John Green e il morire giovani

Standard

Read this post in English

Per due volte mi è capitato di scrivere, in un commento, questa roba sulla morte giovane, ed in entrambi i casi si trattava di romanzi di John Green – gli unici che ho letto per ora dello scrittore, ma spero vivamente che ve ne siano di più allegri.

Il primo dei due che ho letto è il ben noto “The fault in our stars” che prende il titolo da una citazione colta di Shakespeare:

The fault, dear Brutus, is not in our stars,
But in ourselves, that we are underlings.

e di cui stanno facendo / hanno fatto un film che uscirà a breve; il secondo è “Looking for Alaska” che in questo caso non è lo stato ma una ragazza e che a leggerlo dopo “The fault in our stars” perde sicuramente in bellezza.

Quando li ho letti – soprattutto il primo – la recensione era entusiasta (che poi è quella che riporto sotto vagamente censurata dell’originaria passione), col senno di poi mi viene da pensare che fosse molto giocato sulla commozione e l’empatia e che nel complesso forse è il caso di rivedere il mio primo giudizio.

Continue reading