Archer’s Goon by Diana Wynne Jones

Standard

Read this post in English

Un giorno, tornato a casa da scuola, Howard trova un gigante piazzato in cucina che dice di essere stato mandato da Archer per riscuotere le 2000 parole che Quentin, padre di Howard, non aveva ancora consegnato quella settimana. In breve tempo Howard e famiglia comprendono che Archer è uno dei sette maghi che gestiscono la città: Archer si occupa delle banche e dell’energia, altri della fogna, della polizia, della criminalità, della musica e così via.

Come capirà la famiglia Skyes il potere dei sette è notevole, ma i maghi non hanno modo di conquistare il mondo perché sono misteriosamente prigionieri nei confini della città. Nessuno ha ben compreso il motivo, ma tutti ormai pensano che dipenda proprio da queste 2000 parole che Quentin consegna ogni due settimane e di cui ora tutti vogliono entrare in possesso.

Archer’s Goon è un bellissimo romanzo di avventura che ha il pregio di entrare subito nel vivo e di tenere accesa l’attenzione del lettore fino all’inaspettato finale.

Il romanzo è anche un omaggio alla letteratura: i sette maghi controllano la città come il Grande Fratello Orwelliano (Archer’s Goon è stato pubblicato nel 1984) e alcuni riferimenti rimandano proprio al romanzo 1984. L’autrice ci ricorda anche il potere della scrittura, e infatti i sette potenti vedono nel testo scritto da Quentin l’ostacolo da superare per diventare ancora più potenti.

_______

* Archer’s Goon by Diana Wynne Jones ★★★★★

*Ho letto questo libro in Inglese

Archer’s Goon by Diana Wynne Jones

Standard

Leggi questo articolo in Italiano

One day, coming back from school, Howard finds in the kitchen a goon sent by Archer to collect the 2000 words Howard’s father Quentin failed to deliver that week.

Soon Howard and his family understand that Archer is one of the seven wizard who rule the city: Archer deals with banks and energy, other deal with sewage system, police, crime, music and so on.

The wizards have great power, but they aren’t able to conquer the world because they are prisoners within the city boundaries. None of them knows the reason of it, but they are certain that depends on Quentin’s 2000 words and every one of them want to have them, and they will not restrain in using their power in order to convince Quentin to write other words.

Archer’s Goon is a beautiful adventure novel that goes straight to the heart of the matter and that keeps the reader attention till the unexpected ending.

It is also an omage to literature: the seven wizards control the city like Orwel’s Big Brother (moreover Archer’s Goon was published in 1984), and some references point out to the novel 1984. The writer underlines also the power of writing, and the seven powerful ones see in Quentin’s words the obstacle to overcome to gain more power.

_______

* Archer’s Goon by Diana Wynne Jones ★★★★★

*I read this book in English

Raw Blue by Kirsty Eagar

Standard

Leggi questo articolo in Italiano

Carly is a university drop out and now she works in a dine as a cook, only nigh turns because she needs to surf in the morning. Surfing is the only activity that helps her forgetting what happened before university.

Carly is living in a limbo, but she will be able to overcome her issues thanks to the relation with Ryan – a surfer recently out of jail – and the friendship with Daniel, a boy who has synesthesia.

By the same author I recently read Summer Skin, one of the few new adult book that I liked, and this brought me to this novel. I think Raw blue is less engaging than Summer Skin because it is a lot about surfing (something I don’t do and don’t know about), and it provides a lot of details about this sport that did not catch my interest.

Taking the full novel into consideration – and not only the surf detail – it is a good one, interesting and able to deal with complex theme without solving every issue with a love relationship: Carly gets better also thanks to her new friends (Danny, her new neighbour).

_______

Raw Blue by Kirsty Eagar ★★★☆☆

*I read this book in English

Raw Blue by Kirsty Eagar

Standard

Read this post in English

Carly ha abbandonato l’università e lavora come cuoca in un locale, solo turni serali perchè durante la mattina Carly vuole solo fare surf, l’unica cosa che la aiuta a dimenticare quello che le è successo prima dell’università.

A far evolvere Carly da questo periodo di stasi sarà l’incontro con Ryan – surfista di recente uscito di prigione – con cui inizia una relazione, e l’amicizia con Daniel, un ragazzo affetto da sinestesia.

Dell’autrice ho letto recentemente Summer Skin, uno dei pochi esemplari del genere new adult che mi è piaciuto, e questo fatto mi ha portato a questo romanzo. Raw blue mi ha coinvolto meno del precendente perchè è molto centrato sul tema del surf (che non pratico nè conosco bene), e una serie di dettagli e descrizioni mi sono risultate un po’ noiose.

Nel complesso però anche questo è un buon romanzo, avvincente, ma che vuole anche toccare temi più delicati; ho apprezzato anche il fatto che Carly migliori anche grazie all’aiuto di amici (Daniel, la vicina di casa,..) e non solo per via della componente romantica della storia.

_______

Raw Blue by Kirsty Eagar ★★★☆☆

*Ho letto questo libro in Inglese

L’altro capo del filo by Andrea Camilleri

Standard

In estate alcune cose sono certe: l’afa e le tattiche uscite editoriali di gialli da portare sotto l’ombrellone.

Sellerio non si smentisce con la recente uscita del nuovo episodio della serie con protagonista il Commissario Montalbano. Alla scrittura del romanzo ha collaborato anche Valentina Alferj, per via dei recenti problemi di vista dello scrittore.

L’altro capo del filo si rivela un romanzo gradevole, adatto a passare qualche ora di svago, anche se sembra essere costituito da due parti che tra loro non dialogano.

La parte iniziale vede un triste omaggio alla cronaca; il commissariato gestito da Montalbano è di supporto alle forze di polizia impegnate nella gestione degli sbarchi dei migranti e gli agenti sono impegnati ogni notte per organizzare il trasporto delle persone verso i centri di accoglienza. Nella seconda parte invece Montalbano indaga – senza la verve che lo contraddistingueva nei primi romanzi – sull’omicidio della sarta Elena, conosciuta poco tempo prima per via di un abito commissionatole.

Gli eventi della prima parte non hanno relazioni con la seconda – ad eccezione di un paio di personaggi ricorrenti – ed è un peccato, visto il dettaglio e l’impegno nel parlare del problema attuale degli sbarchi e della gestione dei profughi arrivati sulle coste Siciliane.

In sostanza L’altro capo del filo è un buon passatempo (e un appuntamento imprescindibile per chi la serie di Montalbano la segue nei suoi alti e bassi), ma sicuramente ai neofiti consiglio i primi romanzi della serie piuttosto che quelli degli ultimi anni.

_______

L’altro capo del filo by Andrea Camilleri ★★★☆☆

Jolly Foul Play (Wells and Wong #4) by Robin Stevens

Standard

Leggi questo articolo in Italiano

Daisy and Hazel are back to Deepdean for a new school year, that seems quite distressing for the new appointed head girl, Elizabeth Hurst, cruel collector of secrets, and for her five prefects, cruel as well towards the other students.

During Guy Fawkes’s night, after the bonfires all the students see together, Elizabeth is found dead. Everyone think it’s an incident, but the Detective Society guesses it’s again a murder; sometimes to keep her own secrets a girl may do anything.

The detecting is about finding clues and finding papers with written students secrets. This time Daisy and Hazel detect with the help of their room friends, engaging more people in the Detective Society that at the beginning was made only of the two of them.

Jolly Foul Play is the fourth installment in the A murder most unladylike mystery series (known also as Wells & Wong) and it’s nice as the preceding three. I liked the idea to involve more character in the story and the fact that Daisy and Hazel are growing up and sometimes they have a discussion.

In the background there is also a boy, Alexander, met in the third book (First Class Murder), and now Hazel’s pen friend, and it seems that in the next book we will also meet Daisy counterpart.

Here you can find the comment about the first two books of the series.

_______

Jolly Foul Play by Robin Stevens ★★★★☆

*I read this book in English

Jolly Foul Play (Wells and Wong #4) by Robin Stevens

Standard

Read this post in English

Daisy e Hazel sono tornate a Deepdean per il nuovo anno scolastico, che si rivela drammatico a causa della nuova ragazza responsabile dell’ordine delle altre studentesse (head girl), Elizabeth Hurst, spietata collezionista di segreti che si fa aiutare da cinque prefetti altrettanto crudeli nei confronti delle studentesse.

Nella notte di Guy Fawkes, dopo i fuochi d’artificio a cui assisteva tutta la scuola, Elizabeth viene trovata morta. Tutto fa pensare a un incidente, ma la Detective Society intuisce che si tratta ancora una volta di un omicidio; a volte per mantenere i propri segreti si è disposti a tutto.

L’indagine si dipana tra la ricerca di indizi e ritrovamenti di fogli di un quaderno che indicano i segreti delle collegiali: questa volta Daisy e Hazel si fanno aiutare dalle compagne di stanza, allargando così la società che prima contava solo le due protagoniste.

Jolly Foul Play è il quarto romanzo della serie A murder most unladylike mystery (citata anche come Wells & Wong) ed è godibile come i tre precedenti. Ho apprezzato la scelta di far evolvere il gruppo includendo altre ragazze e dando quindi spazio a nuovi personaggi. In questo romanzo c’è anche qualche screzio tra Daisy e Hazel che contribuisce a rendere la storia più realistica – sono pur sempre due bambine – ed è conseguenza dell’evoluzione del carattere delle due – stanno pur sempre crescendo.

Sullo sfondo fa capolino anche Alexander, conosciuto nel terzo volume (First Class Murder), e ora amico di penna di Hazel, e tutto dà l’impressione che nei prossimi volumi conosceremo anche la controparte maschile di Daisy.

Il commento ai primi due volumi lo trovate qui.

_______

Jolly Foul Play by Robin Stevens ★★★★☆

*Ho letto questo libro in Inglese