[ARC] The Betrayals by Fiona Neill

Standard

Read this post in english


Rosie e Nick avevano una famiglia felice: lei oncologa, lui esperto dei meccanismi dietro alla memoria e ai ricordi, due figli, Daisy e Max.

Nel momento in cui è ambientato il romanzo la felicità è già infranta da alcuni anni, precisamente da quando Nick ha lasciato la famiglia per vivere con Lisa, migliore amica di Rosie, che ha a sua volta lasciato marito e due figli.

L’elemento scatenante del romanzo è una lettera di Lisa a Rosie, in cui confida di essere malata di cancro a uno stadio avanzato, e che vuole confidarsi un’ultima volta con l’amica.

Il romanzo è narrato da quattro punti di vista (Rosie, Nick, Daisy e Max), e ben presto capiamo che la loro è una famiglia disfunzionale, e che ognuno di loro ha dei segreti che non vuole rivelare. Dai vari protagonisti emerge l’attaccamento – forse eccessivo – di Rosie per il lavoro, e l’instabilità sentimentale derivata dall’abbandono del marito, e l’insicurezza di Max, studente di medicina che cerca l’approvazione della nuova fidanzata. I punti di vista più interessanti però sono quelli di Daisy e Nick, che per varie ragioni (omissioni, disturbo ossessivo compulsivo) sono dei narratori inaffidabili. Il tema del tempo che ci porta a modificare i ricordi è un elemento centrale del romanzo, ironicamente anche grazie all’attività professionale di Nick.

La storia della famiglia è ricostruita con intelligenza grazie all’uso dei quattro punti di vista e del salto temporale nel passato, durante una estate di grandi cambiamenti che ha segnato i protagonisti. The Betrayals si è rivelato un romanzo avvincente e ben costruito.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.


* The Betrayals by Fiona Neill ★★★★☆

*Ho letto questo libro in inglese

Aspirapolvere di stelle by Stefania Bertola

Standard

Della Bertola avevo già letto Romanzo Rosa, divertente romanzo che addestra anche alla scrittura di un Melody; anche qui il lettore ha però modo di divertirsi per le situazioni strampalate e per i personaggi peculiari.

Ginevra, Arianna e Penelope lavorano nell’agenzia “Fate Veloci” di loro proprietà: una abile giardiniera ed esperta di fiori, l’altra cuoca provetta e l’ultima con il pallino della pulizia intervengono per sistemare alberi di Natale, pulire per dopo festa o per ritorni moglie e cucinare menù su misura.

A cambiare la vita alle tre donne la richiresta delle loro competenze presso la villa affittata da Filippo Corelli, scrittore di successo per via di Gardenia (romanzo sconclusionato e sentimentale); Arianna e Ginevra faranno di tutto per conquistare lo scrittore (nonostante il marito della prima e il violinista che corteggia la seconda), mentre Penelope si muove nel suo mondo parallelo fatto di fumetti, cartoni animati e disprezzo per la categoria “scrittori”.

Il tutto si complicherà tra amiche tradite, sorelle ammaliatrici, sceneggiature di soap, pitoni, segretari seri e fratelli criminali.

I personaggi – tranne alcune eccezioni – non sono necessariamente brillanti, intelligenti e sagaci: le stesse protagoniste sono sciocche, superficiali e tipicamente attratte dagli uomini più sbagliati che riescono a localizzare; l’ironia nasce anche grazie a questo ed alle situazioni improbabili in cui i personaggi tendono a incastrarsi, merito ovviamente dell’autrice che riesce a tirare fuori il meglio da personaggi e episodi. Aspirapolvere di stelle è un romanzo che aiuta a passare in spensieratezza alcuni giorni, tra risate e voglia di vedere come va a finire.

_______

Aspirapolvere di stelle by Stefania Bertola ★★★☆☆½