[ARC] Roses of May by Dot Hutchison

Standard

Leggi questo articolo in italiano


The novel is set a few months after the conclusion of The Butterfly Garden, but in common the two novels have the FBI agents that deal with the investigations.

Here the focus is on a serial killer that each spring kills a girl in a church and covers her body with flowers, different each time. Priya’s sister was one of the victims, and Priya has not recovered from this loss, moreover some hints brings her and the FBI in thinking that the killer is interested in her.

The novel interchanges feedback from the killer with the present time: on one side Priya and on the other the three agents dealing also with the girls who survived the Garden.

I liked the previous novel of the series, and for this reason I had expectations from this one, but I think The Roses of May is not thrilling enough for the kind of book this is.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.


* Roses of May by Dot Hutchison ★★☆☆☆½

*I read this book in english

[ARC] Roses of May by Dot Hutchison

Standard

Read this post in english


Il romanzo è ambientato alcuni mesi dopo la conclusione di The Butterfly Garden, ma in comune i due hanno solo i tre agenti dell’FBI incaricati delle indagini.

Qui l’indagine è focalizzata su un serial killer che ogni primavera uccide una ragazza in una chiesa e ne decora il corpo con fiori, ogni volta diversi. La sorella di Priya è stata una delle vittime, e Priya non ha ancora superato la grande perdita, inoltre diversi segnali portano a pensare che il killer sia in qualche modo interessato a lei.

Il romanzo alcuni ricordi del killer con il presente: da una parte Priya e dall’altra i tre agenti e le ragazze scampate al Giardino.

Il romanzo precedente mi era piaciuto, e questo mi ha dato speranze per questo, però trovo che la storia in The Roses of May tenda a trascinarsi a scapito della tensione che un thriller dovrebbe avere.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.


* Roses of May by Dot Hutchison ★★☆☆☆½

*Ho letto questo libro in inglese

[ARC] Good Me, Bad Me by Ali Land

Standard

Read this post in english


La madre di Annie è una spietata assassina, e a denunciarla alla polizia è proprio la figlia quindicenne, che nel corso degli anni ha assistito agli omicidi di diversi bambini e subito lei stessa abusi dalla madre.

Ora la donna è in prigione, e Annie ha un nuovo nome, Milly, e una nuova vita in attesa del processo in cui dovrà testimoniare.

Milly vive con la famiglia dello psicologo da cui è in cura, ma l’inserimento nella nuova scuola è difficile anche a causa della “sorellastra” Phoebe, che fa di tutto per prendersi gioco di Milly con il supporto delle amiche popolari; Milly però non è così indifesa come può sembrare a una prima occhiata.

Il lettore segue tutta la vicenda dal punto di vista di Milly, apprezzandone sia le debolezze che lo spietato cinismo.

Il romanzo è un thriller psicologico in cui non sappiamo mai cosa aspettarci dalla protagonista, anche perchè lei per prima non sa definirsi buona o cattiva, ed è una lettura avvincente fino alla resa dei conti finali.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.


* Good Me, Bad Me by Ali Land ★★★★☆

*Ho letto questo libro in inglese

[ARC] Good Me, Bad Me by Ali Land

Standard

Leggi questo articolo in italiano


Annie’s mother is a ruthless serial killer, and her fifteen years old only daughter called the police on her, since Annie was forced to look during the killing of children, and herself was a victim of abuses by her mother.

Now the woman is in prison, and Annie has a new name, Milly, and a new shiny life until the moment she will have to testify in the process.

Milly lives with the family of the psychologist she is in care of, but it’s hard for Milly to join the new school, also due to her “step-sister” Phoebe, who bullies Milly with the help of her friends. However Milly is not so helpless as she seems.

The reader follows the whole story through the POV of Milly, noticing her weaknesses and her cynicism.

The novel is a psychological thriller, and we never know what to expect from the protagonist, since she herself does not know if she is a good or a bad person, and it is page turner till the end.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.


* Good Me, Bad Me by Ali Land ★★★☆

*I read this book in english

[ARC] The Butterfly Garden by Dot Hutchison

Standard

Leggi questo articolo in italiano


The story begins in an interrogation room: on one side two agents from FBI, on the other a girl about twenty and in the background reference to hospital, survivors, other girls.

The girl is asked to give some explanation, and so she begins her story and the story of the butterfly garden. Butterflies that are girls, kidnapped and tattooed to have their back resemble butterflies wings, forced to live in a beautiful prison.

The girl – Maya, this is the name given by her captor – talks about the life in the garden, but also about her past life, and the two agents slowly enter in the daily horror of these collected butterflies.

With Maya’s tale the novel is enriched by other new characters – like the other butterflies – every one with a peculiar trait.

The butterfly garden is a book able to catch the reader attention, despite the horror it contains, and it’s hard to leave Maya’s story, because, like the FBI we want to understand what’s happened and how we got to the interrogation room.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.


* The Butterfly Garden by Dot Hutchison ★★☆☆☆

*I read this book in english

[ARC] The Butterfly Garden by Dot Hutchison

Standard

Read this post in english


La storia  inizia in una stanza degli interrogatori: da una parte due agenti dell’FBI, dall’altra una ragazza di circa vent’anni e sullo sfondo l’accenno lontano a ospedali, sopravvissute, altre ragazze.

La ragazza deve fare chiarezza su quanto accaduto, e così inizia a raccontare ai due agenti la sua storia e la storia del giardino delle farfalle. Farfalle che sono in realtà ragazze, rapite e forzatamente tatuate con un paio di ali di farfalla sulla schiena, costrette a vivere in prigionia in una tenuta sigillata.

La ragazza – Maya, questo il nome datole dal rapitore – racconta della vita nel giardino, ma anche della sua vita precedente, e i due agenti si immergono lentamente nell’orrore quotidiano di queste farfalle collezionate.

Nel racconto di Maya prendono vita le altre farfalle e il romanzo si arricchisce man mano con nuovi personaggi, ognuno con una propria peculiarità.

The butterfly garden è un libro che cattura, nonostante il profondo orrore che descrive, e ci si allontana con fatica dai racconti di Maya, perchè, come l’FBI, si è desiderosi di ricostruire il passato e capire come si è arrivati a quell’interrogatorio.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.


* The Butterfly Garden by Dot Hutchison ★★☆☆☆

*Ho letto questo libro in inglese

Mio padre serial killer by Barry Lyga

Standard

Read this post in English

Il padre di Jasper è uno dei più spietati serial killer americani: ha all’attivo più di un centinaio di omicidi efferati; Jazz, ora che il padre è in prigione, deve comunque convivere con la sua ingombrante presenza; i giornalisti in cerca di un’intervista, i parenti delle vittime che chiedono spiegazioni, le persone normali che lo guardano con inquietudine e soprattutto il terrore di avere un giorno il desiderio di seguire le orme paterne.

In questo romanzo infatti la componente psicologica del protagonista, e con questa la caratterizzazione dei personaggi, è il punto di forza: Jazz analizza continuamente se stesso per capire se le proprie azioni sono spontanee o guidate dall’opportunismo e dalla manipolazione – arte in cui è molto abile – ma ha un occhio clinico anche per quello lo circonda, abilità che gli sarà utile (assieme agli insegnamenti paterni su omicidi e scene del crimine) per cercare di stanare un nuovo serial killer in azione in città.

A equilibrare la figura di Jazz – sempre rosa dal dubbio ma comunque un personaggio di azione – la sua ragazza più decisa e riflessiva ed il migliore amico, affetto da emofilia di tipo A. Grazie a questi personaggi ed ad alcuni altri (il capo della polizia, la nonna di Jazz, …) vediamo costruirsi la personalità protagonista.

_______

* Mio padre serial killer by Barry Lyga ★★★½

*Ho letto questo libro in Inglese