[ARC] A Million Miles Away by Lara Avery

Standard

Kelsey e Michelle sono due gemelle, estroverse e molto diverse, non solo per gli interessi artistici: Kelsey ama la danza e il movimento, Michelle invece ama dipingere.

Poco dopo aver presentato a Kelsey il nuovo fidanzato, Peter, militare destinato all’Afghanistan, Michelle muore in un incidente d’auto. Straziata dal dolore per la perdita della sorella, e decisa a risparmiare a Peter la sofferenza fino alla fine della missione, Kelsey finge con il ragazzo di essere la sorella.

Mi aspettavo onestamente un romanzo sul romantico – patetico, invece A Million Miles Away si è rivelata una lettura gradevole che non si concentra solo sul meccanismo della storia d’amore (ah, la finzione tra sorelle/fratelli gemelle) ma soprattutto sulla mancanza di Michelle.

L’inganno verso Peter nasce anche dall’assenza dei genitori nella vita di Kelsey, troppo occupati a superare la morte dell’altra figlia con gruppi di supporto, mentre Kelsey si ritrova a capire di conoscere pochissimo gli interessi di Michelle, la menzogna quindi la aiuta a mantenere il suo ricordo.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

Kelsey and Michelle are twin sisters, extroverted and different, and not only concerning their artistic interests: Kelsey loves dancing and moving, Michelle instead is fond of painting.

A few hours after the meeting between Kelsey and MIchelle new boyfriend, Peter, recently deployed to Afghanistan, Michelle dies in a car accident. Teared apard for losing her sister, and willing to avoid the same pain to Peter, Kelsey fakes in his eyes to be her sister, with the purpose to tell him once back from war.

I honestly foreseen a kind of lame romantic novel, but A Million Miles Away turned out to be a pleasant reading that does not focus only on the love story mechanism (ah, the faking among twins), but mostly on the absence of Michelle.

The idea to deceive Peter comes also from the absence of her partents in Kelsey’s life, they being too much focused on overcoming the loss by themselves and with support groups, while Kelsey founds herself aware of how little she knew about Michelle, and the lies helps her in maintaing Michelle alive with her.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.

_______

A Million Miles Away by Lara Avery ★★★☆☆½

[ARC] The Curious Tale of the Lady Caraboo by Catherine Johnson

Standard

The Curious Tale of the Lady Caraboo parte con due plus: la bella copertina e l’intrigante storia (vera) di Mary Willcox e del suo inganno nei confronti della famiglia Worrall, purtroppo questi lati positivi sono vanificati da una trama noiosa e da una marea di personaggi stereotipati.

Mi pare incredibile come dalla storia di Mary che si è finta una principessa orientale (Principessa Caraboo), inventando lingua, costumi, religione, … ed è riuscita a ingannare la rispettabile famiglia Worrall e una serie di esperti e linguisti sia stato ricavato un romanzo.

I personaggi rispecchiano i peggiori cliché (la vanesia, il baldo locandiere, il dandy senza cuore – cit. Tintaglia) e ho trovato la narrazione estremamente lenta, nel complesso un vero peccato e un’occasione sprecata.

Ringrazio l’editore per avermi fornito la copia necessaria per stendere questa recensione.

_______

The Curious Tale of the Lady Caraboo begins with two plus: the beautiful cover and the intriguing story (a true one) of Mary Willcox and his deception against the Worrall family, unfortunately these pros are nullified by a boring plot and stereotyped characters.

I honestly do not know how from the story of Mary, who faked to be an oriental princess (Principess Caraboo), making up language, behaviour, religion,… and succeeded into deceiving the respectable Worrall family and a series of experts and linguists, was possible to put out this novel.

The characters are the worst cliché (the vain one, the handsome innkeeper, the heartless dandy) and I think the narration is extremely slow-paced, overall a wasted opportunity.

Thanks to the publisher for providing me the copy necessary to write this review.

_______

The Curious Tale of the Lady Caraboo by Catherine Johnson ★★☆☆☆

Mistica Maëva e il Balcone dei segreti by Laura Walter

Standard

E’ di nuovo tempo di avventure per Mistica Maëva: la ragazza, col cuore infranto per la sua prima delusione d’amore, raggiunge Verona, e proprio qui sarà assoldata dalle coppie sfortunate della letteratura e delle opere liriche per trovare una collana che garantirà loro finalmente un futuro a lieto fine.

Come nelle precedenti avventure, ambientate a Venezia e a Padova, Mistica avrà il supporto dell’amico Giaki, della banda di gatti più organizzata del Veneto e dell’amico piccione che avrà modo di rispolverare una storia d’amore passata con una graziosa colomba.

Trovo molto belli questi romanzi di Laura Walter, da una parte per il risalto dato alle città italiane in cui sono ambientati, dall’altro per i personaggi, divertenti, particolari ma allo stesso tempo normali, senza vezzi di super eroismo come oggi spesso capita nei romanzi per ragazzi.

Laura Walter accompagna la crescita di Mistica con questi romanzi; tanto nel primo la protagonista era una bambina avventata e desiderosa di avventura quanto in questo terzo romanzo Mistica è più riflessiva e segnata dalle prime esperienze dell’adolescenza.

_______

Mistica Maëva e il Balcone dei segreti by Laura Walter ★★★★☆

[ARC] The Cartel by Don Winslow

Standard

Da quando ho scoperto Don Winslow con L’inverno di Frankie Machine cerco di non perdermi nessuno dei suoi romanzi (vedi ad esempio Savages & The king of cool). Uno dei romanzi meglio riusciti dello scrittore è però Il potere del cane, un’epopea del narcotraffico in cui entrano in scena numerosi personaggi; The cartel prende da dove avevamo lasciato Art Keller e Adan Barrera e ci racconta cosa è successo dopo.

_______

Since I read for the first time a novel by Don WinslowThe Winter of Frankie Machine – I try to keep up with his novels (like for example Savages & The king of cool). One of his best novel is in my opinion The power of the dog, an epic about drug trade in Mexico and USA where lots of characters have a role; The cartel begins where the other book left Art Keller and Adan Barrera and tells what happened afterwards.

Continue reading

Annihilation (Southern Reach #1) by Jeff VanderMeer

Standard

Primo romanzo della trilogia Southern Reach, Annientamento ci introduce all’Area X e ai suoi misteri.

Il romanzo è narrato dalla biologa, una delle componenti della 12° spedizione mandata dall’agenzia Southern Reach ad esplorare l’Area X. La spedizione è composta da quattro donne, che conosciamo non per nome ma per la loro specializzazione: la psicologa, la biologa, l’antropologa e la topografa.

Questa spedizione e le precedenti sono caratterizzate dall’assenza di strumenti moderni di rilievo e comunicazione e dal fatto che i membri delle spedizioni sono invitati a tenere un diario aggiornato dell’esplorazione.

La voce della biologa da una parte racconta dell’esplorazione (il misterioso tunnel che a lei appare come una torre, le scritte e la ricerca di chi le ha prodotte, il mistero del faro), dall’altra fa emergere quanto di inquietante accompagna la spedizione (il ruolo della psicologa, il destino delle precedenti esplorazioni, il motivo per cui ha scelto di farsi coinvolgere nel progetto).

Il romanzo è costruito sul un mistero dell’Area X e gioca bene sull’inquietudine data dall’ignoto che circonda le esploratrici e dall’assenza di punti saldi di cui fidarsi: quale è l’intento della Southern Reach? E il ruolo delle compagne della biologa? Da un punto di vista generale questo schema dell’incerto non è niente di particolarmente nuovo, VanderMeer parte da uno schema rodato che integra con elementi che possono essere considerati weird (o quello che lo scrittore definisce come tale, vedi ad esempio la raccolta da lui edita, The Weird).

E’ breve e scorrevole ma non risolutivo: spero che nei successivi romanzi si chiariscano meglio i ruoli delle varie figure in gioco.

_______

First novel of the Southern Reach trilogy, Annihilitation introduces the reader to Area X and its mysteries.

The novel is told by the biologist, one of the 12th expedition components, sent by the Southern Reach agency to explore Area X. This expedition is composed of four women, of whom we now their role but not their names: the psychologist, the biologist, the anthropologist and the surveyor.

This and the previous expedition are characterized by the absence of modern instrumentation system for survey and communication, and the components are invited to keep and up to date diary of the events.

The biologist voice tells both about the exploration (the mysterious tunnel she sees as a tower, the words and the search for the creature who wrote them, the lighthouse mystery) and about everything creepy about the expedition itself (the psychologist role, what happened to the previous expeditions, the reason the biologist decided to take part to the project).

The novel is build upon Area X mystery and plays well with the fears from the unknown around the exploration and the absence of someone to trust: what is the aim of Southern Reach? And the role of the other three women? From a general point of view the novel is built upon a classic scheme of the unknown, VanderMeer enriches the story by adding weird elements (or what is weird for this writer, according to The Weird, the collection he edited).

It’s short and engaging but there is not a conclusion, I hope that the following two novels clarify the roles of the characters gravitating around Area X.

_______

Annihilation by Jeff VanderMeer ★★★★☆

La giostra degli scambi by Andrea Camilleri

Standard

Niente da dire, ormai non è estate se non c’è Montalbano, anche se resta sempre vivo il rimpianto per le prime indagini, ben costruite e molto coinvolgenti.

Questo romanzo inizia con una mosca e continua con sparizioni e sequestri, in una storia abbastanza ben costruita, anche se rimane l’impressione di non essere pienamente convinti (delle vicende, della conclusione).

Non si può non notare un certo risollevamento dopo alcuni picchi negativi della serie, ma i fasti iniziali sono ben lontani, restano solo gli strafalcioni di Catarella, la precisione di Fazio, la passione per le donne di Augello e il dialetto siciliano sempre più presente.

_______

La giostra degli scambi by Andrea Camilleri ★★★☆☆

Gli amatori by Brecht Evens

Standard

In questa coloratissima graphic novel Brecht Evens ci presenta Pieterjan, artista invitato a curare una biennale d’arte in un piccolo paese.

Pieterjan si troverà a che fare con un gruppo di artisti improbabili, ma motivati dalla buona riuscita della biennale. Gli Amatori è la storia di questa strampalata collaborazione, e un buon esempio di come si deve (e come non si deve) lavorare in gruppo.

Gli Amatori parla di arte, ma è anche un esempio di creatività: la scelta dei colori, il senso del dialogo e di come viene sviluppato, la rappresentazione degli ambienti.

_______

Gli amatori by Brecht Evens ★★★☆