cercato di dimenticare.

The Zig Zag Girl è un romanzo giallo che coniuga bene diversi elementi: illusioni, memorie della guerra e una generale malinconia dei protagonisti; i personaggi sono ben caratterizzati con sogni, rimpianti e desideri.

In conclusione è un romanzo gradevole con una soluzione ben strutturata e non ovvia (anche se alcuni indizi mettono il lettore sulla strada), sembrerebbe essere il primo di una serie con protagonisti Edgar e Max.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.

_______

* The Zig Zag Girl by Elly Griffiths ★★★★

*Ho letto questo libro in Inglese

Stone Mattress: nine tales by Margaret Atwood

Standard

Stone mattress: nine tales raccoglie nove racconti della ben nota autrice Margaret Atwood (per chi non la conoscesse ancora consiglio Il racconto dell’ancella). Non è una raccolta tematica e ogni racconto è a sè stante, a parte i primi tre che compongono una sorta di trittico (con personaggi comuni ma punti di vista differenti).

Ho letto la raccolta con le mie amiche online (le stesse con cui ho affrontato The Weird: A compendium of strange and dark stories che si è meritato una recensione collettiva) e l’opinione generale è condivisa: i racconti rimangono gradevoli per la grandissima abilità nello scrivere dell’autrice – ci si accorge quando qualcosa è *bello* da leggere – però sono spesso deboli per quanto riguarda la trama.

Ci sono ovvie eccezioni, ho apprezzato molto Lusus Naturae, The Freeze-dried groom, Stone mattress e Torching the Dusties; un po’ meno il trittico iniziale (Alphinland, Revenant, The Dark Lady), The dead hand loves you e I dream of Zenia with the bright red teeth (ma questo è legato al romanzo The robber bride che non ho letto).

L’atmosfera della raccolta, per la maggior parte dei racconti, ha il sapore della malinconia; i personaggi guardano al passato, alla gioventù, a quello che erano e che avrebbero potuto essere se la vita non si fosse messa in mezzo. Come commentava durante la lettura Tintaglia, questo passato mai superato, oppressivo, che segna l’esistenza dei personaggi, è molto triste.

_______

Stone mattress: nine tales collects nine stories written by the well-known writer Margaret Atwood (for the ones who do not know her I suggest The handmaid’s tale). It’s not a thematic collection and each tale stand aside from the others, a part the first three that are a triptych (characters in common but different point of view).

I read the book with my online friends (the same with I faced The Weird: A compendium of strange and dark stories that deserved a collective review) and the general opinion is shared: the tales are nice for the great skill of the writer – we feel when something is *beautiful* to read – but sometimes the plot are weak.

There are exception, of course, I liked a lot Lusus Naturae, The Freeze-dried groom, Stone mattress and Torching the Dusties; less the beginning triptych (Alphinland, Revenant, The Dark Lady), The dead hand loves you and I dream of Zenia with the bright red teeth (but this tale is connected to a novel I have not read, The robber bride).

The book atmosphere, for most of the tales, is melancholic, the characters look at the past, at their youth, at what they were and what they could have become if life had not meddle with them. As my friend Tintaglia commented during the reading, this never overcome past, oppressive, that marks the whole existence of the characters, is so sad.

_______

Stone Mattress: nine tales by Margaret Atwood ★★★☆☆

La ragazza con la gonna in fiamme by Aimee Bender

Standard

Read this post in English

La ragazza con la gonna in fiamme è una raccolta di racconti di Aimee Bender, pubblicato quanto l’autrice aveva 29 anni – nota che mi pare giusto citare visto che la raccolta non sembra opera di una scrittrice esordiente e così giovane.

I racconti si sviluppano nel genere del realismo magico per via degli elementi e delle situazioni presenti in molti racconti, ad esempio le ragazze con la mano di fuoco e di ghiaccio, l’anello con un rubino dalle particolari proprietà, l’uomo che si sveglia con un foro nella pancia, …

Quello che più accomuna i racconti è l’avere come protagoniste per la maggior parte donne giovani in cerca di qualcosa che colmi la loro insoddisfazione: i racconti sono venati da una sottile malinconia a cui i protagonisti cercano in qualche modo di far fronte, così una ragazza passa la giornata a selezionare gli uomini che vede intorno, un’altra cerca di capire se può ancora essere innamorata del proprio marito tornato dalla guerra, una bibliotecaria provi a dimenticare la perdita del padre concedendosi a vari avventori della biblioteca.

Alcuni racconti restano nella memoria più di altri che invece vengono dimenticati più facilmente, nel complesso però il libro secondo me funziona proprio grazie al tema dell’insoddisfazione che pervade ogni racconto lasciando quindi al lettore un’impressione emotiva della raccolta nel suo complesso più che di ogni singola storia.

_______

* La ragazza con la gonna in fiamme by Aimee Bender ★★★☆☆½

*Ho letto questo libro in Inglese