Thunderbird (Miriam Black #4) by Chuck Wendig

Standard

Read this post in english


Thunderbird è il tanto atteso quarto volume che chiude la serie con protagonista Miriam Black (qui i riferimenti ai libri precedenti), colei che toccandoti sa come e quando morirai.

Miriam è alla ricerca di un metodo per sbarazzarsi del suo potere con cui non si è mai trovata a suo agio, e sembra aver trovato i riferimenti di una donna che potrà aiutarla: Mary Scissors.

Trovarla non è però così semplice, e nel corso del viaggio Miriam si trova suo malgrado invischiata nelle azioni di un gruppo di terroristi dotate di poteri che ambiscono a cambiare il mondo, senza lesinare sulla violenza.

Miriam si troverà ad affrontare un grande dilemma: questa tempesta che sta arrivando è affare suo o no? Accompagnata dalle visioni e dalla scoperta di nuove capacità, Miriam prenderà  la decisione migliore con il suo stile inconfondibile.

Romanzo assolutamente avvincente, soprattutto nella seconda parte in cui facevo fatica a mettere giù il libro, con un finale indimenticabile, è una tappa obbligatoria per i lettori affezionati a Miriam Black.

Mi manchi già, Miriam.


* Thunderbird by Chuck Wendig ★★★★★

*Ho letto questo libro in inglese

Il Maestro del Giudizio universale by Leo Perutz

Standard

Read this post in english


Prendendo in mano questo libro ci troviamo di fronte alle memorie del barone von Yosch, militare in congedo, e al mistero del suicidio dell’attore Eugen Bischoff, marito di Dina, donna amata dallo stesso barone anni prima.

Il suicidio non convince il fratello di Dina, che accusa il barone di aver indotto l’attore alla morte. Von Yosch si imbarca allora nella ricerca del vero assassino, incrociandosi nella ricerca parallela di altri commensali presenti nella serata della morte.

Dalla ricerca emerge la presenza di un qualche elemento magico e soprannaturale che potrebbe aver indotto l’attore – ma anche altri artisti – al suicidio.

Il colpevole è quindi il barone, spinto dalla gelosia per l’amore della bella Dina, o qualcosa ha portato Bischoff a confrontarsi con l’oscurità dentro di lui e a morire per superare l’orrore?

Il romanzo è gradevole, però l’autore sceglie di non approfondire molti dei temi messi in gioco: il soprannaturale serve per concludere la storia, ma poteva essere sfruttato maggiormente per l’introspezione psicologica dei personaggi.


Il Maestro del Giudizio universale by Leo Perutz ★★★☆☆½

*Ho letto questo libro in italiano

Dalle nove alle nove by Leo Perutz

Standard

Read this post in english


Parlare di questo romanzo non è semplice: il protagonista, Stanislaus Demba, si comporta in modo molto strano in tutte le situazioni in cui lo vediamo protagonista, e sono verso la metà del romanzo ci viene svelato il motivo (che confermerà o smentirà le idee che ci siamo fatti su di lui).

Il romanzo Dalle nove alle nove ci racconta le dodici ore in cui Stanislaus si muove inquieto nella città di Vienna, mostrandoci il ritratto di un uomo inquieto, ormai prossimo alla disperazione.

Il filo narrativo principale è avvincente, il lettore si trova di fronte al misterioso comportamento del protagonista che lentamente ci viene svelato, ma secondo me una vera chicca sono le caratterizzazioni dei numerosi personaggi secondari che l’autore delinea perfettamente con pochissimi tratti, quella sintesi perfetta che oggi è si trova difficilmente.


* Dalle nove alle nove by Leo Perutz ★★★★☆½

*Ho letto questo libro in italiano

[ARC] The Somnambulist and the Psychic Thief by Lisa Tuttle

Standard

Read this post in english


All’inizio del romanzo incontiamo Miss Lane, la protagonista, che abbandona un impiego e ne trova uno come assistente del detective Mr Jasper Jesperson.

I due faticano a trovare un impiego, finchè – un po’ per abilità e un po’ per fortuna – la loro assistenza viene richiesta dalla sorella del loro padrone di casa: il marito è soggetto a episodi di sonnambulismo e a nessuno è chiaro il motivo del comportamento improvviso.

Nello stesso periodo a Londra diversi medium scompaiono dalla scena mentre un nuovo talento si affaccia nel panorama degli esperti del paranormale.

The Somnambulist and the Psychic Thief è un giallo avventuroso ambientato nel pittoresco contesto dei medium / persone con poteri vari, è scorrevole ma non spicca per particolari elementi; il risultato dell’indagine è piuttosto scontato.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.


* The Somnambulist and the Psychic Thief by Lisa Tuttle ★★★☆☆

*Ho letto questo libro in inglese

Lord of All Things by Andreas Eschbach

Standard

Il rapporto tra Hiroshi e Charlotte sembra voluto dal destino. Conosciutesi in Giappone da piccoli, lei figlia dell’ambasciatore francese, lui figlio di una lavandaia dell’ambasciata, diventano subito amici, attratti l’uno dall’altra. Lui da quella bambina capace di parlare subito una lingua sconosciuta, lei da quel bambino serio, capace di aggiustare le cose.

Il destino farà sì che Hiroshi e Charlotte incrocino i propri passi anche da adulti, avvicindandosi e allontanandosi, divisi dalle proprie scelte. Lei con un occhio sempre al passato, grazie alla sua abilità di vedere l’origine delle cose, lui con lo sguardo puntato a un futuro in cui la scienza colmerà il divario tra ricchi e poveri. Lei in balia di diversi amori, lui devoto all’unico amore della sua vita.

Lord of All Things è un meraviglioso romanzo in cui l’autore, tramite Hiroshi e Charlotte, parla delle ingiustizie sociali e delle potenzialità offerte dalla scienza, sfociando nel paranormale e nella fantascienza per spiegare il ruolo dell’uomo nell’universo e sulle nostre origini.

L’autore sceglie di non entrare eccessivamente nei tecnicismi, rendendo il romanzo appetibile a tutti i palati, e non ai soli affezionati della sci-fi, e coniuga diversi generi narrativi senza che la trama perda di coerenza.

E’ bella la costruzione della storia, ed è bella la storia di Hiroshi e Charlotte, che non manca di coinvolgere il lettore. Il risultato è un bellissimo romanzo difficile da dimenticare.

_______

The relation between Hiroshi and Charlotte seems to be meant. They met in Japan as children, she the daughter of the French ambassador, he son of a worker in the embassy laundry, and they become friends. He is attracted by that girl able to speak a foreign language easily, she by that serious boy, able to fix things.

The destiny makes Hiroshi and Charlotte paths cross also as adults, getting closer and further, divided by their own choices. She with a focus on the past, thanks to her ability to see the origin of things, he looking always to a future when science will be able to fill the gap between rich and poor. Charlotte and her many lovers, Hiroshi devoted to the a single person.

Lord of All Things is a wonderful novel where the author, by means of Hiroshi and Charlotte, speaks about social disparities and the potential of science, with paranormal and sci-fi elements to talk about the origin of humanity and it’s means.

The author choses to avoid technicalities, and this makes the novel suitable for any reader and not to the only sci-fi lovers. The novel also puts together some narrative genres without losing in coherence.

The overall novel is beautiful and hard to forget, and it is also nice the story of Hiroshi and Charlotte, able to engage the reader.

_______

Lord of All Things by Andreas Eschbach ★★★★★

[ARC] Lair of Dreams (The Diviners #2) by Libba Bray

Standard

E’ finalmente uscito Lair of Dreams, secondo capitolo della serie The Diviners di Libba Bray, che, come il primo volume, si distingue per originalità e solida ricostruzione storica degli anni 20.

_______

It’s finally out Lair of Dreams, second book of The Diviners series by Libba Bray, original and with a believable historical reconstruction, as the first book was.

Continue reading

[ARC] Memory Collectors (The Memory Collectors #1-3) by Menton3

Standard

Read this post in English

Avendo letto la positiva recensione su The Omega Outpost ho deciso di leggere questa graphic novel che si è effettivamente rivelata particolare.

Il punto forte sono le immagini molto evocative e le protagoniste con il loro aspetto volutamente estremo. I dialoghi sono minimi e i punti chiave della storia sono narrati da lunghi monologhi da parte della protagonista principale, espediente che ho già visto applicato in diverse graphic novel e che consente di concentrarsi sulla componente simbolica delle immagini piuttosto che utilizzarle per supportare il racconto.

La storia in breve: alcune persone – come le protagoniste – sono in grado di riconoscere demoni dall’aspetto umano che si cibano dei ricordi ed hanno la missione di ucciderli.

La storia mi è piaciuta, un appunto sull’edizione ARC: va bene applicare un watermark o simili per proteggere il lavoro, però il pataccone enorme applicato dall’IDW in centro pagina impedisce anche la lettura.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

* Memory Collectors by Menton3 ★★½

*Ho letto questo libro in Inglese