Il buio in sala by Leo Ortolani

Standard

Il buio in sala raccoglie le recensioni a fumetti che Leo Ortolani ha pubblicato negli anni sul suo blog.

Gran parte dei film recensiti in realtà non li ho visti (autocensurandomi il fallimento delle varie n-logie di supereori e simili), però queste recensioni mi hanno fatto ridere parecchio, e oggi un po’ di leggerezza nella vita è indispensabile.

_______

Il buio in sala by Leo Ortolani ★★★★☆

La costola di Adamo (Rocco Schiavone #2) by Antonio Manzini

Standard

La costola di Adamo è la seconda indagine del vicequestore Rocco Schiavone, trasferito da Roma ad Aosta e nostalgico della capitale.

In questo romanzo una donna viene trovata morta in camera, e tutto fa pensare al suicidio. Alcuni particolari però stridono nella ricostruzione, e Schiavone inizia a sospettare una situazione più complessa.

Dal punto di vista dell’indagine ho preferito il primo romanzo (Pista Nera), però questa serie è gradevole nel suo complesso, a partire dal protagonista fino ai personaggi comprimari, comunque caratterizzati.

Di Rocco Schiavone vediamo una serie di lati negativi (la tendenza all’illecito, i modi poco consoni di indagine, …) che però sono poi compensati da aspetti divertenti del suo carattere come la classifica delle rotture di coglioni, dal sesto al decimo grado: l’omicidio sul groppone, o i sadici ordini a Deruta e D’Intino, sottoposti odiati per l’inettitudine.

Confermo l’impressione del primo romanzo: una serie gradevole anche se non particolarmente impegnativa e impegnata, un’ottimo momento di svago.

_______

La costola di Adamo by Antonio Manzini ★★★☆☆

Pista nera (Rocco Schiavone #1) by Antonio Manzini

Standard

Antonio Manzini ha dato vita a un nuovo commissario (padron, vicequestore), che con il Montalbano nazionale è accomunato da casa editrice (Sellerio) e dalla trasposizione in serie tv.

Rocco Schiavone è un poliziotto dalla moralità ambigua, trasferito da Roma ad Aosta per via dei modi poco consoni con cui tratta i delinquenti e ha tre grandi amici che bazzicano più dall’altro lato della legge.

Schiavone è anche un poliziotto capace di risolvere i casi, come dimostra anche in questo primo romanzo Pista Nera, ambientato nell’inverno Valdostano proprio su una pista da sci.

In questo primo romanzo incontriamo anche altre figure che saranno ricorrenti in quelli successivi: il poliziotto Pierron, il medico legale, il giudice e il vicequestore. Nel romanzo si accenna anche alla situazione sentimentale di Rocco, e vediamo i primi riferimenti alla moglie Marina.

Nel complesso è un romanzo gradevole, e personalmente non sono stata infastidita da questo protagonista sempre un po’ sopra le righe.

_______

Pista nera by Antonio Manzini ★★★☆☆

[ARC] All That Man Is by David Szalay

Standard

Leggi questo articolo in Italiano

David Szalay seems to ask: what is important to a man? All that man is should be the answere, and it is quite depressing: men’s life is about sex, money and work.

The author proposes ten stories, each with a different protagonist and each older than the previous one, from the two young adults having an interrail vacation in East Europe to the old English politician counsellor in his Italian home.

All the protagonists of the stories are away from home, and this allows the author to talk about different EU features: the luxury prostitution in London, the real estate operation in France to attract foreign buyers, the rich Russian enterpreneurs, the consequences of a political scandal in Denmark (a politician ruined because he’s having and affair with a married woman, being an Italian I’m totally #notimpressed).

Each man is shown during an introspective moment of his life, due to either an external cause (work change / loss, love issues,…) or to the old age that makes everyone more wise.

The stories are nice, but I think it’s not a novel, also becuse the lack of link between the stories (only the first and the last one have some common elements).

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.

_______

* All That Man Is by David Szalay ★★★☆☆½

*I read this book in English

[ARC] All That Man Is by David Szalay

Standard

Read this post in English

David Szalay sembra chiedersi: cos’è che fa l’uomo? All that man is dovrebbe contenere la risposta, che risulta quantomeno deprimente: la vita dell’uomo (inteso come individuo maschile) ruota intorno al sesso, ai soldi e al lavoro.

L’autore ci racconta dieci storie, ognuna con un protagonista diverso e con età crescente, si parte dagli adolescenti in viaggio interrail nell’Est Europa fino all’ormai anziano consigliere politico inglese in vacanza nella casa in Italia.

Tutti i protagonisti sono ritratti in viaggio, e questo dà modo all’autore di raccontarci aspetti diversi dell’Europa: la prostituzione di lusso a Londra, le operazioni di real estate in Francia per attrarre acquirenti stranieri, l’opulenza dei magnati Russi, le conseguenze di uno scandalo politico in Danimarca (il politico rovinato perchè ha un’amante sposata, #notimpressed da buona italiana).

Tutti i personaggi vengono fotografati in un momento di introspezione, dovuto a cause esterne (perdita / cambiamento del lavoro, sfortuna in amore,…) o semplicemente all’età che avanza e rende tutti più saggi.

Le storie sono molto gradevoli, ma trovo difficile definirlo un romanzo, vista anche la mancanza di collegamenti espliciti tra i dieci episodi (solo il primo e l’ultimo hanno dei punti in comune).

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per scrivere questa recensione.

_______

* All That Man Is by David Szalay ★★★☆☆½

*Ho letto questo libro in Inglese

A Glove Shop in Vienna and Other Stories by Eva Ibbotson

Standard

Leggi questo articolo in Italiano

A glove shop in Vienna & other stories is a collection of 19 tales by Eva Ibbotson.

Eva Ibbotson’s stories are romantic and positive, a true panacea when I’m sad or dejected. I did not like all the tales the same, but every collection has its highs and lows.

The best tales are the ones a friend defines “concentrated novels”, where the protagonists meet, are separated and then get together again in the most romantic ending; in this category belong the following:  A rose in Amazonia, Sidi, Theatre Street. Other tales have some funny elements, or near-paradox situations, A little disagreement where an old lady uses to act frequently the day of her death, The great carp Ferdinand where the main dish of the Christmas Eve dinner refuses to die, or The Magi of Markham Street and The Little Countess where respectively we have a Christmas play with unexpected ending and a governess is exhausted by the customs of the Russian family she attends to.

Other tales I liked are: Vicky and the Christmas Angel, Osmandine, A Glove shop in Vienna.

The tales have beautiful plot, but the narrative style should be mentioned, too: Ibbotson’s style is beautiful, using few words a scene becomes alive, and the background is full of characters reflecting culture and life style of the period.

_______

* A Glove Shop in Vienna and Other Stories by Eva Ibbotson ★★★★☆

*I read this book in English

A Glove Shop in Vienna and Other Stories by Eva Ibbotson

Standard

Read this post in English

A glove shop in Vienna & other stories è una raccolta di 19 racconti di Eva Ibbotson.

Le storie di Eva Ibbotson sono romantiche e positive, un vero toccasana nei momenti di sconforto. Non tutti i racconti mi sono piaciuti allo stesso modo, ma è normale che in una raccolta ci siano alti e bassi.

I racconti migliori sono quelli che un’amica definisce “romanzi condensati” in cui i protagonisti si conoscono, vengono separati e si ritrovano nel più romantico dei finali, di questa categoria fanno ad esempio parte A rose in Amazonia, Sidi, Theatre Street. Altri racconti hanno anche un tono divertente, presentando situazioni al limite del paradossale, come A little disagreement in cui una anziana zia recita con frequenza il momento della sua morte, The great carp Ferdinand in cui la pietanza principale della vigilia di Natale si rifiuta di morire, o ancora The Magi of Markham Street e The Little Countess in cui abbiamo rispettivamente una recita natalizia con risultati inaspettati e una governante esaurita dalle usanze della famiglia russa con cui vive.

Altri racconti degni di nota: Vicky and the Christmas Angel, Osmandine, A Glove shop in Vienna.

I racconti sono belli per la trama, ma anche per come sono scritti: lo stile della Ibbotson è ammirevole, bastano poche parole ben collocate per dare vita a un’immagine, e così anche lo sfondo si colora di personaggi che riflettono la cultura e le opinioni del tempo.

_______

* A Glove Shop in Vienna and Other Stories by Eva Ibbotson ★★★★☆

*Ho letto questo libro in Inglese