How to say goodbye in robot by Natalie Standifod

Standard

Read this post in English

Beatrice si è traferita da poco in una nuova città a causa del lavoro del padre, ricercatore e professore.

Il cambiamento ha portato diversi effetti collaterali: la madre di Bea sembra essere più strana, emotiva ed infelice.

Bea invece sembra integrarsi bene nella nuova scuola in cui conosce Jonah, detto ghost boy per via del suo distacco da tutto quello che interessa gli altri adolescenti. Bea e Jonah diventeranno ben presto amici e buoni ascoltatori di un programma radiofonico che raccoglie persone molto particolari ed a loro modo sole.

Il romanzo copre l’ultimo anno scolastico prima del college, durante il quale Bea arriverà a capire il motivo della stranezza di Jonah così come quello della propria madre.

Ho trovato difficile empatizzare per i personaggi protagonisti, intanto perchè trovo le loro emozioni descritte ma non giustificabili da tempi e situazioni: lo struggimento – e la profonda amicizia – di Bea per Jonah sono poco credibili dato che il lettore vede solo incontri sporadici e pochi momenti di confidenza; Jonah quando esterna le proprie emozioni sembra ben più instabile emotivamente rispetto al personaggio razionale che mostra di essere e Bea, proiettata su sè stessa, fa mostra di egoismo ed indifferenza verso la madre, chiaramente in difficoltà.

In conclusione è una lettura carina che però non dà mostra di grande spessore.

_______

* How to say goodbye in robot by Natalie Standifod ★★★

*Ho letto questo libro in Inglese

How to say goodbye in robot by Natalie Standifod

Standard

Leggi questo articolo in Italiano

Beatrice, due to her father work, him being a researcher and a professor, has moved to a new town. The change brought some side effects: Bea’s mother is more strange, emotional and unhappy.

Bea instead integrate herself well in the new school where she meets Jonah, or ghost boy for his detachment to everything that interests his peers. Bea and Jonah become friends and good listeners of a night radio show that reunites some peculiar loners.

The novel cover the whole last year of high school before college, during this time Bea understands the reason of Jonah’s strangeness and her own’s mother too.

I found difficult to empathize for the main characters, first of all because the emotions they feel are written but quite unbelievable taking in consideration time and situations: Bea’s struggle for her friendship with Jonah aren’t supported by the few meetings the reader actually see described and the lack of confidence from Jonah; Jonah seems mostly emotionally unstable for his behaviour, instead he ends up being a practical and rational character. Bea, thinking about herself, appears to be a totally egotistical character, this supported by her being uninterest in understanding her mother’s situation and issues..

In the end a nice read but not very deep.

_______

* How to say goodbye in robot by Natalie Standifod ★★★

*I read this book in English