[Series] The Long Price Quartet by Daniel Abraham

Standard

The Long Price Quartet è una serie di quattro romanzi scritti da Daniel Abraham e ambientati nell’impero Khai. La serie è incentrata su due personaggi principali e sulle loro famiglie e amicizie, i romanzi finiscono per coprire l’intera durata delle loro vite senza però essere immediatamente consecutivi: tra un volume e l’altro passano anche diveri anni.

E’ una serie che inizia lenta, soprattutto il primo volume (A shadow in summer) paga lo scotto di dover introdurre un worldbuild complesso, ma una volta immersi nell’ambientazione i successivi scorrono rapidi e avvincenti.

Penso che scrivere un riassuntino delle trame dei quattro romanzi non faccia in alcun modo loro onore, e non posso che suggerire di leggere la serie perchè coinvolgente, ricca di elementi nuovi e molto ben scritta. Proseguendo parlerò degli aspetti che caratterizzano l’ambientazione dei romanzi e li rendono paricolarmente ben riusciti.

_______

The Long Price Quartet is a series of four book by Daniel Abraham that are set in the Khai empire. The series focuses on two main characters, their families and friends. The four book cover an entire lifespan, but they are not immediately consecutive, for between two novels could pass some years.

The series begins slowly, in particular the first book (A shadow in summer) because it has to introduce a complex worldbuild, but once immersed in the setting the following books are quite fast paced and very engaging.

I think that a review as a summary of the books could not communicate how beautiful they are, so I suggest to read them because they are engaging and new and beautifully written. In the following I will instead focus on what makes this wordbuild so good.

Continue reading

Mr. Penumbra’s 24-Hour Bookstore by Robin Sloan

Standard

Quella di Mr. Penumbra è una libreria particolare: gli scaffali nella parte retrostante del locale sono altissimi e contengono libri dai titoli strani e mai pubblicati. Strani sono anche gli anziani visitatori, come si accorgerà il nuovo commesso, Clay Jannon.

Il lavoro in questa libreria sarà per il protagonista l’esperienza di una vita; oltre a fargli incontrare persone stimolanti (tra cui Kat, programmatrice e designer in Google), Clay si interesserà al mistero celato dalla libreria, dai suoi libri misteriosi e dagli anziani frequentatori.

Mr. Penumbra’s 24-Hour Bookstore, oltre a essere un romanzo ricco di misteri che arrivano direttamente dal passato, fa riflettere sul rapporto tra il presente e il passato nella lettura e nell’analisi di dati. E affronta il problema a diversi livelli, dalla tipografia e lo studio dei caratteri fino al veicolo della lettura vero e proprio (libro o ebook? O entrambi?). Il romanzo mette a confronto due generazioni, quella dei primi calcolatori e quella digitale, con Google che ha un peso importante nel romanzo.

Mi è piaciuto il modo di affrontare questo tema e la conclusione del ragionamento: le potenzialità del digitale sono vaste ma non infinite, è giusto sfruttare i mezzi disponibili senza però affidarsi completamente a loro (lo scotto è di finire come l’uomo che ha inventato le moltiplicazioni  come nel racconto di Asimov – The Feeling of Power).

_______

Mr. Penumbra’s library is a particular one: the shelves in the back of the store are very high and contain books with strange titles and never published. Also it’s visitors are strange, old people, as the new clerk, Clay Jannon, will soon discover.

Working in this library for the main character will be a great experience; he will meet interesting people (like Kat, a Google programmer and designer), and he will begin to dig around the mystery behind the library, the books and the old readers.

Mr. Penumbra’s 24-Hour Bookstore, is a novel full of ancient mysteries, but also a thought about the relation between past and present concerning reading and data analysis. And it deals with the problem at various levels, from typography and the sturdy of characters to the reading device (book or e-book? Or both?). Two the generation in contrast: the one of the first calculators and the digital one, with Google that has quite an important part in the novel.

I liked the way the theme was dealt with and the conclusion: the potentiality of digital era are vast but not infinite, and it’s right to face a problem by using all the available means, but it’s also important not to put all the faith in them (otherwise we will end like the man who discovered multiplication in the Asimov tale The Feeling of Power).

_______

Mr. Penumbra’s 24-Hour Bookstore by Robin Sloan ★★★★☆

 

[ARC] Twisted Dark #1 – 2 by Neil Gibson

Standard

Twisted Dark è una raccolta di racconti – più o meno brevi – dalle atmosfere cupe. I racconti via via contribuiscono a costruire un universo di storie interconnesse per la presenza di elementi o personaggi.

Ogni storia è illustrata da un diverso artista, e questo comporta una disomogeneità di stile complessiva: nelle graphic novel secondo me la trama è importante quanto la resa grafica, e in alcuni casi il trovare il disegno lontano dal mio gusto ha contribuito a non farmi piacere neanche il racconto.

Le storie sono caratterizzati o da temi cupi, o da finali a sorpresa che virano sull’assenza di lieto fine, ne ho apprezzate alcune, ma per la maggior parte non ho trovato la raccolta particolarmente innovativa.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

Twisted Dark is a collection of tales – from short stories to longer forms – with dark atmosphere. The tales contributes in building up a universe where stories are connected by elements or recurring characters.

Each story is illustrated by a different artist, and this makes the collection graphically non homogeneous: concerning graphic novels I think that the drawing are important as the plot, and here sometimes the imagery was quite far from my like corresponded in not liking the story.

The tales have dark and twisted themes, or surprise endings that are not happy. I liked some, but overall I think the collection is not particularly innovative.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.

_______

Twisted Dark volume 1 by Neil Gibson ★★☆☆☆½
Twisted Dark volume 2 by Neil Gibson ★★☆☆☆½

 

 

Gli anni dolci by Jirō Taniguchi

Standard

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli Anni Dolci è un romanzo grafico di Jirō Taniguchi, che ho già molto apprezzato per La vetta degli Dei, In una lontana città e Uno Zoo d’inverno .

Devo dire che rispetto a questi altri titoli Gli Anni Dolci mi ha coinvolto meno, per quanto sempre molto curato nello sviluppo e nello stile preciso del disegno.

La storia, divisa in due volumi, racconta dell’incontro tra Tsukiko e uno dei suoi professori del liceo. I due, accomunati da una delicata sensibilità e dall’amore per il cibo, faranno degli incontri sporadici la base per costruire un’amicizia e anche sentimenti più profondi.

Rispetto ad altre storie dello stesso autore mi ha colpito proprio questa attenzione all’alimentazione, elemento quasi sempre presente negli incontri tra Tsukiko e il prof.

La storia, tratta da un romanzo, trasmette la difficoltà di un rapporto tra due persone così distanti in termini di età, ma anche le incertezze sentimentali e non di Tsukiko, il cui punto di vista è quello che il lettore segue per tutto il racconto.

Come dicevo è ben realizzata, ma non mi ha particolarmente emozionato, forse anche per la difficoltà nel comprendere le emozioni della protagonista.

_______

Gli anni dolci by Jirō Taniguchi ★★★☆☆

 

[ARC] The Fangirl’s Guide to the Galaxy by Sam Maggs

Standard

The Fangirl’s Guide to the Galaxy: A Handbook for Girl Geeks è un manuale che spazia su tutto quello che può essere utile a una fangirl o a chi vuole approfondire il mondo delle fanfiction.

Un capitolo è dedicato ai fandom e alle loro caratteristiche, uno su come arrivare preparate a quali conventions (con tanto di descrizione del kit da borsetta), si parla di cosplay, di troll, di come scrivere fanfiction e di come parlare di questa passione con gli amici.

E’ un manualetto divertente che può contenere spunti interessanti per le fangirl, mentre per chi vuole approfondire il tema risultato interessanti alcuni capitoli, tra cui un utile glossario dei termini utilizzati per parlare di fanfiction.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

The Fangirl’s Guide to the Galaxy: A Handbook for Girl Geeks is a handbook about everything a fangirl – or everyone who wants to understand the fanfiction world – could find useful.

The first chapter is about the different kind of fandom and their features, another is about conventions and how to get to them prepared (there is also a bag kit description), there is something about cosplay, about trolls, about writing fanfiction and about sharing this passion with friends.

It’s a funny and nice handbook and it contains some hints for fangirls, while for the ones who want to understand the fangirls world some chapters are more useful than others, in particular the glossary of the terms used when referring to fanfiction.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.

_______

The Fangirl’s Guide to the Galaxy by Sam Maggs ★★★☆☆½

Guards! Guards! by Terry Pratchett

Standard

A me le guardie! è uno dei lampanti esempi dell’umorismo e della fantasia di Terry Pratchett.

Ambientato nel Mondo Disco, a Ankh-Morpork, ha come protagonisti le improbabili guardie del corpo di guardie notturno: il capitano Vimes, sulla via dell’alcolismo a causa della depressione per la mancanza di lavoro, il Sergente Colon grasso e pigro, il caporale Nobbs, al limite della definizione di essere umano. A chiudere il gruppo la nuova recluta Carrots, un ragazzo cresciuto dai nani e dotato di un integerrimo senso del dovere e della giustizia.

Le guardie si troveranno ad affrontare una situazione decisamente inconsueta quando un drago minaccerà la città, a dar loro supporto pochissimi, tra cui spicca Lady Sybil Ramkin, allevatrice di piccoli draghi da palude, e Errol, un delizioso e alternativo draghetto.

Il romanzo offre un divertimento umoristico e una storia avvincente e particolare, soprattutto nella parte iniziale, in cui tutto è nuovo e originale.

Terry Pratchett ci ha lasciato da poco, ma per fortuna restano a ricordarlo i suoi romanzi.

_______

Guards! Guards! is an example of the humor and the imagination of Terry Pratchett.

Set in the Discworld, in Ankh-Morpork, its main characters are the unlikely guards of the night watch: captain Vimes, almost an alcoholic for his depression due to lack of work, fat and lazy Sargent Colon, Corporal Nobbs, on the boundary of the definition of human. To close the team there is Carrot, a young man grown up among the dwarfs and a man of the utmost integrity with a marked sense of duty.

They will end up facing a most unexpected situation when a dragon will threat the city, without any help except from a few people, like Lady Sybil Ramkin, swamp dragons breeder, and Errol, a funny and original little swamp dragon.

The novel is funny and the story is quite engaging, in particular in the beginning part, where everything is new.

Terry Pratchett died some weeks ago, but luckily his novels are still here to help remembering him.

_______

Guards! Guards! by Terry Pratchett ★★★★☆

Crimson Bound by Rosamund Hodge

Standard

Rosamund Hodge, già autrice di Cruel Beauty, un riuscito retelling de “La bella e la bestia”, ha ideato anche un originale retalling di “Cappuccetto rosso”, Crimson Bound.

Rachelle a quindici anni è l’apprendista della zia, una maga che protegge il villaggio dalla magia oscura della Foresta. Rachelle è anche avventata, e, fidandosi troppo di una creatura della foresta, viene legata per sempre alla Foresta, diventandone una sua creatura.

Tre anni dopo Rachelle, ancora umana ma con capacita fisiche oltre l’umano, è una delle protettrici del reame assieme ad altri blood-bound, finchè non le viene assegnato il compito di proteggere Armand, il figlio del re, unico a essere sopravvissuto all’incontro con le creature della foresta senza esserne stato legato.

Rachelle ha intenzione di portare avanti anche il progetto segreto di ritrovare le due spade mitiche che, secondo antichi racconti, avevano sconfitto l’origine del male della Foresta.

Crimson Bound è un romanzo scorrevole, in cui le parti di narrazione si alternano alla leggenda delle due spade. Personalmente l’ho trovato meno avvincente rispetto a Cruel Beauty, Rachelle è un personaggio attivo, ma la maggior parte degli avvenimenti la vedono passiva, e piuttosto miope rispetto ad alleanze e fazioni. In generale la trama è molto lineare (con alcune incongruenze a mio avviso), e in alcuni casi piuttosto prevedibile.

_______

Rosamund Hodge, author of Cruel Beauty, a good retelling of the “Beauty and the Beast”, wrote also an original retelling of “Little Red Riding Hood”, Crimson Bound.

Rachelle is fifteen and she is her aunt’s apprentice, the woman being a magician who protects the village from the dark magic of the Great Forest. Rachelle is also reckless, and, trusting too much a forestborn, ends up eternally bind to the Forest, and one of its creature.

Three years later, Rachelle, still human but with superhuman physical skills, is one of the bloodbound who fights for the realm against the Forest, until she is assigned to be the bodyguard of Armand, the king’s son, and the only human who survived the meeting with a forestborn without being bloodbound.

Rachelle has also the intention to carry on a personal project, to recover the two magical swords that once defeated the Forest, at least following the ancient stories.

Crimson Bound is a page turner, where the story of Rachelle alternates with the story of the sword. Personally I think it’s inferior to Cruel Beauty, and less engaging. Rachelle is an active character, but in most of the events she is quite passive, and short-sighted for alliances and factions. Overall the plot is quite linear (with some inconsistencies in my opinion), and sometimes quite foreseeable.

_______

Crimson Bound by Rosamund Hodge ★★★☆☆