[ARC] The Girl in the Tower (The Winternight Trilogy #2) by Katherine Arden

Standard

Read this post in english


Secondo volume della Winternight Trilogy, The girl in the tower riprende la storia a pochi mesi dalla conclusione di The bear and the nightingale.

Vasya ha lasciato il villaggio di origine: nonostante abbia lottato per salvarlo dall’oscurità, gli abitanti la additano come strega, e sempre più il villaggio periferico sta stretto all’intrepida protagonista, che decide di andare a scoprire il mondo.

La Russia medievale però riserva alle donne poche opzioni, suore oppure mogli e madri, quindi Vasya deve travestirsi da uomo quando inizia ad avvicinare centri abitati più grandi. Ed è nelle aree intorno alla capitale che Vasya incontra il principe e i suoi fidati cavalieri, tra cui il fratello Sasha, che aveva lasciato il villaggio per farsi prete.

Nel frattempo, diversi villaggi nei paraggi sono preda di razzie di briganti che rapiscono le bambine per venderle come schiave, e una oscura minaccia incombe sulla città di Mosca.

Vasya si troverà a lottare per la città, per la sua famiglia e per la propria libertà, aiutata dagli spiriti del folklore e dal demone della morte e dell’inverno, Morozko.

Come nel precedente romanzo l’ambientazione è costruita con attenzione, e gli elementi storici folkloristici contribuiscono ad arricchire la trama. In questo volume ri-incontriamo molti protagonisti di The bear and the nightingale, ma cresciuti e cambiati coerentemente con la storia narrata, che risulta molto avvincente e incalzante, un perfetto proseguimento del primo romanzo della serie, ora aspetto l’ultimo volume.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.


* The Girl in the Tower by Katherine Arden ★★★★★

*Ho letto questo libro in inglese

Advertisements

[ARC] There Was an Old Lady Who Swallowed a Fly by Rashin

Standard

Read this post in english


Ho scoperto che There Was an Old Lady Who Swallowed a Fly è una canzoncina resa poi da diversi illustratori – questa è infatti una delle molteplici versioni esistenti.

La vecchia signora inghiotte una mosca, e poi un ragno per catturarla e così via, quasi un pozzo senza fondo.

La canzoncina è molto carina e trovo le illustrazioni colorate e ben riuscite: alla follia dell’anziana si contrappone l’orrore degli animali che comunicano il loro disappunto all’essere ingoiati tramite diversi fumetti.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.


* There Was an Old Lady Who Swallowed a Fly by Rashin ★★★

*Ho letto questo libro in inglese