[ARC] Warrior Witch (The Malediction Trilogy #3) by Danielle L. Jensen

Standard

Leggi questo articolo in italiano


The novel Warrior Witch ends The Malediction Trilogy opened with Stolen Songbird and Hidden Huntress.

In the second book of the series the malediction that forced the troll under the mountain was broken with the death of Anushka the witch. Cécile and Tristan now have to face different problems: the troll are finally free and they have to fight a war against many enemies: the troll king, Roland and Angoulême and a new enemy, the Winter Queen.

Cécile now has the full understanding of her magical skills and her contribution will be the key to bring again peace in the country.

In general I think the novels from this series suffers of an excessive length, and I think the book quality decreased – despite a good starting point. This third novel contains a lot of action, but I did not have feelings with the characters.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.


* Warrior Witch by Danielle L. Jensen ★★☆☆☆

*I read this book in english

[ARC] Warrior Witch (The Malediction Trilogy #3) by Danielle L. Jensen

Standard

Read this post in english


Il romanzo Warrior Witch conclude la Trilogia della Maledizione aperta con Stolen Songbird e Hidden Huntress.

Nel secondo volume la maledizione che vincolava i troll sotto la montagna è stata infranta con la morte della strega Anushka. Per Cécile e Tristan i problemi non sono però finiti: i troll sono finalmente liberi, e così si apre una guerra su più fronti: il re dei troll, Roland e Angoulême a cui si aggiunge anche la Regina d’Inverno.

Cécile però ora ha pieno accesso alle doti magiche e il suo contributo sarà fondamentale per riporare la pace nel paese.

In generale trovo che tutti i romanzi di questa serie soffrano di una lunghezza eccessiva, e per me la serie – partita con buoni presupposti – è andata calando. Questo terzo romanzo è molto movimentato, ma non sono riuscita ad affezionarmi ai personaggi.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.


* Warrior Witch by Danielle L. Jensen ★★☆☆☆

*Ho letto questo libro in inglese

[ARC] Hidden Huntress (The Malediction Trilogy #2) by Danielle L. Jensen

Standard

Read this post in English

Hidden Huntress è il secondo capitolo della Trilogia della Maledizione (The malediction trilogy), iniziata con Stolen Songbird.

Gli eventi riprendono qualche mese dopo la conclusione del primo volume; Cécile ora vive in città con la madre e si esibisce nel teatro come cantante, ma durante la notte cerca informazioni su Anushka, la strega colpevole di aver maledetto i troll costringendoli a vivere sotto la montagna.

Mentre Cécile cerca informazioni, aiutata da un paio di amici, Tristan ha perso titolo e ricchezza ed è trattato come un qualunque prigioniero. Il re ha ripreso il potere e i vecchi amici sono stati puniti per aver fomentato la ribellione.

Il romanzo segue la struttura narrativa impostata già nel primo volume: i capitoli sono narrati dal punto di vista di Cécile o di Tristan, ed entrambi percepiscono ancora le emozioni dell’altro grazie alla magia che li lega.

Nel complesso l’ho trovato più avvincente del precedente, direi anche grazie alle ambientazioni alternate (Tristan a Trollus e Cécile in città), ma qui, come in Stolen Songbird, ho trovato la lunghezza eccessiva. Il colpo di scena finale è piuttosto prevedibile visti gli indizi disseminati lungo il percorso, forse più che una conferma delle ipotesi avrebbe giovato che fosse una sorpresa per il lettore.

Il finale è aperto per un terzo – e conclusivo – volume, che leggerò, anche se gli elementi introdotti sul finale mi paiono un po’ incongruenti rispetto alla storia (senza fare spoiler, ma non erano mai stati accennati).

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

* Hidden Huntress by Danielle L. Jensen ★★★☆☆½

*Ho letto questo libro in Inglese

[ARC] Hidden Huntress (The Malediction Trilogy #2) by Danielle L. Jensen

Standard

Leggi questo articolo in Italiano

Hidden Huntress is the second chapter of the Malediction Trilogy, begun with Stolen Songbird.

The events start some months later the ones concluding the first book; Cécile now lives with her mother in town and sings in the theatre, but during the night she seeks information about Anushka, the witch who cursed the trolls and forced them to live under the mountain.

While Cécile tries to find the witch, with the help of a couple of friends, Tristan is a prisoner in Trollus, he lost his title and his riches; the king is still in power and Tristan’s friends were punished for helping him in trying to change the rules.

The novel follows the narrative structure already used in the first book: the chapter’s point of view could be Cécile’s or Tristan’s, and both of them still perceive the emotions of the other one for their magical binding.

Overall I think it’s more engaging than the first book, also thanks to the different settings where the two characters live, nevertheless I think that, like Stolen Songbird, it’s quite too long to read. The ending is foreseeable thanks to the hints in the story, but maybe it could have been better to be surprised than having some hypothesis confirmed.

The book leaves space for the third – and final – book, that I will read, despite some elements introduced in the conclusion are somewhat inconsistent with respect to the story so far (without spoilering, some things were never hinted).

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.

_______

* Hidden Huntress by Danielle L. Jensen ★★★☆☆½

*I read this book in English

[ARC] Corto Maltese: Under the Sign of Capricorn by Hugo Pratt

Standard

Questo è il primo volume di una serie dedicata a Corto Maltese, noto personaggio ideato da Hugo Pratt.

Gli episodi, come nota anche il titolo, sono tutti ambientati nell’area di Bahia, e quindi vicino al punto di passaggio del tropico del Capricorno.

Corto Maltese vivrà numerose avventure aiutando alcuni personaggi (il professor Steiner, il giovane Tristan e sua sorella Morgana): aiuterà i ribelli e andrà anche alla ricerca di tesori con una vecchia conoscenza, Rasputin.

Ho sempre apprezzato le avventure di Corto Maltese (Una ballata del mare salato più di tutte), e anche questa non fa eccezione; la traduzione mi pare buona, il risultato è scorrevole e la storia chiara.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

This is the first volume of a series about Corto Maltese, well-known character created by Hugo Pratt.

The episodes, as the title itself points out, are set in the Bahia area, near the Tropic of the Capricorn.

Corto Maltese is the protagonist of numerous adventures during which he helps various characters ( professor Steiner, Tristan and his sister Morgana) but also the rebels and he seeks for a lost treasure with an old acquaintance, Rasputin.

I always liked the story about Corto Maltese (the one I like the most is Ballad of the Salt Sea), and this is no different; the translation is good, the story is easy to follow and to understand.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.

_______

Corto Maltese: Under the Sign of Capricorn by Hugo Pratt ★★★★

[ARC] Stolen Songbird (The Malediction Trilogy #1) by Danielle L. Jensen

Standard

Read this post in English

Cécile sogna di poter cantare nei teatri del (suo) mondo, si troverà invece rapita da un coetaneo e venduta ai troll della montagna come sposa per il loro principe.
A Trollus (complimenti alla fantasia) Cécile si trova in un ambiente inizialmente ostile ma riesce man mano a farsi alcuni amici, il suo stesso rapporto con Tristan – il principe – evolve dall’indifferenza fino all’amicizia ed all’amore.

Gli abitanti della città sono vincolati a vivere sotto la montagna per colpa di un maleficio di una strega: la speranza dei troll risiedeva in Cécile e in una profezia dedicata alla rottura del sortilegio; allo stesso tempo Tristan sta organizzando una ribellione contro la potente nobiltà.

Il romanzo ha tra gli elementi positivi i personaggi: Cécile è una ragazza intraprendente che non attende di essere salvata, Tristan è meno impulsivo e dedito alla scelta della sorte migliore per il suo popolo. Il legame magico del matrimonio che consente di percepire le emozioni dell’altro è un elemento innovativo che poteva essere sfruttato maggiormente.
D’altro canto il romanzo è decisamente troppo lungo: gli eventi avrebbero goduto di un maggiore sintesi e la continua ripetizione dei dubbi morali sulla sorte degli abitanti tende a stancare (è giusto liberarli? Si ripeteranno le guerre? Credo di sì / Penso di no ad iterazione).

Il finale lascia grande apertura per il seguito, infatti questo è il primo di una trilogia, quindi prossimamente si andrà a caccia di streghe.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

* Stolen Songbird by Danielle L. Jensen – ★★★☆☆½

*Ho letto questo libro in Inglese

[ARC] Stolen Songbird (The Malediction Trilogy #1) by Danielle L. Jensen

Standard

Leggi questo articolo in Italiano

Cécile dreams about singing in every theatre of (her) world, she will found herself kidnapped and sold to the troll of the mountain as bride for their prince.
In Trollus (a prise for the creativity) Cécile found herself in an unfriendly place but she start making some friends and the same relation with Tristan – the prince – evolves from indifference to friendship to love.

The trolls are bounded to live under the mountain for a curse made by a witch: their hope was a prophecy about the curse and the marriage between Cécile and Tristan could break the spell; in the meantime Tristan is plotting a revolution against the powerful nobility.

The characters are interesting: Cécile is resourceful girl who does not wait to be saved, while Tristan is less impulsive and willful to provide the best for his people. The binding during the marriage that allows one to feel the emotion of the other one is an innovative element that maybe could be used more.
On the other hand the novel is too long: in a shorter form the events could have been more engaging and the continuous repetition of moral issues about trolls were at the end annoying (it’s good to free them? There will be more wars? Maybe yes / maybe not).

The ending is quite abrupt and leaves space for a following book, this in fact is the first of a trilogy; in the next we will go witch hunting.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.

_______

* Stolen Songbird by Danielle L. Jensen – ★★★☆☆½

*I read this book in English